Trebisacce-05/12/2012: Riunione operativa sulla presentazione di progetti destinati a giovani dai 14 a 35 anni

Trebisacce:05/12/2012

Cercasi un’associazione culturale dell’Alto Jonio costituita da almeno due anni che abbia all’interno del proprio direttivo giovani di età compresa tra i 14 e i 35 anni, per il 75%. E’ questo il punto di partenza emerso dalla riunione  organizzativa e operativa tenutasi presso la preziosissima Biblioteca di Rinaldo Chidichimo in località Torre di Albidona, lo scorso mercoledì 5 dicembre, e organizzata da Vincenzo Arvia (presidente dell’associazione Aps “Vacanzieri insieme per l’Italia e..”. Presenti al tavolo di lavoro l’avvocato Rinaldo Chidichimo, Costantino Bellusci di Plataci dell’associazione “Bashke”, Violante Caterina (consigliere comunale al comune di Trebisacce), l’esperto per la presentazione dei progetti Santagada, il presidente dell’associazione combattenti e reduci Michele Lofrano,un docente del Filangieri (portavoce della dirigente Domenica Franca Staffa), il sindaco di Alessandria del Carretto Vincenzo Gaudio, il vice sindaco del Comune di Albidona Urbano insieme con l’assessore Golia, Piero De Vita (presidente dell’associazione “L’albero della memoria”), Maria Franca Angiò portavoce della Pro Loco, Italia Nostra,ecc. “Occorre chiederci cosa è oggi l’Alto Jonio e cosa sarà nel prossimo futuro. Le scelte di oggi condizioneranno il futuro del nostro territorio. Noi abbiamo il dovere di pensare a come consegnare un futuro migliore ai nostri giovani”, ha spiegato all’inizio dei lavori Chidichimo. Oggi-continua Chidichimo- abbiamo la possibilità di cogliere delle opportunità offerte da due bandi di gara pubblici che riguardano la legalità, la gestione di qualche bene pubblico, pensare ad un progetto ambientale “Oasi ambientale”,alla valorizzazione delle culture e di feste tradizionali e a temi Green. Arvia ha presentato i bandi pubblici e si è fatto carico di coinvolgere il CSV di Cosenza e Santagada è entrato nel merito delle schede di progetto evidenziando i problemi da risolvere e le scadenze prossime  da rispettare: 7 gennaio e 5 febbraio. Progetti che partono da un importo di 100.000 euro e possono raggiungere i 200.000 con il cofinanziamento del 10% e il conferimento in natura del 5%. E’ giunto il momento, ha sottolineato Arvia, di dare nel sociale un esempio positivo. Gaudio e Urbano, da amministratori, hanno sollevato la proposta di pensare ad un progetto da mettere in rete su un obiettivo condiviso e coinvolgere tutti i comuni del comprensorio e con la speranza di creare più di un posto di lavoro per i giovani.

Franco Lofrano

225total visits,1visits today