Daily Archives: 14 gennaio 2013

CANNA-15/01/2013: ANTONIO TURCHITTO CANDIDATO DELLA DESTRA ALLA CAMERA.

CANNA ANTONIO TURCHITTO CANDIDATO DELLA DESTRA ALLA CAMERA.

 

 

Importante riconoscimento al dott. Antonio Turchitto, da parte di Gabriele Limido e di Antonio Pucci, rispettivamente coordinatore regionale e provinciale del Partito, che lo inseriscono nella lista dei candidati della “Destra” per l’elezione della Camera dei Deputati. Antonio Turchitto, calabrese, di Canna, paesino di circa mille anime posto sulla collina dell’Alto Jonio cosentino tra Rocca Imperiale e Nocara. Laureato in Scienze politiche a Bologna, (con il Prof. P. Ignazi con una Tesi sulla “Politica internazionale del M.S.I. comparata al Fronte Nazionale francese di Le Pen”), rappresentante da sempre della Destra locale nonché zonale, iscritto da quando aveva 14 anni al Fronte della Gioventù del M.S.I., ex coordinatore del Circolo di A.N. di Canna, ex Capogruppo consiliare di AN di Canna, ex Capogruppo consiliare della Comunità Montana “Alto Jonio” di AN, Dirigente dell’ex “FUAN.” di Bologna e Masteriano e Associato del Centro Studi “STATO NUOVO” di Roma, del compianto Prof. Legitimo. <<Ho deciso di accettare la proposta di Limido e Pucci, sia per la considerazione che hanno mostrato nei miei confronti, sia per dare “voce” ai cittadini di questo martoriato e vilipeso Alto Jonio, soprattutto alle popolazioni delle aree interne, quasi sempre tenute ai margini per quanto riguarda le scelte che contano>>. Continua ancora Turchitto:<< Il  momento storico che stiamo vivendo è caratterizzato da manifestazioni drammatiche di smarrimento, espressione della paralisi delle attuali classi dirigenti, incapaci di trovare soluzioni e contenuti validi entro la logica del “sistema”. “La Destra” ha dimostrato che è in grado di fare una selezione basata sulle caratteristiche etiche e non sulle capacità di fare il politicante. Se si comunica ai giovani che l’importante è arrivare in vetta e che il metodo più sicuro per arrivarci è essere forti coi deboli e deboli coi forti, sgomitare e fare gli sgambetti ai propri AMICI, leccare le suole ai potenti e mentire ai propri seguaci, questo è il tipo di classe dirigente che ci ritroveremo. Bisogna insegnare la lealtà ed il senso del sacrificio. Non è un problema di “poltrone” o di “potere”, anche perché non dimenticherò mai ciò che diceva Giorgio Almirante sul “potere”: “Non occorre sempre parlare di potere e inopportunamente desiderarlo, se non viene prima meritato con l’esempio.>>.Un importante riconoscimento verso Antonio Turchitto per l’impegno politico profuso su Canna e l’Alto Jonio cosentino che, metterà il suo impegno e la sua determinazione, per sostenere Gabriele Limido e Antonio Pucci, candidati nella lista della “Destra”, in terza e quarta posizione, subito dopo il Presidente Storace e il vice presidente Buontempo. Ora lo scoglio, non insormontabile, affinchè si aprano le porte del Parlamento per i candidati della “Destra” è rappresentato dal superamento della soglia di sbarramento, al 4%, imposta dal “Porcellum”.

10 gennaio 2012.                                                                  ALESSANDRO ALFANO

Trebisacce-15/01/2013:A volte è meglio tacere che parlare! E’ quanto avrebbe dovuto fare il consigliere Davide Cavallo a seguito del Consiglio Comunale durante il quale è stato oggetto di polemica da parte dell’assessore Dino Vitola

Comune di Trebisacce

Comunicato stampa

A volte è meglio tacere che parlare! E’ quanto avrebbe dovuto fare il consigliere Davide Cavallo a seguito del Consiglio Comunale durante il quale è stato oggetto di polemica da parte dell’assessore Dino Vitola. Ancora più grave è l’aver attribuito responsabilità o omissioni circa la regolarità contabile o mancato pagamento di manifestazioni estive. Sebbene tra i cittadini nessuno lo ricorda, forse il consigliere Cavallo ha dimenticato di avere rivestito la carica di assessore comunale per cinque anni e tra gli atti del Comune ancora non si è trovata alcuna traccia positiva o prova del suo passaggio e degli amici di cordata. Ogni giorno giungono al Comune continue richieste di pagamento di servizi e prestazioni effettuate, anche dagli affari legali in cui ha avuto la delega e che stanno alimentando cospicuamente la grande massa debitoria. Forse prima di parlare avrebbe fatto bene a guardarsi intorno e ricordarsi dei tanti debiti contratti, molti privi di copertura finanziaria e non pagati. L’assessore Vitola, a cui esprimiamo vicinanza ed affetto, ha voluto porre con forza e ad alta voce l’inadeguatezza dell’opposizione che, in violazione del regolamento del Consiglio Comunale, è spesso assente, peraltro mai propositiva, incorrendo, fuori dal Consiglio, in demagogia populistica, su presupposti peraltro errati, anche giuridicamente, sui quali torneremo in seguito e in altra sede. Vitola ha voluto rimarcare la violazione della regola fondamentale della correttezza e del vincolo di fiducia che lega gli eletti ai propri elettori. L’assenza ingiustificata per più consigli viola il principio della rappresentanza elettiva. Questo ha voluto significare Dino Vitola, più che altro amareggiato per l’inesistenza della opposizione che si era anche proposta alla guida politico-amministrativa di Trebisacce. Peraltro, proprio le continue e ripetute assenze dal Consiglio, non hanno consentito a Cavallo di sapere che, in effetti, le risposte che il suo ex candidato a sindaco richiedeva, che ha fatto proprie, hanno già avuto il riscontro richiesto dal sindaco, verbalmente e trascritte nei verbali del Consiglio. In ogni caso, non appena gli uffici avranno completato il lavoro dell’accertamento dei debiti, riveleremo alla cittadina tutti i danni causati da Cavallo e dagli altri dell’Amministrazione Bianchi per i trascorsi cinque anni buttati al vento.

Amendolara-14/01/2013: L’Anas per il sociale e la crescita civile

Calabria Ora-pag.16 del 14/01/2013

Canna-14/01/2013: Per La Destra alla Camera c’è Turchitto

Calabria Ora-pag.16 del 14/01/2013

Trebisacce-14/01/2013: Attraverserà lo Stretto per salvare il Chidichimo

Calabria Ora-pag.16-del 14/01/2013

Amendolara-11/01/2013: Firmato dai Sindaci il protocollo d’intesa sui servizi comunali associati

COMUNICATO STAMPA

In data 11 Gennaio u.s., si sono riuniti ad Amendolara, nella sede del Gal Alto Jonio Federico II, i Sindaci di Canna, Montegiordano, Nocara, Oriolo, Rocca Imperiale e Roseto Capo Spulico per definire i dettagli del Protocollo di intesa con cui hanno associato tra loro alcune tra le funzioni fondamentali individuate dalla  legge 122/2010.

Tutti  insieme gestiranno, dopo averle strutturate ed organizzate, le funzioni di 1) Polizia Municipale e polizia amministrativa locale, 2)progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini; 3) attività in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi.

I Comuni di Canna, Montegiordano, Rocca Imperiale e Roseto Capo Spulico, che hanno da alcuni anni una rodata esperienza in tema di servizi associati, hanno aggiunto  anche le funzioni di 4) catasto e 5) edilizia scolastica, organizzazione e gestione dei servizi scolastici.

Tutti insieme i Sindaci si sono già impegnati a gestire in forma associata anche la Centrale di Committenza la cui obbligatorietà andrà in vigore dal 1 Aprile p.v. ed hanno convenuto sulla esigenza di individuare un esperto per la pratica attuazione del protocollo d’intesa che avrà una durata di almeno cinque anni .

Si tratta di un grande risultato in termini amministrativi, perché questi Comuni si allineano alle disposizioni di legge in tema di riduzione della spesa pubblica e di efficienza ed efficacia della gestione dei servizi ai cittadini.

I Sindaci hanno anche sottolineato la grande valenza politica dell’accordo, che ovviamente è aperto agli altri Comuni del territorio, perché si ricostituisca una grande realtà aggregata che vada aldilà dell’obbligo per alcuni di associarsi ( comuni al di sotto dei 2000 abitanti).

All’incontro erano presenti  il Sindaco di Canna Alberto Cosentino e l’assessore Fedele Nucera, il Sindaco di Montegiordano Francesco La Manna e l’assessore Mario Vuodi, il Sindaco di Nocara Francesco Tre bisacce Il Sindaco di Oriolo Francesco Colotta e l’ass. Santo Nicola Gialdini, il Sindaco di Rocca Imperiale Ferdinando Di Leo, il Sindaco di Roseto Francesco Durso, con il Vicesindaco Rosanna Mazzia e l’assessore Giuseppe Nigro.