Roseto Capo Spulico-15/01/2013: Piano Locale per il lavoro

COMUNICATO  STAMPA

Ieri sera nella sala consiliare del Comune di Roseto si è svolto l’incontro sul PLL – Piano Locale per il lavoro. Per come si ricorderà “la Regione Calabria, nell’ambito del FSE 2007-2013 – Asse occupabilità, ha indetto un avviso pubblico per la presentazione e la selezione dei PLL – Piani Locali per il Lavoro. Le risorse economiche sono complessivamente quantificate in € 13/15 milioni che di certo non bastano a soddisfare la richiesta di lavoro che annichilisce l’intera Regione e la nostra area in particolare. Inoltre, l’avviso prevede grandi bacini di utenza (8 Comuni e almeno 50.000 abitanti) e ci obbliga pertanto ad aggregarci. Ma è una opportunità che, seppur piccola, non ci possiamo lasciar sfuggire. Alcuni territori si stanno già organizzando ed è nostro interesse fare altrettanto>> inizia così la nota stampa diramata dal Comune di Roseto a firma del Sindaco Franco Durso e del suo Vice Rosanna Mazzia, con delega alle Politiche del Lavoro.

<<In un momento di crisi così grave, non sarà questo provvedimento a far registrare una inversione di tendenza rispetto al livello di disoccupazione divenuto ormai intollerabile per la nostra Regione ed i giovani in particolare, ma è necessario cogliere ogni opportunità. Si tratta inoltre di approfittare dell’occasione per riorganizzare una unità territoriale intorno all’Asse Jonio – Pollino e alcuni Comuni albanesi nelle immediate adiacenze. Tentiamo di rilanciare l’esperienza positiva del PIT allargata ad altre realtà. Per questo motivo il Comune di Roseto si è fatto promotore di un incontro al fine di discutere della possibilità di concertare in sede istituzionale e con le parti sociali questa progettazione che parte dal basso>>.

Questo l’antefatto.

All’incontro erano presenti, oltre al Comune di Roseto, promotore dell’incontro tecnico, i rappresentanti dei Comuni di Alessandria del Carretto, Cassano Jonio, Castrovillari, Cerchiara di Calabria, Oriolo, Plataci, Trebisacce, Villapiana, mentre i Sindaci di Albidona, Canna, Catroregio e Rocca Imperiale, aderendo all’iniziativa, avevano rilasciato ampia delega al Sindaco di Roseto.

Dopo l’introduzione del Sindaco di Roseto Franco Durso, che ha posto l’accento sull’importanza dell’unità territoriale Jonio-Pollino, per omogeneità e valori comuni e sulla necessità di aggregarsi per contare di più, concetto ripreso e ribadito con forza da tutti i Sindaci presenti. Ha, poi, relazionato sull’iniziativa il Vicesindaco di Roseto Rosanna Mazzia, la quale ha evidenziato, anche a beneficio degli organi di stampa presenti, le caratteristiche dell’intervento. “Si tratta di una forma di programmazione nuova, nella quale gli Enti locali fanno da ponte tra il mondo del lavoro e quello dell’impresa, individuando aree di intervento strategiche e comuni all’intero territorio. L’intervento si rivolge essenzialmente a giovani laureati al di sotto dei 35 anni, a soggetti svantaggiati , molto svantaggiati e disabili, a cassintegrati e disoccupati di lunga durata. E’ necessario procedere velocemente a costituire un partenariato forte con le parti sociali, sindacati e associazioni di categoria in primis, ma anche con tutta la platea di sensibilità di cui il territorio è ricchissimo”. Nel suo intervento l’ass. all’urbanistica di Castrovillari, Giovanna Castagnaro, ha ribadito la volontà politica del suo Comune di lavorare ad una collaborazione tecnico-politica nel territorio, sottolineando l’importanza dell’incontro, funzionale ad allargare la platea dei partners. “E’ importante creare un asse forte, che partendo da questa iniziativa, possa estendersi alle altre occasioni in cui un territorio coeso possa far valere le proprie ragioni. Ha poi invitato  i presenti  a costituire un tavolo tecnico-politico. Il sindaco di Alessandria, Gaudio ha inteso porre l’accento sulle caratteristiche del territorio:” tra Pollino e Sibaritide nessuno ci può invidiare nulla”, sottolineando come la rete territoriale debba prendere corpo perché siamo diventati “una isolata periferia”. Nel suo intervento l’ass. al bilancio di Cassano, Antonino Mungo, ha posto l’accento sulla volontà del suo Comune di valorizzare questa costituenda nuova rete territoriale, che dallo Jonio arriva al Pollino, per tutte le iniziative a prescindere dalla singole utilità. “E’ necessario valorizzare le tipicità, l’artigianato locale, tutto ciò che ci caratterizza “. L’Ass. ai Lavori pubblici di Trebisacce Filippo Castrovillari, ha sottolineato il ruolo dei Comuni anche nel fare una corretta informazione delle opportunità che si prospettano di volta in volta, ribadendo:” si tratta dell’occasione giusta per dimostrare la forza di questo territorio. Tutti insieme possiamo avere più voce”. Il sindaco di Oriolo Franco Colotta ha inteso rimarcare l’importanza del progetto sia sotto il profilo della coesione territoriale e sociale in un territorio bistrattato dalla politica. Il Sindaco di Plataci Francesco Tursi, pur ribadendo l’importanza del progetto ha inteso sottolineare che non coglie le necessità ed i bisogni di tutto il territorio, dove molti Paesi stanno subendo il fenomeno dello spopolamento e dove parlare di opportunità di lavoro diventa sempre più difficile. Il Vicesindaco di Cerchiara Antonio Lucente, nel fare proprie le istanze già espresse da tutti i colleghi, ha sottolineato l’importanza di fare rete per cogliere le opportunità  che ci vengono offerte e per dare una prospettiva di sviluppo all’area. Infine è intervenuto il Sindaco di Villapiana, Roberto Rizzuto, che ha sottolineato l’importanza dell’incontro e l’esigenza che il territorio ha di unirsi sia progettualmente che politicamente per cogliere tutte le opportunità e per contare di più. Al termine della riunione è stato costituito il tavolo tecnico-istituzionale del quale faranno parte i Comuni di Castrovillari, Cassano Jonio, Altomonte, Trebisacce e Roseto Capo Spulico.

 

336total visits,1visits today