Cassano All’Ionio-21/01/2013: La presa di posizione del Segretario della locale sezione di RC sulla questione dei rifiuti non può essere in alcun modo apprezzata e, per questo, ci corre l’obbligo di intervenire per dare il giusto peso alla vicenda e, soprattutto, le esatte informazioni alla cittadinanza, che ha bisogno di concretezze e non certamente di enunciazioni strumentali.

COMUNE DI CASSANO ALL’IONIO

Gruppi Consiliari del Centro Sinistra

Comunicato- stampa

 

La presa di posizione  del Segretario della locale sezione di RC sulla questione dei rifiuti non può essere in alcun modo apprezzata e, per questo, ci corre l’obbligo di intervenire per dare il giusto peso alla vicenda e, soprattutto, le esatte informazioni alla cittadinanza, che ha bisogno di concretezze e non certamente di enunciazioni strumentali.

Alla luce dei fatti, che hanno visto il Sindaco di Cassano, Giovanni Papasso, battersi in prima linea insieme al Comitato spontaneo di cittadini ed agricoltori, contro il tentativo di trasformare il Comune di Cassano nella pattumiera della Calabria, appaiono prive di fondamento le accuse di indifferenza di fronte ai problemi dei nostri concittadini, rivolte nei suoi confronti  dal segretario di RC, Alessio Agostini, che non si è affatto posto il problema circa la mancata programmazione della Regione Calabria in materia di smaltimento dei rifiuti e di tutela dell’ambiente.

Forse solo per distrazione, il Segretario Agostini ha evitato di sottolineare il fatto che il Sindaco Papasso, tenendo fede agli impegni assunti con la collettività nel corso della campagna elettorale, è riuscito a dimezzare il quantitativo annuo di R.S.U da conferire nella discarica di C.da Silva, stipulando nel mese di giugno un accordo con il Commissario Regionale per l’Emergenza Ambientale, che limitava il conferimento solo ai Comuni dell’Alto Jonio Cosentino e a 15.000 tonnellate di R.S.U annue e sanciva l’indisponibilità del nostro Comune a ricevere i rifiuti di altri territori.

Un risultato di tutto rispetto, se solo si ha memoria del recente passato, quando i rifiuti che provenivano da ogni parte venivano considerati “una risorsa”!

Oggi si tenta di strumentalizzare, non si sa bene a quale scopo, il fatto che la nostra Amministrazione, di fronte alle pressanti richieste di tanti Sindaci, del Prefetto e del Presidente della Provincia, abbia  voluto dare ulteriore prova di solidarietà nei confronti delle popolazioni costrette a convivere con  situazioni di emergenza ambientale, drammatiche al punto tale da costringere alcuni sindaci ad ordinare perfino  la chiusura delle scuole per motivi igienico-sanitari.

Giova ricordare che con la sottoscrizione dell’ultimo accordo, tra il Sindaco Papasso ed il Commissario Speranza, sono stati ribaditi tutti i contenuti dell’accordo di giugno, ponendo la parola fine ad ogni tentativo di trasformare il nostro Comune nella pattumiera della Regione, per salvaguardare il diritto alla salute dei cittadini e l’immagine di una città che deve basare ogni politica di crescita e di sviluppo sulla tutela e valorizzazione del suo incommensurabile patrimonio naturale e storico –culturale.

Per quel senso di solidarietà, che non deve mai venir meno, quindi, il nostro Sindaco non si è opposto alla richiesta di conferimento nella nostra discarica di altre solo 1.000 tonnellate  di rifiuti, provenienti da territori non contemplati nell’accordo di giugno,  fino al prossimo 31 gennaio!

Cosa diversa sarebbe stata accondiscendere alle richieste del Commissario Speranza, che avrebbero significato lo sversamento di altri 29 Comuni e, di conseguenza, il moltiplicarsi delle tonnellate di rifiuti.

Noi riteniamo, dinanzi alla gravità della situazione, che sia giunto il momento per  le forze politiche di dimostrare  buon senso e maturità, per riconquistare la fiducia di una collettività sempre più stanca e sfiduciata, che chiede alla Politica di dar voce ai propri bisogni e alle proprie istanze, evitando strumentalizzazioni, voli pindarici ed astrattismi culturali,  che servono a poco.

Il problema vero, che richiederebbe l’impegno di tutti, soprattutto delle forze politiche progressiste, è di impegnarsi insieme per sollecitare  la Regione Calabria e l’Ufficio del Commissario ad elaborare un serio ed efficiente piano per superare l’emergenza e programmare il futuro in materia di smaltimento dei rifiuti e di tutela dell’ambiente in una Regione che, fino ad oggi, è vissuta all’insegna dell’approssimazione e degli sprechi, anche per quanto riguarda questo delicato tema.

Cassano All’Ionio, 21/01/2013

I Consiglieri Comunali del Centro Sinistra

236total visits,1visits today