Trebisacce-17/02/2013: Inaugurata la nuova Pizzeria “Capraro”

Katia e Rosa proprietarieproprietaritn_DSCF3834tn_DSCF3835tn_DSCF3836tn_DSCF3837tn_DSCF3838tn_DSCF3839tn_DSCF3840tn_DSCF3841tn_DSCF3842tn_DSCF3843tn_DSCF3845tn_DSCF3846tn_DSCF3847tn_DSCF3849tn_DSCF3850tn_DSCF3852tn_DSCF3853tn_DSCF3854tn_DSCF3855tn_DSCF3856tn_DSCF3857tn_DSCF3858tn_DSCF3859tn_DSCF3860tn_DSCF3861tn_DSCF3862tn_DSCF3863tn_DSCF3864tn_DSCF3865tn_DSCF3866tn_DSCF3867tn_DSCF3869tn_DSCF3870tn_DSCF3872tn_DSCF3873tn_DSCF3874tn_DSCF3875tn_DSCF3876tn_DSCF3877tn_DSCF3879tn_DSCF3880tn_DSCF3881tn_DSCF3882tn_DSCF3883tn_DSCF3884tn_DSCF3885tn_DSCF3886tn_DSCF3889tn_DSCF3890tn_DSCF3891tn_DSCF3892tn_DSCF3893tn_DSCF3895tn_DSCF3896tn_DSCF3897tn_DSCF3898tn_DSCF3899tn_DSCF3900tn_DSCF3901tn_DSCF3902tn_DSCF3903tn_DSCF3904tn_DSCF3905tn_DSCF3906tn_DSCF3907tn_DSCF3908tn_DSCF3909tn_DSCF3910tn_DSCF3911tn_DSCF3912tn_DSCF3914tn_DSCF3915tn_DSCF3916tn_DSCF3918tn_DSCF3920tn_DSCF3921tn_DSCF3922tn_DSCF3923tn_DSCF3924tn_DSCF3925tn_DSCF3926tn_DSCF3927tn_DSCF38566

Trebisacce:17/02/2013

E’ stata inaugurata la nuova Pizzeria “Capraro”, ubicata proprio di fronte a quella  precedente di Via XXV Aprile, la scorsa domenica 17 febbraio 2013. Pochi gradini ben illuminati conducono all’ingresso principale dove si viene subito accolti da un comodo e lussuoso bar. Circa un centinaio di posti a sedere in una comoda e spaziosa sala che si affaccia su di una veranda che d’estate accoglierà e delizierà con le famose e squisite pizze  il palato esigente della numerosa clientela e di turisti occasionali. Un doppio forno e il personale qualificato consentiranno un servizio maggiormente veloce ed efficiente, tale da esaudire la tempistica voluta dalla numerosa ed esigente clientela. Il locale si presenta ben illuminato e ben organizzato e curato nei dettagli che colpiscono l’occhio anche dei clienti distratti. In tanti, anzi tantissimi, sono intervenuti alla inaugurazione e non era difficile notare tanti visi non soliti e provenienti da ogni dove. E’ quasi viene voglia di esclamare: ”C’ero  anche io!”. Perché di un evento storico si tratta. L’azienda ha un nome e una storia. E’ nata nel 1980 per volontà del proprietario Giovanni Capraro, a conduzione familiare, e vi collaborano la moglie Rizzo Vittoria e i figli Antonio, Katia e Rosa. Originario di Albidona, il signor Giovanni, da giovane emigrò negli Stati Uniti, a Chicago e fu lì che maturò l’idea di aprire una sua pizzeria al rientro in Italia. Passarono degli anni e rientrato in Italia, dopo qualche anno, trasformò la sua idea, il suo sogno in realtà. Aprì inizialmente un piccolo locale e iniziò la sua esplorativa e timida attività di impresa. La fragranza e la bontà delle sue pizze uscite dal tradizionale forno a legna, che garantisce sempre una cottura ottimale, conquistarono subito il mercato e di giorno in giorno la piccola pizzeria cresceva in notorietà. E fu così che per accontentare i sempre più numerosi clienti dal palato esigente decise, in condivisione con la signora Vittoria, di aprire la ormai famosa pizzeria. E dopo anni ecco che oggi inaugurano la nuova pizzeria, moderna e adeguata ai tempi, ma sempre con un menù che offre una varietà di circa 150 varietà di pizze. E tra le novità a breve farà la comparsa la pizza del “Giornalista” e quella dell’”Artista”. Aspettiamo qualche giorno e andremo a soddisfare la curiosità della loro creatività. Amministratori ,sindaci, professionisti , giornalisti si sono presentati puntuali al taglio del nastro delle ore 19,00. La benedizione dei locali è toccata al parroco don Michele Sewodo della Parrocchia  “San Vincenzo Ferrer”. Il sindaco Franco Mundo, con accanto il primo cittadino di Albidona Salvatore Aurelio e di Alessandria del Carretto, Vincenzo Gaudio, ha espresso parole di apprezzamento alla famiglia Capraro riconoscendo loro la serietà di imprenditori e di persone, la dedizione al lavoro che da anni portano avanti con impegno e competenza che di conseguenza è motivo di vanto per la città e per la comunità. E per questi motivi il sindaco ha consegnato ai proprietari con orgoglio una targa ricordo a nome dell’amministrazione comunale in segno del riconosciuto merito conquistato onestamente sul campo il cui mercato, oggi, è consapevolmente difficile.

Franco Lofrano

670total visits,1visits today