MONTEGIORDANO-23/02/2013: MUORE BRUCIATO NELLE FIAMME DEL CAMINETTO. ANCORA UN’ALTRA VITTIMA. Domenico Introcaso di anni 71.

MONTEGIORDANO MUORE  BRUCIATO NELLE FIAMME DEL CAMINETTO. ANCORA UN’ALTRA VITTIMA. Domenico Introcaso di anni 71.

Due tragedie in pochi giorni colpiscono la comunità montegiordanese.Due terribili drammi in circostanze e luoghi diversi, nel volgere di appena cinque giorni. Dopo il mortale incidente in cui è rimasto vittima il settantanovenne Luigi Pace, precipitato con un autocarro in un burrone profondo circa centocinquanta metri, mentre si recava nell’azienda agricola di sua proprietà, situata  nella contra “Vigne”,alle spalle del centro abitato, questa volta, purtroppo, è toccato al settantunenne Domenico Introcaso, caduto nel camino acceso, riportando gravi ustioni al viso e al busto. E’ successo a Scanzano (Matera) dove Introcaso, classe 1942, viveva con la figlia in un fabbricato rurale della via Adige. Aveva lasciato Montegiordano nel 1999 per vivere con una delle tre figlie femmine. La mattina del dramma Domenico, come faceva sempre, in assenza della figlia, aveva acceso il camino per ripararsi da una giornata fredda. Probabilmente, in seguito a una crisi epilettica di cui soffriva, deve essere caduto nel caminetto riportando gravi ustioni che ne avrebbero causata la morte. La scoperta è stata fatta dalla figliola al rientro in casa intorno a mezzogiorno. Vani i tentativi dei sanitari e dei poliziotti del Commissariato di Scanzano,  accorsi sul posto. La dottoressa Susca, magistrato della Procura di Matera, ha disposto l’esame autoptico che sarà eseguito dal professore Dell’Erba dell’Università di Bari. Domenico, padre di quattro figli, un maschio e tre femmine, era molto stimato a Montegiordano, dove spesso veniva a trovare parenti e amici, essendo la cittadina Lucana distante da Montegiordano poco più di venti chilometri. L’unico figlio maschio, Beniamino lavora e vive a Taranto; mentre due delle figlie vivono a Roma. Appena saputo dell’incidente, parenti e amici, si sono recati a Scanzano per rendersi conto dell’accaduto. La data dei funerali non è ancora nota.

23 febbraio 2013.                                                         ALESSANDRO ALFANO

279total visits,2visits today