Rocca Imperiale-01/03/2013: Salvo D’Acquisto tra i grandi eroi nel Museo delle Cere

774715_191227337685608_496672764_o

Al Museo delle Cere di Rocca Imperiale (CS), nella sezione dedicata ai grandi eroi, è stata allestita la statua in cera del Vice Brigadiere dei Carabinieri, Salvo D’Acquisto, medaglia d’oro al valore militare alla memoria per i fatti avvenuti il 23 Settembre 1943 che lo videro eroico protagonista (ricordiamo brevemente, che D’Acquisto fu fucilato dalle SS nelle zone della Torre di Palidoro, autoaccusandosi dell’incidente avvenuto pochi giorni prima, in cui persero la vita alcuni soldati tedeschi per l’esplosione di una bomba a mano durante un’ispezione ad alcune casse di munizioni abbandonate, nonostante egli stesso avesse accertato che si trattasse di un caso fortuito, pur di far rilasciare le 22 persone scelte a caso tra la popolazione). Il Direttore del Museo delle Cere, ha eseguito un lavoro certosino assicurandosi di rielaborare al meglio tutti i particolari affinché l’aspetto del Vice Brigadiere fosse il più realistico possibile. Il risultato ottenuto è stato sicuramente quello auspicato sin dal principio dei lavori. Un grande contributo per la realizzazione dell’opera è arrivato dai familiari stessi di D’Acquisto, nonché dal fratello residente in Campania e dai due nipoti, una operativa al Comando Generale di Roma e l’altro presso l’Arma dei Carabinieri di Ragusa. Quest’ultimo ha inviato al Comandante dei Carabinieri di Rocca Imperiale, delle fotografie dello zio da bambino e da ragazzo durante le vacanze al mare. Dietro la foto del neonato Salvo D’Acquisto, è riportata la frase “il mio bambino biondo”, scritta dal padre e che, ha dato la certezza al Maestro Tufaro del reale colore dei capelli, fino ad allora messo in dubbio per via delle foto in bianco e nero. L’obiettivo finale è stato sorprendente, dal colore dei capelli, come già riportato, alla divisa e a tutti i piccoli ma fondamentali dettagli. Anche il fratello dell’eroe D’Acquisto, ha espresso desiderio di far visita al Museo delle Cere per poter ammirare dal vivo l’opera celebrativa realizzata ed esposta con l’assenso del Comando Generale-Ufficio Cerimoniale. A lavori ultimati, tanta è stata la commozione, come racconta il Maestro Giuseppe Tufaro, di alcuni appartenenti all’Arma dei Carabinieri che si sono recati ad ammirare la statua, osservando alcuni minuti di silenzio in memoria di un uomo sacrificatosi per salvare numerose vite umane, innocentemente accusate (motivo questo che ha spinto il Maestro Tufaro a tale iniziativa in testimonianza dell’eroico gesto compiuto). Il Direttore del Museo delle Cere, inoltre, ha invitato ufficialmente tutti gli appartenenti all’Arma dei Carabinieri (in servizio e in congedo) e i loro familiari, a visionare la statua di Salvo D’Acquisto e il Museo tutto, gratuitamente tutte le domeniche e i giorni festivi di tutto l’anno corrente, previa esibizione di documento di appartenenza all’Arma o del tesserino d’iscrizione all’Associazione Nazionale Carabinieri. Alle famiglie numerose e provenienti da lontano, il Direttore Tufaro, consiglia di prenotare una visita guidata e per accertarsi dell’apertuta del Museo stesso (eccezionalmente chiuso per lavori di restauro o allestimento statue). Per maggiori info e contatti si rimanda al sito ufficiale www.museodellecere.net o alla pagina facebook Museo delle Cere.

Maria Carmela Latronico

372total visits,2visits today