Trebisacce-10/03/2013: La Misericordia potenzia il servizio sociale e sanitario con due nuovi mezzi .

automezziDon MicheleEnzo Liguori (governatore) e Mimma AdduciEnzo Liguori e Valentino Pacetn_Foto3905tn_Foto3907tn_Foto3908tn_Foto3909tn_Foto3910tn_Foto3911tn_Foto3913tn_Foto3914tn_Foto3915tn_Foto3916tn_Foto3917tn_Foto3918tn_Foto3919tn_Foto3920tn_Foto3921tn_Foto3922tn_Foto3925

Trebisacce: 10/03/2013

Una domenica mattina vissuta all’insegna della solidarietà e del volontariato. Dopo la Santa Messa, di domenica 10 marzo, il parroco don Michele Sewodo della Parrocchia  “San Vincenzo Ferrer”, che è anche padre correttore spirituale della Misericordia, ha benedetto nel piazzale antistante la chiesa, due nuovi automezzi sociali della Misericordia: un furgone Nissan 2000 Dci e un autoambulanza di tipo A –Fiat Ducato. Su sollecitazione, indicazione e guida dell’attenta e professionale  funzionaria della BCC di Villapiana, Mimma Adduci, il Governatore Enzo Liguori della Misericordia, ha presentato un progetto sulla  base delle indicazioni previste dal bando emesso dalla Fondazione “Tertio Millennio Onlus”. Operazione riuscita perfettamente al punto che grazie al 50% di contributo giunto dalla Onlus e il restante 50% di leasing, la locale sede della Misericordia è riuscita a dotarsi di una nuova e fiammante ambulanza che è adeguatamente attrezzata per il servizio di rianimazione che di conseguenza andrà a potenziare il servizio 118 di emergenza. La Nissan, invece, è stata acquisita dalla Misericordia con quasi il 100% di leasing e solo per una parte si sono utilizzati gli euro provenienti dal 5 per mille della dichiarazione dei redditi, che potenzierà il servizio trasporto per la dialisi. I dializzati dei vari paesi limitrofi beneficeranno di un maggiore confort ed efficienza nel trasporto per raggiungere il reparto di dialisi. Sono già in sofferenza per la patologia, almeno avranno il vantaggio di patire di meno durante il trasporto che curano già da anni i valorosi volontari. Il dinamico e pluriversatile vice del governatore, Valentino Pace, con orgoglio riferisce che la Misericordia ha già assunto a tempo indeterminato ben 7 volontari destinati a migliorare l’efficienza dei servizi sanitari e sociali già programmati e avviati. Il direttivo della misericordia, annunciano Pace e Liguori, è al lavoro per un progetto finalizzato all’acquisto di un terreno su cui costruire una sede autonoma, per la cui riuscita occorrerà reperire fondi. Oggi la sede operativa è parzialmente idonea e per la quale si paga il fitto e le tasse relative ai servizi (acqua, tarsu, ecc.). All’orizzonte neppure si intravede la possibilità di avere una struttura utile in concessione comunale, se non come speranza. Inoltre la futura sede sociale prevede per la realizzazione il contributo di quanti generosi e solidali cittadini offriranno un mattone ,su cui verrà impresso il nome del generoso, che in tanti si spera contribuiranno alla realizzazione dell’ambizioso progetto che ,tra l’altro, prevede anche l’occupazione di altri 5 volontari. Cosa da non sottovalutare di questi tempi. Un stand sempre della Misericordia, proponeva ai presenti delle uova di Pasqua e degli orologi personalizzati il cui ricavato è destinato, dichiarano Liguori e Pace, all’attivazione del servizio di telesoccorso, che consentirà soprattutto agli anziani di poter contare su di un servizio di assistenza extra, come il fare la spesa, il recarsi in farmacia per l’acquisto di farmaci, ecc, a cui penseranno gli splendidi volontari. Altra novità è che-si è detto- S.E. il Vescovo Nunzio Galantino ha annunciato, di recente, che il prossimo 8-9 e 10 Aprile la Conferenza Episcopale Calabria, quest’anno si riunirà a Cassano all’Jonio e l’incontro religioso si terrà nella Sala San Francesco del Miramare Palace Hotel in Trebisacce.

Francesco Lofrano

323total visits,1visits today