Catanzaro-22/03/2013:A 3: «Importante completarla, necessario garantirne comunque efficienza e sicurezza». La Quarta commissione presieduta da Gallo promuove audizione dell’Anas.

COMUNICATO STAMPA

A 3: «Importante completarla, necessario garantirne comunque efficienza e sicurezza».

La Quarta commissione presieduta da Gallo promuove audizione dell’Anas.

 

 

 

«L’autostrada va completata, e pure in fretta. Ma nell’attesa che ciò avvenga, va comunque assicurata la sicurezza sull’intera tratta, con l’adozione dei necessari accorgimenti».

È il commento che il presidente della Quarta commissione consiliare regionale, Gianluca Gallo, riserva alla scelta, adottata all’unanimità dalla medesima Commissione, di procedere all’audizione dei rappresentanti dell’Anas al fine di ottenere chiarimenti ed impegni certi in relazione ai lavori in corso lungo l’autostrada Salerno-Reggio Calabria anche alla luce delle recenti dichiarazioni del ministro alle infrastrutture Corrado Passera, che agli inizi di marzo, inaugurando la carreggiata nord del V macrolotto, aveva assicurato il dimezzamento entro l’estate dei tratti a corsia unica ed il completamento, non oltre la fine del 2013, dei cantieri in opera. «Da ciò che il ministro Passera ha confermato – spiega Gallo – emerge un duplice bisogno: da un lato, quello della verifica puntuale dei tempi indicati; dall’altro, quello dell’avvio di un confronto sul destino di 58 chilometri di rete, per lo più in territorio cosentino, per il cui ammodernamento non sono stati ancora neppure stati stanziati i fondi necessari». Prosegue Gallo: «Rispetto a ciò, l’intera classe dirigente calabrese è chiamata all’impegno comune, per ottenere risposte, finanziamenti e celerità. Ma al tempo stesso, una giusta battaglia di civiltà non può distogliere l’attenzione da ciò che comunque l’Anas può e deve fare subito». Ovvero: «Anche nei tratti della rete autostradale calabrese in attesa dei finanziamenti che ne garantiranno il rifacimento, occorre assicurare gli standard di sicurezza imposti dalla legge e, ancor prima, dal buon senso e dalla logica: in più punti di essi sono presenti vecchi guard rail non più a norma; molti svincoli sono carenti di illuminazione, il piano stradale si presenta segnato da vistose e pericolose anomalie ed è del tutto assente l’asfalto drenante. A questa situazione è urgente porre rimedio da subito, senza essere costretti ad attendere i tempi tecnici della progettazione e del finanziamento, che da soli, per tacere di quanto servirà aspettare per la fase esecutiva, porteranno via anni».

498total visits,1visits today