Oriolo-29/06/2013: L’UDC: SS 481, L’IMPEGNO CONTINUA

Nuova immagine1Nuova immagine2

COMUNICATO STAMPA

 

SS 481, L’IMPEGNO CONTINUA

 

In occasione dell’ inaugurazione della sezione Udc di Oriolo, era emerso dall’intervento del consigliere Brancaccio che, uno dei punti di maggiore interesse per il nostro gruppo consiliare e per la nostra sezione è il completamento della SS. 481 . Un progetto che in ogni occasione utile abbiamo sempre cercato di riproporre con forza.

 Grazie anche all’on Gallo (presidente della IV commissione regionale) questa volta l’appello non è caduto nel dimenticatoio.

Come abbiamo sempre detto, per il bene del nostro Paese, non abbiamo problemi a cercare il dialogo con la maggioranza consiliare su questioni che reputiamo importanti per Oriolo, nella consapevolezza del nostro ruolo di opposizione e delle importanti differenze con l’attuale maggioranza. 

Proprio in questo senso, lo scorso febbraio, abbiamo cercato un confronto ed abbiamo partecipato come gruppo consiliare ad una Giunta allargata al fine di presentare le osservazioni al redigendo PRT e chiedere “l’inclusione del completamento della SS. 481 della Valle del Ferro, dalla Basilicata (Sinnica) alla SS. 106 jonica presso Roseto Capo Spulico, (SS. 481 per il collegamento dell’Alto Jonio alla Lucania Meridionale) fra le opere strategiche materiali della Regione Calabria ed il reinserimento dell’opera nel PRT della Regione Calabria” Delibera Giunta Comunale del 15/2/13 n. 18;

dando seguito a quanto più volte espresso, il 10 giugno 2013 una delegazione della sezione  ( il segretario Santagata, Bonamassa, Corrado) unitamente ad una delegazione del gruppo consiliare (Brancaccio, Diego), è stata ricevuta presso l’assessorato ai trasporti della Regione Calabria, dall’assessore On. Luigi Fedele e dal presidente della IV commissione regionale On. Gianluca Gallo al fine di caldeggiare questa soluzione infrastrutturale.

In questa occasione è stato possibile illustrare il progetto e consegnare di persona una copia della richiesta di reinserimento dell’opera nel Prt.

Sia il presidente Gallo, il quale già conosceva il progetto ed ha contribuito a fornire elementi utili a

comprendere l’importanza dell’infrastruttura, sia l’assessore Fedele hanno manifestato grande interesse.

L’assessore  Fedele, ha voluto  rimarcare la rilevanza del progetto interregionale ( Calabria Basilicata) ed al vasto potenziale che il completamento della SS. 481 garantirebbe, inteso come raccordo terminale sullo Jonio, ad integrazione delle infrastrutture interregionali e nazionali ad esse collegate.

Il presidente Gallo  ha rinnovato la sua disponibilità a continuare ad impegnarsi per questo progetto, poichè questo risulterebbe di importanza nevralgica non solo per Oriolo;  una  porta verso il Pollino che valorizzerebbe l’intero comprensorio, rendendo l’Alto Jonio Cosentino centro di un flusso; una infrastruttura che agevolerebbe notevolmente i collegamenti verso nord e che agevolerebbe quindi, anche quelle attività imprenditoriali che si avvalgono prevalentemente di trasporto su gomma ( minori costi/minore tempo).

L’assessore Fedele ed il Presidente Gallo, hanno accolto positivamente l’invito a continuare il confronto sul tema questa estate ad Oriolo; nessuna promessa per il progetto la cui realizzazione necessita di cifre che la Regione non può garantire, ma l’impegno a discutere e valutare insieme le strade percorribili.

 

Noi non possiamo che essere soddisfatti.

Ci teniamo a ringraziare l’assessore Fedele per l’accoglienza e la disponibilità manifestata,  il Presidente Gallo per il significativo impegno profuso e per l’attenzione alle istanze di Oriolo.

Per quanto ci riguarda, siamo consapevoli che la continuazione della SS. 481 non è semplice;   

non ci piace fare proclami tantomeno facili promesse da campagna elettorale, ma allo stesso tempo continuiamo a portare avanti con determinazione le istanze che riteniamo vitali per questo territorio.

Semplicemente facciamo ciò che diciamo e diciamo quello in cui crediamo.

Siamo convinti che Orio e questo territorio possano e debbano avere un futuro dignitoso, che si possa avere un politica responsabile e seria.

Cerchiamo di portare avanti questi valori con serenità e trasparenza, quei valori richiamati anche da Papa Francesco :

 Coinvolgersi nella politica è un obbligo, per un cristiano. Noi cristiani non possiamo giocare da Pilato, lavarci le mani: non possiamo. Dobbiamo immischiarci nella politica, perché la politica è una delle forme più alte della carità, perché cerca il bene comune”.

 

Gruppo consiliare Udc

Udc Oriolo

464total visits,1visits today