Trebisacce-22/11/2013:Al via la celebrazione della settimana Unesco con l’IPSIA, il Filangieri e i Licei

Foto5238[1]Foto5239[1]Foto5240[1]Foto5240[1]-1Foto5242[1]Foto5243[1]Locandina-Unesco-DESS-2013Foto5219Foto5220Foto5221Foto5223Foto5224Foto5228Foto5230Foto5231Foto5232Foto5233Foto5234Foto5235Foto5226Foto5227

Trebisacce:22/11/2013

Tra le 425 poche  iniziative promosse dall’Unesco sull’intero territorio per celebrare la settimana dedicata al Decennale di Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS), il C.P. Unesco di Trebisacce, presieduto da Franco Maurella, ha inteso essere presente  sullo sviluppo della complessa tematica, organizzando due giornate di incontri con gli studenti delle scuole superiori. E’ toccato essere protagonisti il 22 novembre all’Ipsia e al Filangieri e lo scorso sabato 23 al liceo scientifico e classico. All’Ipsia i saluti della dirigente Adriana Grispo hanno aperto i lavori che sono stati coordinati da Mirella Franco che ha subito dato la parola al primo cittadino Franco Mundo per il saluto istituzionale. Gli studenti i veri destinatari dell’iniziativa e i veri protagonisti che, seppure guidati dai docenti, hanno dato prova del loro talento testuale e dialettico durante il corso dei numerosi e puntuali  interventi sul tema: “I paesaggi della bellezza:dalla valorizzazione alla creatività”,che il c.p. Unesco ha esteso inserendo la “Creatività storica dei paesaggi nella Magna Grecia. Natura,uomo, coesione”. Ricostruita in miniatura anche la famosa capanna di Broglio, recentemente distrutta da un incendio, e presentata durante i lavori condotti dagli studenti della IVC Elettrico con la docente Crea. Ottimi e comprensibili gli interventi del docente-ricercatore di Archeologia Alessandro Vanzetti  e del Geologo  Giuseppe Ferraro che hanno disquisito sulle trasformazioni dell’ambiente nelle varie epoche e le cause dei cambiamenti climatici e ambientali verificatesi nei secoli e a cui assistiamo ancora oggi. Anche la enogastronomia ha giocato un ruolo di primo piano. Gli studenti,infatti, con i docenti del corso Alberghiero hanno preparato dei piatti tipici di un tempo a tema:fagioli con cicorie e cinghiale associandovi del vino “Donaldo” che hanno rinverdito la memoria storica degli antichi pasti come momento sociale e nello stesso tempo soddisfatto il palato dei presenti. Al Filangieri alle ore 11 ad attendere gli ospiti le bellissime Hostess e in esposizione le tele di paesaggi a tema dell’artista Franco Abate. Il saluto della dirigente  Domenica Franca Staffa ha introdotto e avviato i lavori. E dopo il saluto del presidente Club Unesco Franco Maurella, gli studenti seguiti dalla docente di Geografia Economica Giulia Blanco si sono succeduti al microfono con interventi variegati, a tema ed esaustivi ricevendo applausi corali a iosa. Tutte le bellezze naturali dei paesi dell’Alto Jonio e non solo, hanno trovato spazio per una necessaria e consapevole  valorizzazione del nostro territorio e poter pensare a un potenziale sviluppo anche economico dello stesso. Sabato la mattinata ha visto protagonisti gli studenti dei licei e dopo il saluto e la introduzione della dirigente scolastica Elisabetta Cataldi si sono succeduti i relatori Giorgio Delia, docente di lettere,Geltrude De Rose,docente di Storia dell’Arte,i relatori ufficiali Ferraro e Vanzetti e gli studenti che con le loro circostanziate ricerche hanno impreziosito l’evento.

Franco Lofrano

221total visits,1visits today