Trebisacce-17/12/2013:Il Sindaco Franco Mundo e l’assessore Saverio La Regina scrivono al Presidente della giunta Regionale Giuseppe Scopelliti

On.le

Giuseppe Scopelliti

Presidente –Giunta Regionale

Commissario ad ACTA per la Sanità

CATANZARO

Egregio sig. Presidente,

apprendiamo che il Tavolo Massicci nella seduta del 4 Dicembre u.s. ha rilevato:”…….la necessità che la Regione accompagni eventuali rimodulazioni della rete con adeguate analisi sulla modifica dei fabbisogni e che si faccia carico, prioritariamente di garantire che le cure in tali presidi possano avvenire in condizioni di sicurezza e di qualità”.

Orbene, alla luce di tali indicazioni corre l’obbligo, anche in virtù di quanto Ella ci ha comunicato formalmente con lettera dello 07.02.2013 che la Regione integri al più presto il piano operativo prevedendo per l’ospedale di Trebisacce l’istituzione di divisioni, di servizi e di personale, necessari per garantire la sicurezza dei pazienti e la qualità delle prestazioni, anche nell’ambito del rispetto dei LEA per la parte Jonio Nord della Calabria.

Noi abbiamo apprezzato la sua disponibilità a correggere un chiaro ed evidente errore nella riorganizzazione della rete ospedaliera, ma anche per quanto emerso a seguito della riconversione-chiusura di alcuni ospedali, tra cui Trebisacce per l’impossibilità oggettiva e organizzativa degli ospedali SPOK e HUB di fornire cure adeguate, soprattutto in emergenza.

Ella in pubblico ha più volte affermato che tale errore deve essere corretto!!

Le nostre popolazioni già fortemente afflitte dalla mancanza di lavoro e di servizi, non possono certamente ancora vivere in condizioni di assoluto abbandono.

Tutto ciò è necessario anche per non rendere vano, per come rilevato sempre dal Tavolo Massicci, l’attività avviata dal Direttore Generale dell’ASP  di istituzione della lungodegenza-RSA, ambulatori di cardiologia e altri servizi,  intorno ai quali possono sorgere ulteriori attività ospedaliere e soprattutto avviare operativamente l’istituzione del Pronto Soccorso.

Peraltro in questo ultimo anno, l’emigrazione sanitaria, proprio per la chiusura degli  “ospedali di frontiera” di Trebisacce e Praia a Mare, è aumentata sensibilmente aggravando la migrazione sanitaria verso le regioni confinanti e per l’effetto le passività finanziarie per la Regione Calabria.

Il passo è breve! Pur comprendendo le difficoltà economiche  non si può certo prescindere dal garantire cure sanitarie ai cittadini del vasto comprensorio dell’Alto Jonio Cosentino.

Confidiamo, pertanto, nella Sua sensibilità e insieme ai colleghi sindaci, Le chiediamo un incontro urgente proprio per discutere e magari programmare unitariamente le integrazioni richieste dal Tavolo Massicci che, Ella, in ogni caso, vorrà e saprà dare per istituire servizi sanitari adeguati ed efficienti anche per affrontare le emergenze-urgenze, che sono il vero problema per le nostre popolazioni e per quanti transitano lungo le importanti arterie stradali della fascia jonica.

Sicuro di un positivo immediato riscontro, La salutiamo cordialmente e Le formuliamo i migliori auguri di Buon Natale.

 

Trebisacce lì, 17.12.2013

 

Ass. Alla Sanità                                                                            Il Sindaco

Dott. Saverio La Regina                                                       Avv. Francesco Mundo

218total visits,1visits today