Trebisacce:02/02/2014: Brunella De Paola espone in una collettiva le sue opere a Firenze-Galleria Merlino-

 

Trebisacce:02/02/2014

 

Brunella De Paola, artista talentuosa, ha esposto la scorsa domenica, 2 febbraio, alcune opere in una mostra collettiva tenutasi, e ancora in corso sino al 12 febbraio,  presso la Merlino bottega d’arte,  in Via delle Vecchie Carceri a Firenze-Le Murate. Ben 24 artisti si sono confrontati sui temi dell’astrattismo e realismo: Horst Beyer, Benedetta Casagrande, Salvatore Circelli, Simone Cois, Agostino Curto, Brunella De Paola, Lorena Federici, Elena Ferro, Marta Fiorentini, Rosa Fortunato, Lucia Gungui, Nurel  Hoda, Giuseppe Inglese,Ilaria Ingrosso,Paolo Oliva, Francesca Paola Petruzzellis, Sebastiano Plutino,Tobia Polese, Andy Rivieni II,Lucia Rochieri, Roberta Sirignano,Elisa Spagnoli, Desy Vanni, Angela Vecchio. Certamente diversi gli stili e le tecniche pittoriche,ma sicuramente tutti accomunati da una passione innata e straripante per l’arte. Diverse le località di provenienza dei 24 artisti che si sono dati appuntamento nella bella Firenze, città culla dell’arte, dove ogni strada del centro, ogni viuzza, presenta al turista, anche occasionale, un mondo culturale da assaporare e scoprire. Vi è tanto da osservare, tanto su cui riflettere e tanto su cui dire:”mi farebbe bene riprendere i libri e studiare e non per conoscere tutto,ma solo per non sentirmi schiacciare dall’ignoranza”. Gli Uffizi ne sono un esempio, per parlare di artisti ormai immortali e consegnati alla storia. Dinanzi ai maestri dell’arte è difficile per chiunque proporsi al severo giudizio della critica e del pubblico. Ma questi 24 artisti vogliono crescere, confrontarsi, emulare i Grandi e nel contempo dare linfa alla loro passione e provare se stessi e migliorare o continuare il percorso. Brunella De Paola di Trebisacce, ha la scorsa estate superato la severa critica del Prof. Vittorio Sgarbi, invitato a Trebisacce dall’amministrazione comunale, che ha apprezzato proprio una tela di Brunella tra le tante in esposizione. E poi basta guardare una sola tela raffigurante un sasso della spiaggia trebisaccese per capire a distanza che si tratta di Brunella. E’ riuscita negli anni e con l’impegno a darsi una identità, a farsi riconoscere in originalità e per l’ amore che nutre per le proprie radici, per la propria terra che con le sue opere porta in giro in ogni suo appuntamento artistico-culturale. Ilaria Ingrosso, di Mantova,seppure da soli tre anni ha trovato il coraggio di proporsi e di produrre tele con il suo super-realismo semplice da percepire nelle tele esposte, è riuscita a catturare l’attenzione degli intervenuti e ad incassare meritati complimenti. Gli esempi potrebbero continuare a lungo in questa bella collettiva,ma il numeroso gruppo continuerà ad esporre e a farsi apprezzare, nel rispetto dell’originalità che ogni singolo artista propone. L’incontro di Firenze segna soltanto una delle tappe del loro percorso di artisti, ma qui o altrove si sentirà ancora parlare di loro e bene.

 

Franco Lofrano

Foto5336Foto5321Foto5322Foto5323Foto5324Foto5325Foto5326Foto5326 Foto5327Foto5328Foto5329Foto5330Foto5331Foto5332Foto5333Foto5334Foto5335

437total visits,1visits today