Trebisacce-28/02/2014: Auguri al neo dottore Francesco Cataldi

10000028_231442927045522_1190610013_n1615032_231442787045536_2132948043_nAuguri al neo dottore Francesco Cataldi. Già studente modello del “G.Filangieri” di Trebisacce, presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti , il 27 dello scorso mese di Febbraio 2014, ha conseguito la laurea Triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive e con  brillante votazione. Il giovanissimo Francesco Cataldi, del 1990, è nato a Trebisacce, figlio del carissimo amico Antonio (Alias Tonino per gli amici), stimato docente di Scienze Motorie del Filangieri ed è proprio il caso di dire:figlio d’arte! e della signora Angela Pellitta, dottoressa in Scienze Biologiche, ma per sua scelta si è dedicata interamente alla famiglia facendo registrare risultati eccellenti per la prole : il primo dei tre figli Fedele si è laureato in Psicologia, Francesco in Scienze motorie e tra poco toccherà a Marco laurearsi in Mediazione linguistica e comunicazione interculturale. Ha discusso la tesi dal titolo: ”La medicina dello sport quale mezzo di prevenzione del diabete” e il relatore il Chiarissimo Prof. Patrizio Ripari si è complimentato per la brillante esposizione del Cataldi. Presenti alla seduta di laurea tutti i parenti stretti e gli amici. A partire dai genitori Tonino e Angela. che, visibilmente commossi alla fine della seduta di laurea, hanno dichiarato: “Siamo commossi, ma nello stesso tempo orgogliosi che Francesco abbia raggiunto questo giorno di gioia immensa, che corona e ripaga dei tanti sacrifici fatti. E’ la giusta ricompensa che spetta a chi si impegna tanto nello studio, nonostante le mille difficoltà che la vita oggi presenta”. E ancora lo stesso Francesco seppure con gli occhi umidi e con l’emozione in gola: “ Non posso nascondere la mia gioia, ma sento forte il dovere di ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre incoraggiato e sostenuto” e stringendo la mano della sua fidanzata ha esternato: “Un grazie di vero cuore a tutti voi che siete intervenuti nel mio giorno di festa. Grazie ancora.”. Gli zii e la cugina venuti da Napoli abbracciandolo con affetto si sono simpaticamente complimentati e poi per rompere quel momento pieno di emozione: “Francè, mò pinsami a mangià che l’ora è arrivata!”.
L’ innata determinazione gli ha fatto percorrere la strada della cultura, dello sport e oggi del successo e anche quella dell’amore che completa con gioia la sua vita. Siamo arci contenti anche noi amici e conoscenti perché non ha disilluso le nostre e le sue aspettative e siamo certi che continuerà su questa strada”. Al giovanissimo neo dottore e alla famiglia tutta, giungano gli Auguri più belli per un futuro sempre ricco di successi da parte della redazione del mensile “La Palestra”.

305total visits,2visits today