Rocca Imperiale-12/08/2017: Lungaretti per il lungomare: Anfiteatro e Percorso della Salute

Salvatore Lungaretti

Rocca Imperiale:12/08/2017

Lungaretti per il lungomare: Anfiteatro e Percorso della Salute

Il nuovo lungomare, inaugurato lo scorso 3 agosto, alla maggior parte dei cittadini piace ed è molto frequentato e piace anche ai cittadini dei paesi vicini che vengono in tanti e volentieri a visitarlo, ma piovono suggerimenti a iosa per migliorarne la funzionalità. Al sindaco Giuseppe Ranù i cittadini chiedono, tra i tanti interventi aggiuntivi, anche quello di attenzionare l’attività fisica, non agonistica. Nell’impegno politico, già annunciato, dell’amministrazione Ranù vi è il prolungamento dell’attuale lungomare per raggiungere quello di Nova Siri. Potrebbe anche trovare attendibilità l’ipotesi che nella fase di progettazione si possa prevedere di inserire anche questa voce, euro permettendo. Tanto per citarne una di voce vi è quella del cittadino Salvatore Lungaretti che scrive su Fb al primo cittadino:” Signor Sindaco Giuseppe Ranù, con la presente Le vorrei chiedere un altro piccolo sforzo, anzi due, riguardante il lungomare e le zone adiacenti. Le scrivo a nome di tutti coloro che amano fare attività fisica polivalente di tipo non agonistico. Le chiedo di prendere in seria considerazione la possibilità di creare a ridosso e per tutta la lunghezza del lungomare un “Percorso della Salute” che andrebbe a completare le postazioni di attrezzi isotonici già presenti sul lungomare. Inoltre Le chiedo, se non vi sono altre opzioni in atto, di trasformare la piazzetta del lungomare in direzione di Via Lido in Anfiteatro. Credo che vi sia predisposizione e spazi sufficienti per poterla trasformare e utilizzare in un modo diverso e, a mio modesto avviso, più congeniale. So di aver chiesto tanto e forse troppo ma, delle due richieste Ve ne sarei davvero grato se almeno una venisse presa in seria considerazione. Grazie!”. Così Pino Affuso ha avanzato l’idea progettuale di un porticciolo turistico. E ancora Mimmo Oliveto vorrebbe vedere coperti e abbelliti con fiori almeno i tre principali canali di scolo sul lungomare.  La partecipazione attiva dei cittadini è un fatto nobile e democratico e le richieste legittime, ma occorre fare i conti con il bilancio, dando già per scontata la volontà politica.

Franco Lofrano

575total visits,1visits today