ALTO JONIO-18/09/2017: Il giovane chef Michele Rizzo finalista a Verona


Michele-Rizzo-e-Valerio-Laino

ALTO JONIO Il giovane chef Michele Rizzo, originario di Albidona e quindi anche lui figlio dell’Alto Jonio, titolare del noto ristorante a base di pesce “Agorà” di Rende, è stato tra i cinque finalisti alla kermesse culinaria svoltasi a Isola della Scala in provincia di Verona nel corso della Fiera del Riso e del VII Concorso nazionale denominato “Il Risotto del Sommelier”. Assieme al collega-chef Valerio Laino di Cerchiara di Cerchiara, Michele Rizzo ha preparato in diretta la sua creazione: un risotto mantecato condito con pecorino Crotonese Dop, con gocce di ‘Nduja” e una spruzzata di succo di Limone di Rocca Imperiale. Il piatto, molto apprezzato, è stato quindi preparato con l’utilizzo di prodotti made in Calabria: oltre al rinomato riso di Sibari, il pecorino dell’arte casearia crotonese, la caratteristica e piccante ‘Nduja” originale di Spilinga (CZ) e il fragrante aroma del pregiato limone IGP di Rocca Imperiale e, per esaltare il piatto, Michele Rizzo ha scelto l’abbinamento con il Mantonico 2014 delle Cantine “Statti” di Lamezia Terme. “Aanche quest’anno – ha affermato Maria Rosaria Romano presidente dell’AIS (associazione italiana sommelier ) della Calabria – abbiamo colto l’occasione per sottolineare che nella nostra terra c’è una ricchezza  importante di prodotti tipici e una secolare tradizione di riso e di risaie che i sommelier dell’Ais da tempo sono impegnati a far conoscere e valorizzare”.

Pino La Rocca

409total visits,1visits today