Trebisacce-23/11/2017: INPS:Mantenere i servizi e gli uffici presenti sul territorio comunale e, semmai, potenziare quelli esistenti e ripristinare quelli che sono stati finora soppressi.

User comments

TREBISACCE Mantenere i servizi e gli uffici presenti sul territorio comunale e, semmai, potenziare quelli esistenti e ripristinare quelli che sono stati finora soppressi. E’ in questa ottica che si muove l’esecutivo comunale che nei giorni scorsi, attraverso apposite Delibere di Giunta, ha formalmente richiesto il mantenimento dello “status quo” relativo all’autonomia degli Istituti Scolastici presenti sul territorio comunale e, semmai, il loro potenziamento ed inoltre il ripristino del gabinetto diagnostico per l’accertamento delle invalidità e per l’accesso alla Legge 104 presso la sede INPS Trebisacce. Il tutto per ridurre i disagi delle popolazioni che gravitano attorno alla cittadina jonica e per mantenerne, di conseguenza, la centralità sia nell’erogazione dei servizi che nella frequentazione degli Istituti Scolastici Superiori da parte di studenti provenienti da tutto l’Alto Jonio e dalla vicina Basilicata che confermano per la cittadina jonica il ruolo di Centro-Studi di dimensione comprensoriale. Con i 508 studenti dell’Istituto ITI Ipsia “E. Aletti”, i 412 dell’ITCG “G. Filangieri”, i 591 del Liceo “G. Galilei” ed i 925 dell’Istituto Comprensivo “C. Alvaro”, sono infatti oltre 2.500 gli studenti che giornalmente frequentano le scuole di Trebisacce. Una popolazione scolastica enorme, come si vede, che la cittadina jonica vuole continuare a servire perché essa, attraverso l’idotto,contribuisce a vivacizzare il tessuto economico e sociale e ad arricchire le risorse culturali della comunità. E’ in questa ottica, dunque, che l’amministrazione comunale, in occasione della stesura del Piano di Dimensionamento Scolastico in cui ogni anno è impegnato l’Ufficio Scolastico Regionale ha formalmente chiesto il mantenimento dell’autonomia degli Istituti Scolastici presenti e semmai il loro potenziamento. Stesso discorso per il Gabinetto Diagnostico presso la locale Agenzia INPS che risultava molto comodo per le popolazioni dell’Alto Jonio e che, con il solito pretesto della riorganizzazione dei servizi, è stato inopinatamente disattivato. I questa ottica la Giunta Comunale guidata dal sindaco Franco Mundo ha avanzato formale istanza di ripristino del servizio delle visite mediche collegiali di prima istanza, sia per il riconoscimento dell’invalidità civile che per altre patologie.

Pino La Rocca

 

72total visits,2visits today