Trebisacce-16/12/2017: Al Filangieri la Giornata del Migrante

Trebisacce:16/12/2017

Al Filangieri la Giornata del Migrante

 

Gli studenti del Filangieri, in occasione della Giornata del Migrante, si sono riuniti, stamattina, in aula magna, su disposizione della dirigente scolastica Prof.ssa Consolata Piscitiello, per assistere alla proiezione del docu-film “Redemption Song”. E’ stato questo uno dei momenti di riflessione sul delicato e complesso tema che si inserisce nel programma delle iniziative promosse dall’amministrazione comunale. Eccovi la trama: Il documentario Redemption song intona il canto di redenzione che l’africano Cissoko sogna per la sua gente e la sua terra. Nel momento più caldo delle migrazioni e degli sbarchi sulle coste europee, il profugo di guerra Cissoko decide di tornare in Africa per allertare i suoi fratelli sui rischi di questa emigrazione: qualora non si sia costretti a fuggire da guerre o persecuzioni, l’invito è una riflessione personale e collettiva, che li porti a riconsiderare il valore del vivere nella propria terra. Quest’inno al riscatto, dall’Ile de Gorée, l’isola della tratta, lo porta fino in Brasile ad omaggiare i discendenti degli schiavi che tuttora mantengono vive le origini africane. Colmo di queste suggestioni continua a girare di paese in villaggio dalla Guinea al Senegal, rivolgendosi instancabilmente alla sua gente, supportato da alcuni amici musicisti e rilanciando il cuore del messaggio di Thomas Sankara: “Produciamo in Africa e consumiamo in Africa. Vivere all’africana è il solo modo di vivere liberi e degni”. Redemption Song è prodotto da Solaria Film e LAGO Film ed è distribuito da Movimento Film.
E’ riconosciuto di Interesse Culturale con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Ha vinto il Riconoscimento RAI CINEMA ed è patrocinato da Amnesty International con la seguente motivazione: “Redemption song” è un’opera assolutamente originale, che si distingue in un panorama molto ricco di documenti filmati sull’immigrazione. Non parla solo dell’andata, ma anche del ritorno e del viaggio e della scoperta, come desideri primari, insopprimibili dell’essere umano. La cittadina jonica, confermando la propria vocazione all’accoglienza e all’inclusione sociale, in occasione della Giornata Internazionale del Migrante istituita nel 2000 dall’ONU e in programma lunedì 18 dicembre, ha organizzato la V Edizione della Giornata del Migrante. L’ha promossa l’Amministrazione Comunale-Assessorato alle Politiche Sociali, all’Immigrazione ed ai servizi per l’Infanzia guidato dal vice-sindaco Giulia Accattato in collaborazione con il Terzo Settore e con gli Istituti Scolastici di Trebisacce. Si è svolta, con un ricco programma di eventi, per tutta la mattinata di lunedì 18 dicembre ad iniziare dalle ore 9.00 presso il Palazzetto dello Sport di Contrada Rovitti e avrà come protagonisti i tanti emigranti che hanno trovato accoglienza e inclusione sociale a Trebisacce e nell’Alto Jonio. Gli stessi migranti che, in giro per l’Italia, troppo spesso sono condannati all’invisibilità e sempre più esposti a sentimenti di rifiuto, di intolleranza e di razzismo. Si tratta dunque, secondo le intenzioni degli organizzatori, di un momento importante -per riflettere e per riconoscere il contributo di milioni di migranti allo sviluppo e al benessere di molti paesi del mondo; per porre fine a tutte le forme di abuso e violenza contro i migranti e le loro famiglie; per invitare i governi di tutto il mondo a ratificare la Convenzione ONU sui lavoratori migranti e -per richiamare i governi ad un’assunzione di responsabilità rispetto ai diritti dei migranti. Alla manifestazione, oltre alle autorità cittadine e ad una larga rappresentanza di studenti, saranno presenti S.E. il Vescovo della Diocesi Mons. Savino sempre molto sensibile verso le problematiche che riguardano gli “ultimi” e inoltre il dr. Francesco Mollo Responsabile della Comunicazione di LAGO-FILM e El Nagar Magd nelle vesti di Mediatore Culturale. Dopo il saluto istituzionale del sindaco Franco Mundo e dell’Assessore Giulia Accattato è seguito un dibattito con gli studenti sullo scabroso tema dell’immigrazione a cui ha fatto seguito, come sempre, una partita di calcio tra una squadra interculturale formata dagli studenti immigrati che frequentano gli istituti superiori lo cali e la squadra dell’ASD Trebisacce “Over 40” guidata dal prof. Pasquale Corbo a cui ha fatto seguito la premiazione dei vincitori e la consegna dei doni natalizi. A sostenere come fans i giovani calciatori un nutrito gruppo di studenti del Filangieri e altri.

Franco Lofrano

293total visits,1visits today