Trebisacce-15/05/2019: All’ITS “Filangieri” il Corso per il Turismo affronta il Turismo Religioso

progetto-Turismo-religioso-pdf

COMUNICATO STAMPA

  • Percorsi per  le  Competenze  Trasversali  e  per  L’Orientamento –

“IL TURISMO RELIGIOSO”

 Corso Turistico ITS FILANGIERI di Trebisacce  , A.S. 2018/2019

 

 

 

 

.Nell’ambito dei percorsi della ex ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO , oggi corrente sotto la sigla PCTO ossia PERCORSI per le COMPETENZE TRASVERSALI e per l’ORIENTAMENTO ,  presso l’ITS FILANGIERI di TREBISACCE  ed in particolare nel Corso Turistico è stato approvato dal  Cdc della III A TUR  , sostenuto dalla D.S. Prof.ssa Laura Gioia , ideato dal Prof.Lucio Bonifati , supportato dal Prof. Peppino Giovazzino in qualità di Tutor scolastico , un progetto che sicuramente farà parlare di sé , lascerà traccia sul territorio e nel mondo scolastico regionale . Trattasi di uno studio di fattibilità di una ADV  (AGENZIA di VIAGGI  ) , creata in forma di IMPRESA SIMULATA dagli studenti  che nell’ambito delle sue peculiarità costruisce , predispone , crea un PACKAGE  ( Pacchetto ) nell’ambito del TURISMO RELIGIOSO  di rito GRECO-ORTODOSSO da proporre a clientela RUSSA e RUMENA  , al fine della VALORIZZAZIONE di un territorio quale il nostro in cui la presenza di tante COMUNITA’ ARBRESHE e di un MONDO a tanti sconosciuto potrebbe essere VEICOLO trainante di SVILUPPO ECONOMICO .

Proprio così , gli studenti , 16 della classe terza e 2 della classe quarta TUR sono appena rientrati da unbreve Tour  che ha dato loro possibilità di accostarsi alle tradizioni  religiose , popolari , enogastronomiche legate tutte ad un filo conduttore , il concetto di OSPITALITA ‘ tipico di queste comunità , concetto questoche è alla base degli studi nel CORSO TURISTICO .

Ma partiamo dall’inizio ; per come previsto questi percorsi prevedono ore in aula svolte per preparare glistudenti ad approcciarsi col mondo esterno sulle tematiche tipiche del progetto . In effetti , in modo trasversale , i docenti delle varie discipline hanno tessuto una tela per dare conoscenze sulla tematica ma anche hanno proposto ed invitato i ragazzi , con cui il progetto è stato CONDIVISO sin dall’inizio , a svolgere alcuni compiti sul campo . Un esempio la raccolta di preventivi d’impianto per la creazione dell’ADV conuna ricerca effettuata nei punti di vendita inerenti  materiale hardware , mobilio , arredi , macchine d’ufficio , cancelleria e quant’altro per la creazione dell’ADV oppure l’analisi dei costi per il trasporto aereo passeggeri  da RUSSIA e ROMANIA nonché quelli del TRANSFER dagli aeroporti di BARI e LAMEZIA TERME v/TREBISACCE luogo di successiva dimora dei turisti interessati a questa forma di TURISMO , quello Religioso di rito GRECO-ORTODOSSO .

Interessate quindi le varie discipline  quali la STORIA dell’ARTE  , col tema dell’ICONOGRAFIA ,  GEOGRAFIA con lo studio delle INFRASTRUTTURE ed i COSTI del Trasporto , le DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI con lo STUDIO di FATTIBILITA’ della stessa ADV , STORIA , RELIGIONE  , DIRITTO  , insomma un mixage che ad oggi ha funzionato alla perfezione , grazie all’abilità dei docenti ed all’applicazione costante dei ragazzi .

Dopo questa prima fase del PROGETTO che sarà spalmato su un triennio , nell’ambito di 150 ore per comeprevisto dall’attuale normativa  , grazie alla disponibilità di interlocutori esterni , esperti ed istituzioni delmondo bizantino la scolaresca ha effettuato tre visite guidate nelle comunità di FRASCINETO , CIVITA  ed aconclusione di questa prima fase LUNGRO , sede dell’EPARCHIA , ove questo anno viene celebrato il CENTENARIO della nascita della stessa Eparchia ( 1919-2019 ) .

Nella visita a FRASCINETO , accolti dal Consigliere con delega alle POLITICHE CULTURALI del Comune  la Dott.ssa CATERINA  ADDUCI , responsabile del Museo delle ICONE e della tradizione BIZANTINA ,gli studenti , accompagnati dai Docenti Lucio Bonifati e Peppino Giovazzino , hanno potuto conoscere usi , costumi  e tradizioni di questo mondo fantastico.

Dopo un’esauriente e brillante presentazione della Responsabile , l’incontro nella Chiesa di Santa MARIA ASSUNTA col parroco ZOTI GABRIEL SEBASTIAN OTVOS di origini rumene , giovane intellettuale che ha affascinato i ragazzi nel suo modo schivo ed elegante di porre l’accento su tutto ciò che a che fare con i riti ,i simboli , i colori , le icone .

Segue la visita al Museo delle Icone dove circa 600  ICONE provenienti da due collezioni private fanno di questa struttura un’eccellenza nel panorama nazionale.

 

 

 

 

 

Dopo un saluto affettuoso ed i ringraziamenti , vista tanta ospitalità data dall’AMMINISTRAZIONE COMUNALE e dalle ISTITUZIONI RELIGIOSE  , il gruppo si è diretto a CIVITA per visitare un borgo che ha fatto ormai da anni , per l’accoglienza , registrare un numero importante di presenze turistiche .  In particolare ,la motivazione è stata quella di far conoscere uno dei tipici ristoranti del posto perché in questo tipo di percorso non può mancare la variabile ENOGASTRONOMIA con i prodotti tipici . Ad accogliere la scolaresca e i docenti il titolare del locale KAMASTRA ;  qui i ragazzi hanno potuto saggiare un piatto tipico della tradizione locale , la DROMESAT,  vedendone la preparazione e degustandola insieme ad  altri tipici prodotti .

Interessante poi la visita alla chiesa di rito greco-ortodosso ove l’Avv. ENZO FILARDI , uno dei promotori del rilancio del borgo , con i suoi racconti legati agli usi e leggende del luogo otteneva  l’ammirazione da parte dei giovani studenti . Una passeggiata sul BELVEDERE delle gole del Raganello ha concluso questa prima visita .

 

 

 

 

 

 

Nella seconda visita guidata , presso la cittadina di LUNGRO , il gruppo dopo una informale e gradita accoglienza da parte di Padre Salvatore SULLA  , Parroco della Parrocchia del Santissimo Salvatore sotto la guida della Prof.ssa MARIA DE FRANCO ,  Esperta delle Tradizioni di rito greco-bizantino ed ACCOMPAGNATORE TURISTICO Pastorale , ha percorso le vie centro storico avviandosi all’EPARCHIA centro e luogo di grande spessore monumentale , artistico , storico – religioso .

Ad attendere Zoti  SERGIO STRAFACE che ha fatto visitare lo splendido Museo Diocesano , allocato all’interno della stessa EPARCHIA ;  qui la GRANDE SORPRESA  per essere ricevuti da SUA EMINENZA il VESCOVO DONATO OLIVERIO .

Figura carismatica , si è intrattenuto con i docenti e gli allievi dapprima spiegando la lunga e travagliata storia dell’EPARCHIA , ricordando poi le celebrazioni che in questo anno sono inerenti al CENTENARIO ,quindi facendo dono ad ognuno del libro “ EPARCHIA di LUNGRO , una piccola Diocesi Cattolica Bizantina per i fedeli Italo-albanesi – precursori del moderno ecumenismo “  ma il momento più alto è stato la Sua ammirazione verso tale tipologia di PROGETTUALITA’ , invitando a perseguire gli obiettivi prefissati e dando massima disponibilità ad una fattiva collaborazione . Di certo , grazie anche all’intermediazione della brillante guida della Prof.ssa Maria De Franco , si terrà ogni possibile contatto con codesta figura Istituzionale di grande elevato spessore culturale ed umano .

Dopo aver immortalato questo storico incontro con una bella foto ricordo ed i saluti , tra le vie del centro Storico ci si è avviati in CATTEDRALE , luogo unico dal punto di vista della BELLEZZA ARTISTICA  ,luogo simbolo dell’ARTE BIZANTINA , ove magnificenza e colori dei  MOSAICI e delle ICONE hanno letteralmente  stregato studenti e docenti . Ancora un incontro qui col parroco Zoti  ARCANGELO CAPPARELLI  , Teologo e grande comunicatore verso i giovani cui ha indirizzato tanti bei consigli sul senso vero della vita , della gioia e ricordando agli stessi di tornare a visitare questi luoghi  continuando il percorso didattico intrapreso . Anche qui una gran bella foto ricordo ed un senso di tristezza nel dover lasciare i luoghi appena visitati . Ma per fortuna non era finita!

Ebbene si un’ultima gradita sorpresa : in una rustica ed antica trattoria di Lungro con l’accoglienza tipica di queste genti , l’invito a pranzo per l’intera scolaresca tra un piatto di STRIGLIE e fagioli ed un po’ di vino rosso .

La partenza  infine , si ritorna a Trebisacce , ma anche ………….. l’inizio di un lungo percorso alla scoperta di un MONDO FANTASTICO , SUGGESTIVO .

                                               Il futuro lo costruiranno questi ragazzi .

 

 

TREBISACCE , Maggio 2019   .

P.S. -Lucio Bonifati : il rito non è quello greco-ortodosso ma GRECO-BIZANTINO 

 

 

 

 

 

 

Foto – immagini di un’esperienza suggestiva , fantastica .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: