Trebisacce-13/07/2019: Misericordia: Al via il progetto “Campi scuola – Anch’io sono la Protezione Civile”

Valentino Pace

 

 

 

 

 

 

 

Anche quest’anno per il dodicesimo consecutivo, la

Vincenzo Liguori

Confraternita di Misericordia di Trebisacce  ha preso parte al progetto “Campi scuola – Anch’io sono la Protezione Civile”, promosso dal Dipartimento della Protezione Civile e nato con l’obiettivo di diffondere la cultura di protezione civile tra le nuove generazioni. Dal 10 giugno  26 ragazzi dai 10 ai 14 anni  presso la location del Campo Sportivo Giuseppe Amerise in località Rovitti  faranno un vero e proprio viaggio all’interno del mondo del volontariato di protezione civile, a contatto con i volontari della Confraternita di Misericordia di Trebisacce.

«Anche quest’anno un gran numero di giovani potranno provare sul campo  cosa significa veramente Protezione Civile», queste le parole del Capo Campo il dinamico Valentino Pace coadiuvato da una macchina organizzativa ormai collaudata «Innanzitutto un coinvolgimento personale e una conoscenza della macchina organizzativa della protezione civile e del settore emergenza delle Misericordie, ma anche, ed è importantissimo, divertirsi e giocare. Così stiamo cercando di implementare il nostro capitale sociale, nuovi volontari che speriamo in futuro vogliano unirsi a noi per essere cittadini attivi e come si dice oggi resilienti, capaci quindi di reagire ai guai che il nostro Paese temiamo ci possa dare anche in futuro come purtroppo a fatto anche nel recente passato»

Tre le aree tematiche che saranno oggetto dell’esperienza dei ragazzi: antincendio boschivo, sistema nazionale della protezione civile, piani di protezione civile, con la presenza fattiva e entusiasta dei Carabinieri , Carabinieri forestali , Guardia di finanza, Vigili del fuoco.

La Confraternita di Misericordia di Trebisacce continua a coltivare i volontari della protezione civile di domani, ma soprattutto i cittadini che si prenderanno cura delle nostre comunità, dei nostri territori e dei beni comuni del futuro. Ed è proprio con l’esperienza dei campi  scuola che si punta a rientrare appieno nel piano strategico di sviluppo del settore protezione civile ed in particolare in quello della formazione e prevenzione. Investiamo in questi giovani cittadini che  costruiranno il loro percorso di cittadinanza attiva e di responsabilità. Corre l’obbligo di augurare loro un grande  in bocca al lupo a tutti loro con la speranza di ritrovarli nella nostra Organizzazione di volontariato  anche dopo questa esperienza come già in tanti hanno fatto.

Corre l’obbligo ringraziare tutti coloro che a vario titolo parteciperanno a questa esperienza partendo dai volontari, dai dipendenti e dalle ragazze e dai ragazzi dei progetti del Servizio Civile Nazionale in servizio presso la Confraternita, la Caritas e il Comune di Trebisacce.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: