Trebisacce-20/08/2019: Antonio Santarcangelo canta con l’arte le bellezze marinare

Antonio Santarcangelo
dav
dav
dav
dav

 

 

Trebisacce:20/08/2019

Antonio Santarcangelo canta con l’arte le bellezze marinare

Per le vie della città si sta consumando l’attesa Notte Bianca ,del 19 agosto,tra musica, bancarelle che propongono di tutto, giocolieri, trampolieri, cornetti caldi, panini con salciccia o carne, mostre d’arte, prodotti tipici e altro ancora e tutti pronti ad accogliere i numerosi ospiti che hanno invaso il Centro e il lungomare spassandosela allegramente. Sulla Via A. Lutri, all’interno della Pescheria “Barone” attrae l’attenzione dei passanti l’accattivante Mostra Artistica Marinara trebisaccese dell’artista locale Antonio Santarcangelo. I diversi cavalletti sistemati con ordine propongono e supportano le opere dell’artista sul tema della marineria trebisaccese. I colori e i soggetti carpiscono l’attenzione dei passanti e basta entrare perchè il sorriso cordiale e pronto dell’artista accoglie il visitatore. Si scopre subito che Tonino Santarcangelo dipinge col cuore, che ama la propria terra ed è sempre legato ai ricordi di giovinezza verso gli antichi e tradizionali mestieri di cui piange il triste tramonto. Dipinge con la sua creatività innata e non proveniente da studi accademici, le bellezze del proprio paesaggio che ammira da sempre e che egli ripropone sempre meraviglioso e suggestivo. Oltre alla tradizionale tela l’artista si serve di pezzi di intonaco e di pezzi di mattoni che riesce ad impreziosire dipingendovi immagini originali che riportano al tema della mostra. I pesci, le code di esemplari ittici, le barche spinte dal vento, i colori del mare fanno percepire l’estro artistico di Santarcangelo. A opera compiuta diventa facile capire il soggetto e il pensiero espresso nell’opera dall’artista, ma nel mentre avviene la realizzazione sarebbe molto difficile capire l’obiettivo finale perché tutti rimarremmo sorpresi dall’esito finale. Le forme assumono la loro valenza ed efficacia in divenendo, senza un progetto chiaro e solo operando e continuando a operare vengono alla luce e consegnate all’eternità le fastose marine ricche di azzurro, le code dei pesci che danno l’idea del movimento creando quelle acque marine spumeggianti dal sapore reale dello Jonio. Nelle opere di Santarcangelo si percepisce il talento di chi si è costruito da solo, senza maestri. Tonino Santarcangelo si apre con le sue opere al canto delle bellezze della propria terra. E così canta il mare, la natura, i paesaggi e tutto ciò che il suo cuore ama. E così ci accorgiamo che l’artista stesso mentre ci presenta le opere ne riceve piacere e beatitudine nell’averle realizzate. Tonino sin da giovanetto ha amato l’arte e si è nutrito d’arte, sapendo che è anche il nutrimento dello spirito. Ecco perché gli anni passano, ma l’artista rimane giovane nello spirito e nel suo cuore altre sfide da affrontare si fanno spazio, perché vuole innovarsi, vuole scoprire e dare di più, ancora di più, superando quei confini che gli stanno stretti. La sua continua ricerca artistica gli impone di guardare più lontano nella consapevolezza che la sua umana semplicità lo può portare verso la magnificenza, continuando a regalare forti emozioni a se stesso e al cuore di tanti.

Franco Lofrano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: