Category Archives: Castrovillari

Castrovillari-04/07/2018: DANIELA DE STEFANO VINCE LA 6 ORE DI CESATE MILANO

DANIELA DE STEFANO VINCE LA 6 ORE DI CESATE MILANO
 
Ha percorso oltre 67 km nelle 6 ore di Cesate battendo tutte le concorrenti ed arrivando a ridosso vincitore della maschile. Daniela De Stefano la ultra maratoneta dell’Asd CorriCastrovillari ha percorso per ben 112 volte il circuito di 600m con partenza alle 19:30 del 29 giugno fino alle 1:30 del 30 giugno scrivendo così una nuova pagina di successi del suo infinito libro di gare estreme. 
Nonostante la temperatura e l’umidità al limite del proibitivo la De Stefano ha gestito con cautela a ritmo medio le sue forze. Quando la luna è arrivata a colorare il percorso ha incrementato il ritmo per poi accelerare ancora dalla quarta ora in poi di gara. «Proprio la progressione nel ritmo gara, che mi ha permesso di salire dalla terza posizione uomo/donna alla seconda dall’inizio della quinta ora, mi ha gratificata moltissimo» ha commentato a fine gara l’atleta castrovillarese. Felice per il gradino piu alto del podio ma ancora più felice per il nuovo personal best chilometrico su questo crono, quasi 4 km in più, conquistati in progressione. Continua così la striscia positiva di risultati della Asd Corricastrovillari del presidente Gianfranco Milanese che sta lavorando molto in quest’anno alla difesa del titolo di campioni corsa in montagna conquistato lo scorso anno e con le grosse soddisfazioni dalla pista dai giovanissimi Kristel Santoro, Luigi Donato e Lucia Zaccato. Il 2018 è ormai avviato ben oltre le aspettative e con tante gare già vinte che proiettano la società sportiva verso un ancor più gratificante 2019.

Daniele De Stefano_podio

 

 

Vincenzo Alvaro 
– giornalista –  
mail:  v.alvaro@abmreport.it 
phone: +(39).339.5637481 
site: www.abmreport.it 
skype: @alvaroabm 
fb: https://www.facebook.com/vincenzo.q.alvaro 

Castrovillari-06/07/2018: Finale shakespeariano per la quarta stagione di “Invito al teatro” “Sogno di una notte di mezza estate” nei chiostri del Protoconvento il 6 e il 7 luglio

Finale shakespeariano per la quarta stagione di “Invito al teatro”

“Sogno di una notte di mezza estate” nei chiostri del Protoconvento il 6 e il 7 luglio

 

Castrovillari – Gran finale per la quarta stagione di “Invito al Teatro”, organizzata dall’associazione culturale Aprustum in sinergia del comune di Castrovillari e con il patrocinio della Gas Pollino e del Parco Nazionale del Pollino. Venerdì 6 luglio alle 21, con replica sabato 7, Aprustum porterà in scena nei suggestivi chiostri del Protoconvento francescano la magia senza tempo di Shakespeare con “Sogno di Una notte di mezz’estate”, per la regia di Casimiro Gatto. “Sogno di una notte di mezz’estate”, forse la più famosa e rappresentata delle commedie del Bardo, fonde con un’immaginazione sovranamente libera mitologia greca, leggende cavalleresche e folclore celtico, in una vicenda fatta di filtri d’amore, suggestioni della filosofia neoplatonica e farsesche rappresentazioni teatrali. Una commedia briosa e fantastica, densa di continui ribaltamenti e colpi di scena, per la quale è stato suggerito il parallelo con l’Orlando furioso, ovvero con il grande mito rinascimentale della follia d’amore. Una follia che nel Sogno raggiunge una levità e una grazia forse mai più toccate. Scritto negli ultimi anni del XVI secolo, questo insolito e fiabesco dramma intreccia le vicende delle nozze di Teseo, duca d’Atene, e Ippolita, regina delle Amazzoni, con quelle di due coppie di innamorati che si perdono e si inseguono in un bosco-labirinto popolato di fate e folletti. In quel luogo, in quella notte, il mondo dei mortali entra in contatto con quello degli spiriti e le due dimensioni finiscono per rispecchiarsi l’una nell’altra, confondendosi, in un’esaltazione del potere dell’immaginazione e della teatralità della vita nella quale è impossibile capire cosa sia sogno e cosa realtà. E se non sia il sogno la vera realtà. In scena ci saranno Martina Aloisio, Fedele Battipede, Francesca Bonifati, Antonio De Biase, Ivan Donadio, Luana Fazio, Luigi Grisolia, Rosanna Guaragna, Andrea Magnelli, Gabriele Pacenza, Domenico Perri, Luigi Pulice, Maria Francesca Piragine, Katia Sartore, Giuseppe Tamburi e Lucrezia Zaccaro. La rassegna “Invito al teatro”, molto apprezzata dal pubblico, quest’anno si è divisa in due sezioni ben distinte, nella prima si è dato spazio ad autori e interpreti di livello nazionale, che hanno portato in scena spettacoli di forte attualità e denuncia sociale (ricordiamo “Petrolio” di e con Ulderico Pesce, Il “Vangelo secondo Antonio” di e con Dario De Luca e “Ciao amore Ciao – vita morte e vita di Luigi Tenco” di e con Nino Racco).  Nella seconda sezione, targata Aprustum dedicata alla fantasia, sono andati in scena lavori teatrali dedicati al sogno e all’amore, tra cui “Le fantastiche avventure di Dorothy” una rilettura de “Il Mago di Oz”, “Anastasia, Genoveffa e altre storie”, una rivisitazione in chiave comico-grottesca delle fiabe di Biancaneve e Cenerentola e appunto “Sogno di una notte di mezz’estate” che venerdì 6 e sabato 7 concluderà in  bellezza la rassegna.

 

DOMENICO DONATO

UFFICIO STAMPA APRUSTUM

CASTROVILLARI-03/07/2018: IL READING DI MENA FILPO PER LA LECTIO DI BRANDI CORDASCO SALMENA SULLA FUNZIONE ETICA E SOCIALE DELLA PENA ATTRAVERSO LE PAGINE DI GRAZIA DELEDDA

CASTROVILLARI. IL READING DI MENA FILPO PER LA LECTIO DI BRANDI CORDASCO SALMENA SULLA FUNZIONE ETICA E SOCIALE DELLA PENA ATTRAVERSO LE PAGINE DI GRAZIA DELEDDA È stata introdotta dalla Professoressa Rosanna De Gaudio, nota Docente dei Licei di Trebisacce, «L’abisso del nulla. Il senso ancestrale del limite nell’angoscia mistica di Grazia Deledda. Colpa segreto espiazione. Riflettendo ancora sulla funzione etica e sociale della pena», la Lectio Magistralis che il Prof. Giovanni Brandi Cordasco Salmena di San Quirico ha tenuto presso l’Università Ortodossa di Pistoia “San Gregorio Magno”, domenica 27 maggio 2018, all’esito del solenne Pontificale, presieduto in Cattedrale da Sua Eminenza Rev. ma il Vescovo Esarca per la festa liturgica dei SS. MM. Agapito e Alessandro, Patroni della Diocesi. Muovendo da uno dei temi più cari alla sua dottrina, da quando con Don Italo Mancini, Filosofo di fama mondiale, ne ha cominciato a discutere, Brandi Cordasco Salmena di San Quirico ha affrontato, per un’ennesima volta, il dibattuto tema della funzione della pena nei diversi sistemi giuridici, non escluso quello attuale. Questa volta, in particolare, ha voluto trarre il pretesto da un dato squisitamente letterario, con Grazia Deledda, la famosa scrittrice sarda Premio Nobel per la letteratura, sulla scia di quanto pure è stato fatto, dal Mancini stesso, attraverso il delitto ed il castigo dei grandi classici della letteratura russa; pretesto, peraltro, che ben ha collocato l’intervento introduttivo della De Gaudio che di tali argomenti ebbe a trattare nella sua prima carriera presso lo Zuccchi di Monza. La Lectio Magistralis ha preso dunque le mosse da quel senso ancestrale del limite che è alla base di tutta la produzione deleddiana. Attraverso i concetti di colpa ed espiazione, così cari allo studio del Prof. Brandi Cordasco Salmena, cui si è aggiunto quello tutto letterario del segreto, sono stati affrontati il valore e la portata etica e sociale di una funzione ancora da definire della pena. Argomento, come si comprende, di pressante attualità anche nella prassi dei nostri Tribunali. Numerose le autorità invitate a Pistoia stante anche il rilievo della solennità che vi ricorreva. Alla Lectio Magistralis ha preso parte anche il Filosofo Bruno Mandalari, noto Docente dei Licei di Trebisacce, il quale ha dato corso ad un emozionante reading letterario attraverso le pagine più belle della scrittrice sarda. Entrambi i Docenti liceali, autentici punti di riferimento di molte generazioni di studenti dell’Alto Jonio, sono stato insigniti della Laurea Honoris Causa dalla rinomata Facoltà Teologica dell’anzidetta Università Ortodossa di Pistoia. Un particolare ringraziamento ha reso ai relatori, e più in generale a tutta la Facoltà Teologica, il Sindaco di Pistoia, Massimo Tommasi, il quale ha fatto notare come questi eventi impreziosiscono la vita civile e sociale della Città. Tra gli altri presenti hanno goduto della dotta disquisizione il Principe Enzo Mattani di Keirak, il Principe Pietro Baiardo Virgadamo, i Principi Cernetic. Dell’evento ha scritto Chris Stokel Walker, firma inglese del celebre “Tatler Magazine”. Attesane i pregevoli risultati, l’Associazione culturale Aletheia, presieduta da Emilio Tricanico unitamente alla Città di San Marco Argentano, dove Brandi Cordasco Salmena coordina il Comitato Scientifico del rinomato Centro Internazionale di Studi Normano Svevi, ha chiesto che l’evento fosse riproposto presso la suggestiva Torre Normanna; si prevedono allora momenti di forte suggestione quali quelli a cui ormai da tempo siamo abituati dai stimati professionisti. Ma vi è di più, il reading letterario (con le più belle pagine della Deledda) questa volta sarà tenuto da Mena Filpo, la famosissima attrice Castrovillarese, la quale abbandonerà in questa occasione i panni dei noti personaggi delle sue commedie per indossare quelli austeri dei protagonisti deleddiani. Tutto il territorio potrà dunque godere di una rara occasione di crescita ma indipendentemente da ciò rimane ulteriormente conferma la validità delle eccellenti risorse culturali che arricchiscono il nostro Territorio. Non a caso, proprio nei giorni scorsi, il Professore Brandi Cordasco Salmena ha ricevuto un prestigioso riconoscimento nell’ambito del Premio Internazionale Città di Castrovillari per il suo apprezzatissimo Sybaris e gli Alleati, testo adottato in diversi Istituti Universitari e nei nostri Licei quale serio strumento didattico per la formazione e la maturazione, in riferimento allo spessore delle nostre realtà storiche, di giovani allievi: alunni e studenti universitari.

Castrovillari-03/06/2018: FRANCESCO FAVALE CONQUISTA L’IMPERTICATA. E’ LUI IL VINCITORE DELLA MARATHON 2018

FRANCESCO FAVALE CONQUISTA L’IMPERTICATA. E’ LUI IL VINCITORE DELLA MARATHON 2018

Gara durissima resa ancora più faticosa dal gran caldo. In 500 sfidano le pendenze della salita regina del Trofeo dei Parchi Naturali

La salita regina del Trofeo dei parchi Naturali, l’Imperticata del Monte Moschereto, ha fatto selezione anche in questa edizione della Marathon degli Aragonesi. Partita da Frascineto all’ombra della Chiesa matrice dedicata a Santa Maria Assunta, la tappa del Pollino ha visto trionfare il giovanissimo bikers di Rocca Imperiale, Francesco Favale (Carbonhubo Cmq) che con il tempo di 3h33’49” è il re dell’Imperticata per l’edizone 2018.  Dietro di lui Andrea Privitera (Team Jonica Megamo) che ha chiuso la gara in 3h34’56” ed Antonio Matrisciano (Asd Team Giuseppe Bike) che ha chiuso in 3h45’04” ma ha conservato comunque il primo posto nella classifica generale del Trofeo dei Parchi naturali. Spettacolo, agonismo, promozione del territorio tra le vette del Pollino dove uno tra i big, Giuseppe Di Salvo, si è dovuto arrendere ad un guasto tecnico lungo il percorso.

Organizzata dall’Asd ciclistica Castrovillari, presieduta da Nardo Leogrande, la Marathon degli Aragonesi nell’edizione delle novità ha visto prendere il via oltre 500 bikers giunti da tutta Italia.  

Grande spettacolo ed agonismo lungo i passaggi variegati della gara che si è sviluppata nei territori montani dei Comuni di Frascineto, Civita e Castrovillari. A tratti aspro e soleggiato, con le caratteristiche lunari, poi la dura salita dell’Imperticata, il bosco della Fagosa, prima della veloce discesa di Colle Marcione ed il rientro al Villaggio marathon allestito dagli organizzatori nei pressi del Museo delle Icone e della Tradizione Bizantina di Frascineto con il pubblico ad incitare gli atleti lungo le salite più ripide. 

A salutare la partenza i sindaci dei comuni toccati dal percorso, Angelo Catapano, Alessandro Tocci, Domenico Lo Polito ed il deputato del territorio del Movimento Cinque Stelle, Massimo Misiti, che hanno ribadito «la valenza turistico promozionale di questa grande iniziativa che concilia la valorizzazione dell’aspetto naturalistico con uno sport sostenibile».   

Sul percorso della Point to Point si è imposto invece Giuseppe Nucera (Team Bike ValleGrecanica) con il tempo di 2h 36’45”, seguito da Angelo Tagliente (A.S.D. Mtb Casarano) 2h 42’42” e a chiudere il podio Ermanno Laneve (New Cycling Team) 2h 48’12”. 

A Giuseppe Mitidieri (Individuale) il primo posto sul podio del percorso Escursionistico. Secondo piazza per Gianluca Ruffolo (Asd Ciclistica Oliveto Citra), terzo posto per Marco Battipede (individuale). La più veloce tra le donne in Marathon è stata la moranese Lucia Minervino che conserva così il primo posto anche nella classifica generale di categoria del Trofeo dei Parchi nazionali. Soddisfatti gli organizzatori che hanno registrato grande interesse e partecipazione da parte degli atleti provenienti da ogni parte d’Italia e che hanno assicurato spettacolo ed agonismo senza tradire le aspettative di una gara che attraversa un Pollino inedito tutto da scoprire e valorizzare sul percorso disegnato da Francesco e Carlo Limonti.

Un grande lavoro di squadra che ha coinvolto tantissimi volontari per garantire una gara spettacolare e vibrante, da veri duri, ma disputata in tutta sicurezza. A tutte le forze in campo, anche quelle delle forze dell’ordine, al Parco Nazionale del Pollino ed alle municipalità coinvolte nel percorso di gara il ringraziamento speciale dell’organizzazione per questa strepitosa edizione 2018. Dopo le premiazione di rito ed il disallestimento del percorso gara è già tempo di pensare all’edizione 2019. Tutti i dati ufficiali della gara su http://www.mtbonline.it/

 

Vincenzo Alvaro 
– giornalista –  
mail:  v.alvaro@abmreport.it 
phone: +(39).339.5637481 
site: www.abmreport.it 
skype: @alvaroabm 
fb: https://www.facebook.com/vincenzo.q.alvaro 

Castrovillari-03/06/2018: MARATHON DEGLI ARAGONESI, OLTRE 500 BIKERS SFIDANO L’IMPERTICATA

 

MARATHON DEGLI ARAGONESI,

OLTRE 500 BIKERS SFIDANO L’IMPERTICATA

Gara dura ma ricca di fascino in uno dei contesti più belli del Parco nazionale del Pollino.

Otto chilometri di ripida ascesa, una sequenza di tornanti intervallati da lunghi rettilinei e picchi al 30% caratterizzano una delle tappe più dure del Trofeo dei Parchi Naturali, la Marathon degli Aragonesi 2018.

La salita simbolo della gara organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari in programma domenica 3 giugno, è l’Imperticata che si arrampica in maniera vertiginosa sul Monte Moschereto. Una sfida atletica e con se stessi che radunerà a Frascineto, città sede della partenza di quest’anno, oltre 500 bikers in arrivo da tutta Italia, giunti sul Pollino per sfidare la pendenza simbolo della tappa calabrese. Di sicuro la Marathon degli Aragonesi è una delle sfide più attese della stagione del Trofeo dei Parchi naturali. Tutte le difficoltà sono concentrate a metà percorso quando al 26° km gli atleti si troveranno a pedalare lungo l’arteria che risale al Monte Moschereto, l’Imperticata. Solo al 36° km, al GPM del Valico di Fossa, si scollina con una perdita di dislivello notevole fino al Comune di Civita. Da qui mancheranno ancora una decina di chilometri in saliscendi per raggiungere il traguardo di Frascineto al 65° km.

 La Marathon degli Aragonesi, con questo nuovo tracciato, si conferma gara avvincente e dura ai limiti dello sfinimento degli atleti. Accanto al percorso agonistico, però, anche gli amanti della mountain bike posso cimentarsi con gli altri due percorsi in programma: la Granfondo di 43 km (1690 metri di dislivello) e un percorso escursionistico di 25 km (950 metri di dislivello). Il cambio di location, sicuramente grazie al grande impegno del Comune di Frascineto, ha permesso all’evento sportivo di rinnovarsi e realizzare ancora meglio il connubio tra promozione del territorio e pratica sportiva. Valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità non solo ambientali ma anche culturali che verranno rilanciate dal reportage videografico a cura di MTB Granfondo, che realizzerà – con un forte impegno economico del Comune di Frascineto che ha creduto nell’evento – servizi pre e post-gara curati al minimo dettaglio, ed un dettaglio sul meraviglioso Parco Nazionale del Pollino.

Quello che inizia domani, dunque, è un week end da non perdere per gli sportivi e le loro famiglie al seguito che hanno praticamente invaso ogni tipo di attività ricettiva dell’intero comprensorio, creando economia attraverso la promozione della pratica sportiva.

Vincenzo Alvaro 
– giornalista –  
mail:  v.alvaro@abmreport.it 
phone: +(39).339.5637481 
site: www.abmreport.it 
skype: @alvaroabm 
fb: https://www.facebook.com/vincenzo.q.alvaro 

Castrovillari-23/05/2018:Inaugurato campo di calcetto in ricordo del Dott. Fedele Rizzo

COMUNICATO STAMPA

 

Sport e Legalità

 

Amaurys Perez e Tonino Rocca  presenti alla casa Circondariale di  Castrovillari.

 

Inaugurato campo di calcetto in ricordo del Dott. Fedele Rizzo

 

.

CASTROVILLARI 23 MAGGIO 2018 – Ha avuto il suo epilogo nel migliore dei modi il progetto “Sport e Legalità” che i Lions Club di Castrovillari e la Casa Circondariale “R.Sisca” di Castrovillari hanno messo in atto da diversi mesi. Un progetto forte di un protocollo d’intesa tra l’istituto Penitenziario e il Club di servizio che ha visto all’interno della casa circondariale la proiezioni di alcuni film, un corso di danze caraibiche e la presenza nei mesi scorsi di campioni dello sport quali Clemente Russo e Gianni Maddaloni. Oggi, nel giorno della giornata nazionale della legalità, la Casa Circondariale ha avuto come ospiti l’atleta olimpionico di pallanuoto Amaurys Pérez, attuale allenatore della Tubisider Cosenza e campione del mondo della disciplina e  il Commissario tecnico della Nazionale di calcio Under 15 Antonio Rocca che hanno dato il loro importante contributo umano e professionale alla riuscita dell’iniziativa.  La loro è stata una testimonianza, così come evidenziato dalla Direttrice del Carcere Dott.ssa Maria Luisa Mendicino diretta sui valori dello sport nella crescita e nella formazione dell’individuo. La manifestazione  rivolta alla popolazione detenuta ristretta è stata l’occasione importante  per inaugurare il campo sportivo polifunzionale, di recente ristrutturazione, con un triangolare amichevole  di calcio tra due squadre di ristretti ed una squadra ospite – formazione esterna costituita oltre che dallo stesso Perez, dal sindaco della città Mimmo Lo Polito, per l’occasione capitano della squadra, dal Consigliere Comunale Nicola Di Gerio, dai componenti dei Lions e da altri validi sportivi castrovillaresi. Presente anche Michele Canale in rappresentanza del Castrovillari calcio, il Vice Governatore dei Lions Nicola Clausi, il presidente di Circoscrizione Raffaele Bencardino e il Presidente del Coni Provinciale Francesca Stancato.  La manifestazione ha avuto un particolare e significativo momento nell’intitolazione della struttura sportiva  al Dott. Fedele Rizzo già direttore della casa circondariale dal 1992 al 2016 che la Dott.ssa Mendicino, particolarmente commossa, ha voluto ricordare con affetto alla presenza dei suoi familiari e di tutto il personale dell’Isitituto. Dopo aver scoperto la targa e inaugurato il campo è seguita la benedizione della struttura da parte di Don Francesco Faillace cappellano della Casa Circondariale. Il Presidente del Lions Club di Castrovillari Michele Martinisi ha rivolto un particolare ringraziamento a Amaurys Perez e Tonino Rocca, alla Direzione della Casa Circondariale, alla Polizia Penitenziaria e a tutte le componenti dell’Istituto che quotidianamente operano al loro interno con grande professionalità che hanno dato il loro fondamentale apporto per la riuscita del progetto. Una sinergia che ha permesso la realizzazione di diversi momenti e che ha visto tra gli altri impegnati anche Sarà Danza con la maestra Marsia Trapani e i soci del Club di servizio.

 

 

Castrovillari-23/05/2018: va in scena “Le fantastiche avventure di Dorothy”

Al Teatro Sybaris di Castrovillari il teatro ragazzi di Aprustum

 

Mercoledì 23 maggio va in scena “Le fantastiche avventure di Dorothy”

 

Castrovillari – “Invito al Teatro – quarta edizione”, la rassegna ideata ed organizzata dall’associazione culturale Aprustum, in sinergia con l’amministrazione comunale di Castrovillari e con il patrocinio della Gas Pollino, continua mercoledì 23 maggio con lo spettacolo di teatro ragazzi “Le fantastiche avventure di Dorothy”, libera rielaborazione de ‘Il mago di Oz’.  L’appuntamento con il saggio finale del laboratorio teatrale di Aprustum curato da Casimiro Gatto, è previsto per le 21.00 al Teatro Sybaris, con ingresso libero. Nel laboratorio teatrale di quest’anno abbiamo affrontato un altro classico della letteratura per l’infanzia, Il mago di Oz, scritto e pubblicato da Frank Baum nel 1900 – spiega Casimiro Gatto. Negli Stati Uniti dove la letteratura per l’infanzia di fine ottocento si occupava soprattutto di storie realistiche o avventurose, la cui massima espressione sono i due capolavori ‘Tom Sawyer’ e ‘Huckleberry Finn’, ‘Il mago di Oz’ ha rappresentato una grande novità perché ha introdotto l’elemento favolistico della fiaba anglosassone estraneo alla tradizione letteraria americana fino a quel momento. Baum, che ha sviluppato e affinato le sue doti di narratore raccontando storie fantastiche ai suoi quattro figli la sera quando tornava a casa dai suoi viaggi di commesso viaggiatore, ne ‘Il mago di Oz’ crea un affascinante mondo popolato da maghi e streghe, spaventapasseri che parlano, ometti di stagno e scimmie volanti, leoni paurosi e alberi viventi. Questi personaggi, pur appartenendo al mondo della fiaba, “hanno il dono di essere personaggi che possiamo incontrare per la strada. Ti parlano con semplicità e cordialità, sia che facciano i conti della spesa, sia che se ne volino in pallone o si seggano su un trono…” Nel mondo di Baum tutto si risolve sempre in modo allegro e bonario anche quando “dopo tanto camminare, attese, fatiche, avventure e illusioni si scopre che Oz è un ciarlatano. Bene, nessuno si arrabbia… Questo per farci capire che la vita anche in una fantasmagorica fiaba ha i suoi risvolti sfortunati, le sue sventure, le sue durezze.” Persino la ‘perfida strega’ non riesce mai a farci paura fino in fondo, “ci sembra impertinente, antipatica, anche cattiva, ma di una cattiveria che ci fa un po’ sorridere.” Insomma il mondo fantastico di questo autore è più concreto, più terreno di quello surreale e pieno di non-sense in cui spazia Louis Carroll nella sua ‘Alice nel paese delle meraviglie’, sicuro modello di riferimento di Baum. Noi che avevamo già affrontato con i ragazzi ‘Alice’ qualche anno fa, abbiamo voluto confrontarci di nuovo con un universo fantastico mettendo in scena la storia della povera Dorothy, orfana che vive con gli zii in una desolata campagna del Kansas, trascinata da un violento uragano nel fantastico mondo di Oz, entrato nel nostro immaginario soprattutto grazie al kolossal realizzato da Victor Fleming nel 1939 con una straordinaria Judy Garland protagonista.

DOMENICO DONATO

UFFICIO STAMPA APRUSTUM

Castrovillari-07/05/2018: DANILO RUGGIERO VINCE LA CORRICASTROVILLARI 2018. FRANCESCA PAONE PRIMA TRA LE DONNE. 

DANILO RUGGIERO VINCE LA CORRICASTROVILLARI 2018. FRANCESCA PAONE PRIMA TRA LE DONNE. 
 
Boom di iscrizioni. Al via 350 atleti. Milanese: una festa di sport
 
E’ stata un successo la VII edizione della CorriCastrovillari partecipata da 350 atleti provenienti da tutta la Calabria, ed anche da fuori regione. Agonisti e non agonisti si sono dati battaglia nel quadrilatero cittadino di 1,6km percorso 6 volte per un totale di 10km partito dalla centralissima Via Roma trasformata in una vera cittadella dello sport. 
 
La gara organizzata dall’Asd Corricastrovillari ha visto trionfare Danilo Ruggiero (MilonRunners Crotone) con il tempo di 32:26, precedendo Antonio Amodeo (Asd CorriCastrovillari) secondo con 32:28. Terzo sul podio Antonio Bruno (Libertas Lamezia) con il tempo di 32:34. La gara si è caratterizzata con un gruppetto di testa al quale ha preso parte anche Paolo Audia (Jure sport), Michelangelo Spingola e Francesco Turano della Cosenza k42 che insieme al terzetto che ha conquistato il podio hanno dato spettacolo lungo il percorso cittadino. 
 
Il percorso, molto tecnico, ha visto il gruppetto marcarsi costantemente fino all’ultimo giro quando Audia ha ceduto nel ritmo insieme a Spingola mentre Ruggiero e Amodeo hanno impresso l’accellerazione decisiva che ha prima spaccato ulteriormente il gruppetto e decretando la classifica finale. Bella anche la partecipazione del pubblico che lungo tutto il perimetro di gara ha incitato gli atleti. 
 
La gara femminile è stata vinta da Francesca Paone (Hobby Marathon CZ) che con il tempo di 39:04 ha lasciato alle sue spalle Faustina Bianco (staccata di circa un minuto) e Manuela Foresta (con un’altro minuto ancora di ritardo sulla prima). La gara è piaciuta a tutti i partecipanti per il percorso e per l’eccezionale organizzazione tecnica degli uomini del presidente Gianfranco Milanese (Asd Corricastrovillari) conclusa con una splendida premiazione di ottimi prodotti locali. 
 
Premi speciali ad Antonio Cortese atleta giunto da Roma per correre questa gara. La gara soggetta alle nuove normative per la sicurezza ha visto la collaborazione della Polizia di Stato, dei Carabinieri, dell’Asd Anpana di Paolo Tierri, del Vespa Club, dell’Associazione Carabinieri e quella della Polizia, la Polizia Municipale (coordinata dal Comandante Sonia Lo Sardo), della Croce Rossa, coordinati dall’ispettore Rocco Botta. 

Castrovillari-03/05/2018: CORRICASTROVILLARI. TUTTO PRONTO PER LA SETTIMA EDIZIONE DELLA GARA DEDICATA AI RUNNER

CORRICASTROVILLARI. TUTTO PRONTO PER LA SETTIMA EDIZIONE DELLA GARA DEDICATA AI RUNNER
 
 
Sono attesi oltre 300 atleti nella città del Pollino per il classico appuntamento podistico organizzato dall’Asd CorriCastrovillari. 
 
Il via sarà dato dalla centralissima Via Roma. La settima edizione della CorriCastrovillari promette come sempre spettacolo nel circuito cittadino che accoglie la gara valevole come 4ª prova del campionato regionale master. Ormai tutto è pronto. Domenica 6 maggio i runner di tutta la regione arriveranno a Castrovillari, sotto l’attenta organizzazione dell’associazione guidata dal presidente Gianfranco Milanese, per sfidarsi lungo il percorso nella duplice versione della gara: la prima non competitiva sulla lunghezza di 3.5km, la seconda competitiva al meglio dei 10km. 
 
Un appuntamento ormai classico ed imperdibile per i runner del Sud Italia che da sempre attrae atleti e appassionati che gareggiano all’interno dell’anello di gara compreso tra Via Roma, Canal Greco, Corso Garibaldi. A tal proposito l’organizzazione ribadisce che dalle ore 8.30 alle 13.30 le strade interessate al passaggio degli atleti (Via Roma, Via Berlinguer, Via Pollino, Via XX Settembre, Piazza Giovanni XXIII e Corso Garibaldi) resteranno chiuse al traffico. La manifestazione sportiva è patrocinata dal Comune di Castrovillari, dalla Polisportiva del Pollino Città di Castrovillari ed è gara valida come prova regionale Master della Fidal.

 

Vincenzo Alvaro 
– giornalista –  
mail:  v.alvaro@abmreport.it 
phone: +(39).339.5637481 
site: www.abmreport.it 
skype: @alvaroabm 
fb: https://www.facebook.com/vincenzo.q.alvaro 

Castrovillari-06/05/2018: torna in scena con “Anastasia, Genoveffa e altre storie”

Domenica 6 maggio al Teatro Sybaris Aprustum torna in scena con “Anastasia, Genoveffa e altre storie”

 

Castrovillari – Domenica 6 maggio alle 21 la compagnia Aprustum torna in scena al Teatro Sybaris con “Anastasia, Genoveffa e altre storie”, per la regia di Casimiro Gatto. L’appuntamento è inserito nella quarta stagione di “Invito al teatro”, realizzata dall’associazione culturale Aprustum in collaborazione con il comune di Castrovillari e il patrocinio della Gas Pollino. Lo spettacolo di teatro ragazzi, che vedrà in scena Fedele Battipede, Vincenzo Forte, Rosanna Guaragna, Andrea Magnelli e Katia Sartore, è una rivisitazione in chiave comico-grottesca delle fiabe più note. I classici della letteratura per l’infanzia sono stati riadattati tenendo presente che nel nostro mondo non sono cambiati solo scenario e modelli, ma persino la morale originale è in discussione, per cui le atmosfere coloratissime della Disney, sono state sostituite da una realtà pragmatica e disincantata. Cenerentola si chiama Angelina e rimpiange il padre che la cullava chiamandola “picciridda mia”. Destinata a fare la sguattera mentre le sorellastre si alienano davanti alla Tv, Angelina parla siciliano, canta “Il cielo in una stanza” ballando con la scopa e sogna di essere salvata da un principe azzurro. Nella rivisitazione di Biancaneve, la principessa è ancora una bambina, la strega si depila davanti ad uno specchio piacione e schiavo, mentre i nani in realtà sono dei minatori che hanno perso le gambe per un’esplosione.  Per info e prenotazioni rivolgersi presso “Dany Music” in via Giuseppe Mazzini a Castrovillari.

Domenico Donato

Ufficio Stampa Aprustum