Category Archives: Italia

Italia-14/11/2017: Palle di Natale-Il progetto GIOVANI

PALLE DI NATALE (SMILE! IT’S CHRISTMAS DAY) è la canzone di Natale realizzata dagli adolescenti de “Il Progetto Giovani” (sito: http://www.ilprogettogiovani.it, pagina facebook: https://www.facebook.com/ilprogettogi…) della Pediatria Oncologica della FONDAZIONE IRCCS – ISTITUTO NAZIONALE DEI TUMORI di Milano (http://www.istitutotumori.mi.it), con la collaborazione di Stefano Signoroni, Giacomo Ruggeri, Tommaso Ruggeri, Jacopo Sarno, Andrea Vigentini, Marco Scipione e Massimiliano Paganin

Italia-14/11/2017: FALSA “SALVEZZA” E ROVINA, BUON SENSO E CORRUZIONE. 1917- 2017 CENT’ANNI DI SOLITUDINE (DELLA RAGIONE).

FALSA “SALVEZZA” E ROVINA, BUON SENSO E CORRUZIONE. 1917- 2017 CENT’ANNI DI SOLITUDINE (DELLA RAGIONE).

 

Giovanni Falcone, citato come maestro anche dall’FBI, diceva: “Seguire il denaro per stanare i criminali”.

Ma il concetto di criminalità non è soltanto quello del mafioso che estorce il pizzo o spaccia la droga, anzi, da cent’anni a questa parte ha preso connotati diversi, e per coglierne le fattezze basterà anche ora seguire le tracce del denaro nelle sue applicazioni corruttive in contrapposizione al buon senso.

Lo stesso filo rosso dei soldi, molto più logicamente, occorrerà seguire per interpretare i motivi della falsa”salvezza” e della vera rovina economica occidentale. Rovina anch’essa criminale in quanto originata dallo sfruttamento schiavistico del lavoro.

“SALVEZZA” E ROVINA.

Un’amica, qualche giorno fa, mi ha mostrato orgogliosa un paio di scarpine rosse lucide e col tacco dodici dicendomi: “Ci crederesti? Le ho comprate oggi dal cinese per 10 euro!”.

Scarpina rossa

 

Ecco la falsa”salvezza”: nel bel mezzo di una crisi economica che ci rende più poveri, il prodotto cinese ci permette di non dover spendere 500 euro per un paio di scarpine di Christian Louboutin, ma solo 10.

Naturalmente le scarpine sono solo un esempio, vista l’enorme mole di altri prodotti di analoga e sorprendente comparazione economica.

Il problema è che l’effetto salvezza ha la sua causa nella rovina: cioè siamo più poveri perché esiste, nei paesi emergenti, una smisurata quantità di lavoratori disposti, ed imposti, ad impegnarsi strenuamente, come schiavi, senza regole di orario, di salario e di diritti; e noi, diventati perciò poveri, avendo perso fabbriche e lavoro, ci trasformiamo in un volano che accelera la nostra ulteriore rovina, consumando freneticamente e “forzatamente” proprio quei prodotti a basso prezzo.

BUON SENSO E CORRUZIONE.

Qui il discorso si fa più complesso da un punto di vista storico, ma semplice da un punto di vista economico.

Non c’è dubbio che le grandi guerre sono state fomentate dai fabbricanti di armi e grandi costruttori, nonché, in seconda battuta, spesso involontariamente, dai militari. Basta analizzare tutti gli eventi bellici che si sono scatenati nei cent’anni 1917-2017.

Grandi ricchezze si sono accresciute, sia direttamente dalla produzione bellica, sia indirettamente dalle necessarie ricostruzioni delle macerie urbane.

Seconda guerra mondiale

 

Ora la situazione ha assunto diversi connotati, al sonno della ragione sembra sostituirsi il sonno del buon senso. Ma le motivazioni di fondo sono sempre economiche.

Dunque vediamo. In tutto l’Occidente si evidenziano insofferenze di masse sempre crescenti all’immigrazione (l’ultima manifestazione in Polonia a Varsavia).

Manifestazione nazionalista a Varsavia

 

Ora, aldilà di ogni strumentalizzazione: qualcuno mi sa spiegare l’accanimento sfrenato, di alcune componenti politiche ed intellettuali, nella difesa smodata e ad oltranza di questo mescolamento di culture? Non credo. Non riescono a dare una risposta nemmeno i suoi stessi sostenitori.

A meno che, questa risposta, come diceva Falcone, anche qui, come nella criminalità, o negli eventi bellici, non riposi proprio nel denaro, cioè nella corruzione.

E, come in un giallo si cerca l’assassino individuando il movente, chiediamoci allora: chi trae i maggiori vantaggi dal rimescolamento delle culture, cioè dalla scomparsa delle diversità di tradizioni territoriali?

La risposta è sempre la stessa, i grandi capitali, oggi concentrati nelle Multinazionali, non più soltanto di fabbricanti d’armi, ma con essi alleate per promuovere guerre e carestie e quindi emigrazioni; esse Multinazionali tendono a creare un Homo Unicus, che, privato delle sue particolarità culturali, possa essere alimentato e vestito, senza differenze, con i loro prodotti standardizzati, in un mondo globalizzato in un diabolico ed uniforme minestrone di morti viventi, senza storia, tradizioni e cultura.

Facile immaginare quindi che la corruzione di alcuni personaggi “chiave”, politici ed intellettuali (“l’intendenza seguirà”), sia proprio alla base di quell’assurdo sonno del buon senso, che si ostina a sollecitare, sostenere, promuovere quell’infame sradicamento degli uomini e delle donne dal loro territorio e dalla loro storia: dal loro essere umani.

Analisi logica stringente, convincente ed esaustiva che, nel sonno della ragione (e della coscienza, come diceva Gramsci) e del buon senso, vivrà altri cent’anni di solitudine, in un mondo abitato da mostri.

Maurizio Silenzi Viselli

Francisco de Goya -Vuelo de brujas_(1798)

 

 

Italia-25/11/2017:21а GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE

21а GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE

Sabato 25 novembre si svolgerà in tutta Italia la ventunesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare, gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica ed é resa possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti anche all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paolialla Compagnia delle Opere Sociali. La straordinaria importanza sociale della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è stata sottolineata, quest’anno, dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale italiana che, in un video messaggio personale, ha ricordato l’impegno della Chiesa e di papa Francesco nella lotta quotidiana alla povertà. “E’ molto importante l’opera svolta tutto l’anno dal Banco Alimentare e va incoraggiata in ogni modo – afferma il cardinale Bassetti nel video messaggio – perché permette di recuperare l’eccedenza di cibo che viene poi donata alle persone in difficoltà. La Colletta Alimentare del 25 novembre è un gesto di giustizia sociale e fa sempre più piacere vedere che diventa anche un gesto di grande coinvolgimento popolare a cui partecipa gente di ogni età, di ogni condizione, di ogni religione. Il segreto del successo è racchiuso nella proposta stessa: in un fatto semplice e famigliare come il fare la spesa al supermercato c’è la possibilità, con un piccolo sacrificio personale, di aiutare concretamente milioni di poveri. Chiedo di partecipare fino in fondo a questa iniziativa, perché oltre ad aiutare i più poveri donando parte della vostra spesa potrete prendere coscienza in modo concreto di quanto la carità cambi anche il cuore di chi la fa, come ci ricorda spesso papa Francesco. Quest’anno poi c’è un fatto significativo: la Colletta Alimentare, il 25 novembre, avviene pochi giorni dopo quella giornata così importante che il Santo Padre ha voluto proclamare, la Giornata del Povero: avere collegato la Colletta ad una giornata così significativa per tutta la Chiesa mi sembra davvero un gesto profetico e importante che ci ricorda come la prima delle opere di misericordia sia “dar da mangiare agli affamati”. Dell’importante evento,come ogni anno, la Calabria sarà orgogliosa protagonista, impegnando oltre 4.000 volontari che, sparsi in più di 557 punti vendita nell’intero territorio regionale, inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione da distribuire, poi, ai circa 601 enti socio-assistenziali accreditati al Banco al fine di sostenere le 114.339 persone calabresi bisognose che ne fanno richiesta ogni anno.

L’iniziativa, nella nostra regione, sarà anticipata da una serie di manifestazioni in 4 province calabresi, che serviranno a presentare alla stampa la 21а giornata nazionale della colletta alimentare, ma soprattutto saranno volano per accrescere ulteriormente la sensibilità alla donazione di quanti, più fortunati di altri, possono contribuire ad alleviare il disagio, in vertiginoso aumento, di tantissime famiglie che fanno fatica a mettere insieme il pranzo con la cena e spesso, purtroppo, non ci riescono. Il primo incontro si svolgerà mercoledì prossimo, 15 novembre, alle ore 17, presso il salone del CSV di Vibo Valentia, a cui parteciperanno Gianni Romeo, direttore generale del Banco Alimentare della Calabria, Antonello Murose, referente provinciale del Banco alimentare ed Annalisa Filice, responsabile regionale della giornata nazionale della colletta alimentare. Per giovedì 16 novembre, alle ore 18, a Reggio Calabria, nel salone parrocchiale della Chiesa SS Salvatore in via Cardinale Portanova, è previsto l’incontro con Federico Bassi, responsabile nazionale Colletta alimentare Fondazione Banco alimentare. Doppio appuntamento, infine, per venerdì 17 novembre. In mattina, alle ore 9.30, si terra la “ Presentazione colletta @ scuola e percorso volontario anch’io” nell’aula magna dell’ITI Monaco di Cosenza a cui parteciperanno Federico Bassi, Gianni Romeo e Maria Pia Morrone, responsabile amministrativo del Banco Alimentare della Calabria. Nel pomeriggio di venerdì 17, alle ore 17, si svolgerà l’ultimo incontro in programma, a Crotone, nella sala della Camera di Commercio, in via De Curtis, a cui prenderà parte anche Alfio Pugliese, Presidente della Camera di Commercio della città pitagorica e Don Rino Le Pera, direttore Caritas della diocesi di Crotone.

Lì 13/11/2017

Italia-11/11/2017:MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. IL CARRO DI RENZI, PIANO B ET MAMMETA

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. IL CARRO DI RENZI, PIANO B ET MAMMETA

RAPPEZZA NEWS

 

 

Chi scende dal carro di Renzi?

Blasting News

AVANTI NEL BARATRO !

Baratro

 

 

Matteo Renzi avrebbe un piano B: niente premier, punta a fare il …

L’Espresso

…PAZZARIELLO “NAPOLITANO”

Renzi pazzariello Napolitano

 

 

Indagine sulla madre e sul padre di Renzi per il fallimento di una vecchia società.

Il sospetto è che ci sia stata una bancarotta fraudolenta, avendo il padre ceduto il ramo sano dell’azienda alla moglie per 3 mila euro prima del fallimento.

Corriere della Sera

TALIS PATER (ET MAMMETA), TALIS FILIUS.

QUANNO MAMMETA T’HA FATTO,

QUANNO MAMMETA T’HA FATTOOO…

VUÒ SAPÉ COMME FACETTE?

VUÒ SAPÉ COMME FACETTEEE?

TUTTO CHELLO CA METTETTE,

TUTTO CHELLO CA METTETTEEE,

NUN C’Ė BISOGNO ‘A ZINGARA

P’ANDOVINÀ  NUN C’ÈÈÈ…

COMME T’HA FATTO MAMMETA

‘O SSACCIO MEJO ‘E TEEE…

Talis pater (et mater) talis filius

 

 

Italia-10/11/2017: MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. CANNONE SU RENZI ED ARMADI

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. CANNONE SU RENZI ED ARMADI

RAPPEZZA NEWS

 

Libero. Renzi

 

 

Massimo Cacciari difende “Libero” di Feltri: “Matteo Renzi? Altro che sparargli, servirebbero i cannoni.”.

LiberoQuotidiano.it

ESAGERAZIONI IN CORSO: TANTO LIVOR PER NULLA.

Cannone sul cascherino

 

 

RENZI: “IO NON HO SCHELETRI NELL’ARMADIO, VISCO? L’AVREI CAMBIATO”.

“Sia chiaro: il sottoscritto non ne ha. In questo paese hanno spolpato Monte Paschi di Siena. “

Agenzia DIRE.

MI SEMBRA PROBABILE: NON C’ERA POSTO.

 

Armadio senza scheletri

Italia-09/11/2017:COLLASSO DELL’ITALIA E DELLA CALABRIA: CAUSE

La storia siamo noi

COLLASSO DELL’ITALIA E DELLA CALABRIA: CAUSE

 

L’Italia sta collassando, e le sue componenti più fragili, come la Calabria, la precedono nel tracollo.

Analizziamo i motivi con due esempi calzanti.

Premetto un’osservazione: quelli che potrebbero sembrare “casi personali” non lo sono, visto che la loro natura è classificabile come “bene comune”, non essendoci in essi nessun tornaconto personale (lo scrivente ha ceduto gratuitamente i diritti editoriale delle ricerche ai cittadini del territorio).

. Caso del 3° Megalotto Sibari Roseto.

E’ stato denunciato, e ribadito più volte dallo scrivente, come il tracciato e la qualità di questa sciagurata opera infrastrutturale, dal costo stratosferico di 1 miliardo e 200 milioni (già solo in preventivo, e, come sappiamo, in esecuzione, destinata a lievitare almeno del 50%), sia stata progettata in dispregio dell’ambiente e della storia del territorio (vedi: “Sibari, questa sconosciuta?”; edito da Club Rotary Corigliano Rossano, Pro Loco di Trebisacce e Sybaris Tour. Trasmessa inutilmente a Franceschini).

Dell’ambiente, perché prevede una straziante trincea a cielo aperto sugli affascinanti pianori marini, già percorsi, a valle, sia da una 106 parzialmente ammodernata, sia dalla vecchia 106, sia dalla linea ferroviaria. Uno sperpero economico, inutile e dannoso, privo di ritorni occupazionali, visto che le imprese interessate, tutte del nord, dispongono di loro manodopera. L’unico “ritorno” potrebbe essere accreditato ad una certa impresa locale fornitrice di cemento (elemento che deve essere fornito “fresco” ai cantieri).

L’Anas e l’amico di Renzi, Lotti (da lui messo a controllo del Cipe), hanno ingaggiato un poraccio perdigiorno, che ho sempre definito “l’avvoltoio della 106”, il quale è riuscito (con la compiacenza di alcune testate on line) ad autoesaltarsi divulgando un suo presunto e peloso interesse sulle vittime di incidenti stradali avvenuti sulla 106. Basti dire che tali incidenti mortali sono tutti avvenuti in tratti diversi da quelli del famigerato 3° Megalotto (già parzialmente ammodernato e più sicuro). Questioni inutilmente elencate a Delrio.

Bene, al disastro economico ed ambientale, come ho evidenziato, nella conferenza poi riprodotta nella suddetta pubblicazione, tenuta proprio nel Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide, si aggiungerebbe lo scempio storico costituito dal fatto che tale tracciato passerebbe proprio, oltre che sulla delicata zona archeologica magno greca e romana di Amendolara, sopra le vestigia della città di Sybaris (la più grande città dell’Occidente arcaico).

Voglio anche evidenziare che tali vestigia ricadono nel territorio di Cassano, il cui sindaco, Papasso, presente con il suo assessore alla mia conferenza, invece di dedicarsi ai sondaggi, si sbraccia scompostamente per la realizzazione dell’inutile stradone che (oltre allo smisurato danno archeologico) solcherà, tagliandola in due, come una trionfante muraglia cinese alta dieci metri, la più grande ed incantevole piana calabrese.

Qualunque Stato, Regione od Amministrazione, diverse da quelle ci opprimono con la loro rapacità e pochezza culturale e morale, avrebbe, anche solo per motivi cautelari, analizzato le questioni sollevate dalle mie pubblicazioni (articoli e libri), tenendo conto che il paesaggio e la storia (tutelati dall’articolo 9 della nostra Costituzione), sono fattori di crescita economica e culturale. Qualunque, meno che queste nostre.

. Caso del sito protostorico di Broglio a Trebisacce.

Sybaris caso isolato? Manco per sogno! Dopo avere, sempre in conferenza (tenuta nella Sala Consiliare del Comune), indicato ai cittadini di Trebisacce le potenzialità di un sito protostorico dedicato alla divinità di Dioniso (la più importante del periodo arcaico), e le possibili vaste possibilità operative di valorizzazione turistica ed economica, due sindaci (di opposto orientamento politico) supplicati da un paio di pezzenti ignorantoni, terrorizzati dal perdere l’osso che si rosicchiano inutilmente da quarant’anni, hanno deciso d’ignorare la questione, malgrado si fossero impegnati diversamente (vedi: “Trebisacce svelata”; edita dalla Pro Loco di Trebisacce).

C’è dunque da stupirsi che la Nazione e la Calabria, in mano a simili personaggi d’infinita miseria morale e culturale siano destinate al tracollo?

Non mi pare.

Mi auguro che la magistratura, ultimo baluardo della nostra antica civiltà, vada a indagare sui motivi di tanto accanimento “contronatura”.

Maurizio Silenzi Viselli architetto

 

Italia-08/11/2017: MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. DISTRUZIONI E RIPRISTINI ARCHEOLOGICI , STORICI E SANITARI.

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. DISTRUZIONI E RIPRISTINI ARCHEOLOGICI , STORICI E SANITARI.

RAPPEZZA NEWS

Ora risplende a Parigi il Toro di Nimrud, distrutto dall’Isis e ricostruito in Italia.

Lo ha annunciato Francesco Rutelli, presidente di “Incontro di Civiltà”, l’associazione che ha ricostruito il monumento.

La Stampa.

METAMORFOSI.

RUTELLI, DOPO AVERE A SUO TEMPO FATTO L’IMPOSSIBILE PER DISTRUGGERE LA DOMUS DI AGRIPPINA A ROMA, PER FAVORIRE UN’INUTILE RAMPA ELICOLIDALE A SERVIZIO DI UN ALBERGO SULLA SALITA DI SANT’ONOFRIO A ROMA (RAMPA DEL GIANICOLO)…

NOTIZIA DELLO SCEMPIO DELLA DOMUS DI AGRIPPINA

…OGGI, ESILARANTEMENTE TRAGICO, SI ERGE A MIRABILE RICOSTRUTTORE IN CARTAPESTA DI UNA SCULTURA DISTRUTTA DAI SUOI “COLLEGHI” DELL’ISIS.

RUTELLI ED IL FALSO TORO DI NIMRUD

“Il cavallo di Troia? Era una nave”: la rivelazione di un archeologo italiano.
Secondo gli studi di Francesco Tiboni, dottore di ricerca allʼUniversità di Marsiglia, si tratterebbe di un equivoco dovuto a un errore di traduzione.
TGCOM
A QUANTO PARE ABBIAMO PERSO UN CAVALLO ED ACQUISITO UN ASINO (E DIO SOLO SA SE N’AVEVAMO BISOGNO).

Falso cavallo di Troia

Oliverio: “Forze oscure” bloccano la riapertura dell’Ospedale di Trebisacce, e minaccia d’incatenarsi a Roma.

Sibarinet.it

Calabria. Contro il commissariamento Oliverio minaccia d’incatenarsi a Palazzo Chigi.

Quotidiano Sanità.

LA FORZA OSCURA “OMO NERO” VUOLE OSPEDALE E SANITÀ: SÙ, SÙ, STA’ BONO COCCO, CHE TE LA DAMO LA SANITÀ (MENTALE PERÒ).

SANITA’ MENTALE

 

 

Italia-07/11/2017:MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. IL COLPO DI GRAZIA ED ALTRO

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. IL COLPO DI GRAZIA ED ALTRO

RAPPEZZA NEWS

 

Pd, Renzi: “Ok la fiducia sullo Ius Soli.

News Mondo.

BRAVO, DATT’ER COLPO DE GRAZIA.

COLPO DI GRAZIA

Trump: “Strage in Texas, il problema non sono le armi.”

La Repubblica.

MA CERTAMENTE! IL FUCILE A TAPPO USATO DAL KILLER SI PUÒ ACQUISTARE IN QUALSIASI NEGOZIO DI GIOCATTOLI.

Fucile a tappo

Oliverio: “La sanità è un problema della Calabria e dei Calabresi”.

Regioni.it

SONORAMENTE SMENTITI DAL GOVERNATORE QUANTI SOSTENEVANO FOSSE UN PROBLEMA DEGLI SCOZZESI.

SCOZZESI

 

 

Italia-07/11/2017:MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. FALSI DI TORNACONTO.

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. FALSI DI TORNACONTO.

RAPPEZZA NEWS

Conferenza sulla contraffazione dei beni culturali.

CN24TV

Palazzo Arnone. Cosenza. Nel Salone Giorgio Leone, si terrà “L’arte non vera non può essere arte”

Considerazioni sulle falsificazioni archeologiche.

AH SÌ? E COME MAI DA DECENNI CONTINUATE A DIRE DI AVER TROVATO SYBARIS ARCAICA SOTTO THURII, NOTORIAMENTE POSTA A SEI CHILOMETRI DI DISTANZA (NON SOLO COME DIMOSTRATO DALL’ARCH. MAURIZIO SILENZI VISELLI, MA CHIARAMENTE INDICATO DAGLI ANTICHI STORICI E VECCHIE MAPPE?).

FALSO DI TORNACONTO VOSTRO E DI DANNO ALLA CALABRIA?

FALSA SYBARIS PER TORNACONTO

 

Renzi vuole copiare il Cavaliere. “Premier chi prende più voti”

La Stampa

MA NO RENZINO! ALTRO CHE VOTI! TE CONVIENE A CHI SE PRENDE IN FACCIA PIÙ TORSI DE BROCCOLO, ORTAGGI E OVA FRACICHE. DAI RETTA.

FALSO IL VOTO DI TORNACONTO

 

 

Italia-06/11/2017: MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. DESERTI ROSSI E RENZI.

MAURIZIO SILENZI VISELLI. RAPPEZZA NEWS. DESERTI ROSSI E RENZI.

RAPPEZZA NEWS

Elezioni Ostia, crolla l’affluenza: 1 su 3 al voto.

il Tempo.

C’ERA URNA VUOTA…CHI ANDAVA A VOTARE.

DESERTO ROSSO

Elezioni Sicilia, proiezioni: Musumeci al 36% Cancelleri al 34%. Crolla il Pd.

ANSA.it

MEGLIO SOLO CHE MOLTO ACCOMPAGNATO: “QUESTO Ė IL RINGRAZIAMENTO DE ST’INFAMI! E PENSÀ CHE HO LASCIATO UN LAVORO SICURO DE CASCHERINO DAR PIZZICAGNOLO…”.

DESERTO RENZI