Category Archives: Laghi di Sibari

Laghi di Sibari-15/03/2017: Giornata Nazionale del Paesaggio

sdr

dav

dav

sdr

sdr

sdr

dav

dav

sdr

dav

dav

bmd

bmd

dav

sdr

sdr

dav

dav

dav

dav

Laghi di Sibari: 15/03/2017
 Giornata Nazionale del Paesaggio
Presente l’ITS “Filangieri” di Trebisacce
“La Bellezza Grandiosa della Piana di Sibari” è stato l’interessante tema sul quale si è tenuto l’incontro culturale promosso dal Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, svoltosi martedì 14 marzo, nella Sala riunioni del Museo. Al tavolo dei relatori la responsabile del Museo Bonofiglio, l’archeologo Alessandro Vanzetti (docente di Archeologia presso l’università “La Sapienza” di Roma), il dottore Pisarra (ricercatore presso l’Unical) e Anna Casolaro (referente culturale del Museo). La locandina riporta l’immagine del paesaggio suggestivo che si vede dal sito archeologico di “Broglio” a Trebisacce. Nel dare il via ai lavori la dottoressa Casolaro ha sottolineato, tra l’altro, che la terra non è una eredità, ma un prestito da restituire ai nostri figli e pertanto occorre tutelarla. Un video ha fatto da start per conoscere storicamente i Brettii (o Bruzi che erano un antico popolo di stirpe italica che abitò la quasi totalità della Calabria) che rappresentano anche la storia della Calabria. Alcune scene del video presentavano il paesaggio di Castiglione di Paludi. A seguire è intervenuto il Prof. Vanzetti che ha fatto una panoramica sulla legislazione europea che regola la convenzione partendo dalla Carta di Venezia del 1964, La Valletta, ecc, ecc. e ha lanciato, ai numerosi presenti, il messaggio che il paesaggio va salvaguardato, gestito con cura e necessita una buona pianificazione prima di intervenire con il cemento. Successivamente ha invitato a capire la logica usata dalle antiche popolazioni nell’ effettuare le scelte per occupare gli spazi destinati all’insediamento. Sì è notato seguendo l’esaustiva relazione che l’insediamento più stabile si registra a partire dall’età del bronzo medio. A tema è poi intervenuto il dottore Pisarra. Tra il pubblico diversi studiosi tra cui il Prof. Tullio Masneri che tanto si spende nel quotidiano per valorizzare il Parco Archeologico di Broglio. E ancora presenti tanti studenti in versione hostess dell’ITS Filangieri di Trebisacce che hanno accolto con gentilezza gli intervenuti, accompagnati dalla dirigente scolastica Prof.ssa Consolata Piscitiello, dalla Vice Preside Rosetta Policastro, dalla Prof.ssa Anna Vangi (docente di Lingua Francese),dal Prof. Francesco Lofrano (Economia Aziendale). A proposito la dirigente scolastica Prof.ssa Piscitiello, ha già avviato con il Museo della Sibaritide, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, degli incontri presso il Museo e questo anche perché, la dirigente Piscitiello, ritiene che la formazione degli studenti passa attraverso la conoscenza del territorio, l’acquisizione dei contenuti e delle competenze. Emozionante vedere tanti giovani presenti all’incontro culturale che hanno impreziosito ed eccovi il gruppo: Cuconato Francesca Matilde, Cirigliano Anna Maria, Apollaro Luana, Leonetti Francesca –nel ruolo di hostess della classe VA Tur e della IIIA Tur.:Campanella Maria Francesca, De Marco Anna Domenica, Fortunato Francesca, Bruno Roberta, Candio Ilaria, Felicia Pitrelli, Silvestri Alisia, Falotico Amelia, Ambrosio Anna, Falbo Emanuela, Scura Rebecca, Matarrese Maria Domenica, Ferraro Carmela, Kiril Todorov, Claudio Pasqualina, Di Leo Margherita,  Rusu Miruna, De Santis Michela. Sul piano culturale ognuno dei presenti ha aggiunto un tassello in più.
Franco Lofrano

Italia-09/01/2017:TELEFONATA A DZIO (SONO RAFFREDDADO).

Dio-con-barba-e-triangolo

TELEFONATA A DZIO (SONO RAFFREDDADO).

 

Con questi risponditori automatici succedono cose strane. Telefonavo chiedendo che mi passassero mio zio, ma essendo influenzato la mia voce pronunciò “dzio”. Il risponditore automatico (deficiente tecnologico), capì Dio, e, mi mise in contatto col Paradiso. Incredibilmente, dall’altra sponda, una voce angelica disse: “Resti in linea, le passo Dio.”.

D-“Pronto! Chi mi chiama?”.

M.S.V. “Scusi Eccellenza sono un umano; un disguido mi ha messo in contatto con lei.”.

D-“Ah, qui non mi chiama mai nessuno, mi sembrava strano.”.

M.S.V. “Come non la chiama nessuno, quaggiù è tutto un rifarsi a lei Altissimo.”.

D-“Non mi risulta; in ogni modo mi dica, fa piacere scambiare finalmente due chiacchiere.”.

M.S.V. “Come sarebbe che non le risulta?! Quaggiù si scannano a milioni ululando a quanto lei è grande!”.

D-“Non so che dirle…Seguo poco gli eventi terreni. A volte mi godo qualche partita di calcio, sono tifoso della Roma, altre volte seguo qualche bel film poliziesco. Le confesso che lo faccio pur sapendo prima, sia chi è l’assassino, sia che la mia squadra vincerà 2 a 1.

M.S.V. “Ma dico, Altissimo, vorrà scherzare! Quindi non è lei che controlla e dirige tutto l’ambaradan? I terremoti, le alluvioni, non è lei che organizza i disastri?!”.

D-“Certo che no. Ho lavorato a suo tempo una settimanella per creare tutto, poi basta. Ma perché, ci sono problemi laggiù?”.

M.S.V. “Problemi?! Eccellenza qui è un vero casino, scusi il termine. Non per rinfacciare, ma ci sono stati Papi, scelti da lei, che non si sono mica comportati tanto bene, per fare un eufemismo. Basti dire che se sò bruciati Giordano Bruno che era una personcina a posto!”.

D-“Ah sì? No guardi, dei Papi se ne occupa lo Spirito Santo; c’ha presente la colomba? Quella. Io non seguo la faccenda.”.

M.S.V. “Eh no! E mica se pò lavà le mani! A Mosè gliel’ha dati lei i Dieci Comandamenti!”.

D-“Ah sì, mi ricordo…Uno dei pochi contatti a distanza…Inviai un Fax a quel signore che ha detto…Mi pare sul Monte Sinai…Dico bene? Regolette semplici, semplici…”.

M.S.V. “Semplici?! Ma qua non le rispetta nessuno! Guardi Eccellenza che se non dà un’occhiata non si rende conto! Qua se ruba, s’ammazza e tutto il resto appresso! Una vera sciagura!”.

D-“Mah, non so che dirle…Ma ora devo lasciarla, sta per iniziare un filmetto con quell’investigatore Poirot. L’ho già visto ma lo rivedo volentieri.”.

M.S.V. “Poirot?! Me se mette a guardà Poirot?! Eccellenza! Eccellenzaaa…! Niente, ha riattaccato.”.

Capito quante cose strane succedono con i risponditori automatici? Ma…Famme pensà…Ha detto che la Roma vince 2 a 1? Mò me faccio la giocata alle scommesse…

Maurizio Silenzi Viselli

LAGHI DI SIBARI (CS)-06/08/2012: 2° CORSO DI AVVIAMENTO ALLO SPORT DI CANOA KAYAK. SUCCESSO DI GIOVANI PARTECIPANTI

LAGHI DI SIBARI (CS): 2° CORSO DI AVVIAMENTO ALLO SPORT DI CANOA KAYAK. SUCCESSO DI GIOVANI PARTECIPANTI

di Pasquale Golia

Lo sport protagonista ai Laghi di Sibari, ed in particolare la canoa kayak. Emulando le gesta dei canoisti azzurri alle Olimpiadi di Londra un esercito di giovanissimi, infatti, si è cimentato ieri nella particolare disciplina nelle darsene del complesso turistico sibarita. Occasione particolare per scoprire questo sport 2° corso avanzato di canoa kayak, a cura della società “CKC Reggio Calabria”, con la partecipazione dell’Associazione Laghi di Sibari con la collaborazione dell’Agenzia Assicurativa Cattolica Cosenza Brutium, coordinati da Patrizia MAURANTONIO, promotrice del corso e membro direttivo Associazione Laghi. Il corso formativo di base ed avanzamento è stato presentato dai tecnici Saveria ARCURI e Carmelo MOSCATO. Inizialmente, è stata esposta la parte teorica, che prevede l’importanza della disciplina impartita ai giovani sportivi e la suddivisione delle varie componenti che prevede il Kayak, a seguire la simulazione in piscina e la messa in acqua dei partecipanti. Circa 30, i bambini di età compresa tra i 6 ed i 16 anni, che hanno partecipato all’evento. Le varie prove, sono state svolte nel particolare scenario della darsena dei Laghi di Sibari, nei pressi del molo Hotel Oleandro, che ha concesso l’intera struttura per la riuscita della manifestazione. Sin da subito i giovani corsisti, hanno iniziato ad apprendere le nozioni base di sicurezza con tecniche di gioco, fino alla simulazione estrema e saper affrontare qualsiasi difficoltà.La canoa kayak è una speciale disciplina riconosciuta a livello mondiale, e l’Italia occupa un importante livello nel medagliere internazionale, non ultimi i brillanti successi conquistati alle olimpiadi di Londra.