Category Archives: Oriolo

Oriolo-16/02/2018: A rischio crollo un’abitazione privata situata nel cuore del centro abitato: per ragioni di sicurezza è stata evacuata..

ORIOLO A rischio crollo un’abitazione privata situata nel cuore del centro abitato: per ragioni di sicurezza è stata evacuata la famiglia ivi residente ed è stato messo sotto controllo tutto il fabbricato così come gli spazi circostanti all’abitazione che risultano del tutto sconnessi e l’intera zona circostante che, insieme a tutto l’immobile, risulta a rischio-frana. Dell’improvviso cedimento e delle pericolose lesioni verificatesi nella struttura portante dell’abitazione posta al piano terra e che affaccia direttamente su Piazza del Borgo, secondo quanto ha riferito al cronista il vice-sindaco Vincenzo Diego, ci si è accorti nella mattinata di lunedì 16 febbraio e sul posto sono subito fatti arrivare i Vigili del Fuoco di Trebisacce e gli uomini della Protezione Civile i quali, dopo aver collaborato a sgombrare l’abitazione, hanno messo sotto controllo, mediante gli appositi sensori, le mura dell’abitazione e l’intero fabbricato. Indecifrabili, al momento, le cause che hanno determinato il cedimento delle mura portanti dell’abitazione e forse da escludere anche le infiltrazioni delle acque meteoriche, anche perché l’inverno tuttora in corso, al contrario di quelli precedenti che tanti danni hanno provocato al territorio comunale e rurale di Oriolo, non è stato particolarmente piovoso. Sulle cause e possibili concause del fenomeno stanno comunque approfondendo le indagini i Vigili del Fuoco e gli uomini della Protezione Civile locale e regionale. Sta di fatto che il territorio di Oriolo, visti soprattutto i precedenti, risulta molto fragile e diffusamente a rischio idro-geologico per cui è necessario rimanere vigili e intanto eseguire con urgenza gli interventi di consolidamento già finanziati dalla regione Calabria e dal Ministro.

Pino La Rocca      

Oriolo-26/01/2018: Oriolo, dissesto idrogeologico. Due milioni di euro per contrada Santa Marina

oriolo

COMUNICATO  STAMPA

 

Oriolo, dissesto idrogeologico.

Due milioni di euro per contrada Santa Marina

Un altro finanziamento intercettato dall’Amministrazione Comunale di Oriolo, guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa. Si tratta di un importante contributo di 2.188.500,00 destinato ad interventi di mitigazione del rischio idrogeologico nell’area attraversata dalla Sp 156 in contrada Santa Marina. La suddetta zona è stata più volte interessata negli ultimi anni dal fenomeno del dissesto idrogeologico, soprattutto in occasione della frana che ha colpito Oriolo nel 2015. L’Amministrazione Comunale impegnata sia sul fronte dello sviluppo turistico ma allo stesso tempo su quello della messa in sicurezza di diverse zone del paese interessate da smottamenti, è riuscita a trovare spazio nei finanziamenti, per un totale di 26 milioni di euro, del Piano Operativo FSC 2014/2020 riguardanti appunto gli interventi la riduzione del rischio idrogeologico e dell’erosione costiera.

Il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha incontrato nella sala oro della Cittadella regionale di Catanzaro i soggetti interessati. Per il Comune di Oriolo era presente il presidente del Consiglio Comunale, Alfredino Acciardi. «Già tra qualche giorno – ha assicurato Oliverio – saranno avviati singoli incontri con gli amministratori locali per stabilire un cronoprogramma ed accelerare cosi le procedure per arrivare alle gare d’appalto. Il Comune di Oriolo rientra tra i ventiquattro progetti selezionati dal Ministero dell’Ambiente. Un risultato raggiunto anche grazie all’attenzione dedicata alla causa da parte del vicesindaco Vincenzo Diego in costante dialogo con il soggetto attuatore dell’Accordo di programma per la mitigazione del rischio idrogeologico, Carmelo Gallo. «Un sentito ringraziamento a tutti gli attori che si sono spesi in questa importante operazione – commentano da Palazzo di Città -. Dal Governatore Oliverio, al ministro Gian Luca Galletti, al presidente della Provincia Franco Iacucci che ha espresso soddisfazione, assieme a noi, per il risultato ottenuto dal Comune di Oriolo».

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

Oriolo-23/01/2018: Oriolo tra eccellenze Touring Club.

scorcio oriolo

sindaco – touring club

COMUNICATO STAMPA

 

Oriolo tra eccellenze Touring Club.

A Genova consegnata Bandiera Arancione

 

Vetrina d’eccezione per il Comune di Oriolo che ha ricevuto a Genova la Bandiera Arancione del Touring Club, confermandosi così all’interno del prestigioso circuito turistico nel quale si era accomodato ufficialmente nel 2016. Alla festa delle Bandiere Arancioni del Touring Club – in occasione dei vent’anni dall’iniziativa – sono stati premiati 19 comuni italiani, tra i quali il borgo di Oriolo, punta di diamante del turismo nell’Alto Jonio cosentino. Nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, tra i 150 sindaci presenti (le bandiere arancioni sventolano su 227 paesi, con meno di 15 mila abitanti, che si distinguono per un’offerta turistica di eccellenza e un’accoglienza di qualità) c’era anche il primo cittadino di Oriolo, Giorgio Bonamassa che ha ritirato il prestigioso vessillo alla presenza del direttore generale del Touring Club, Lamberto Mancini; del sindaco di Genova, Marco Bucci; del governatore della Liguria, Giovanni Toti e dell’assessore regionale alla Promozione Turistica e Marketing, Giovanni Berrino.

Il riconoscimento per Oriolo, ripreso anche dalla stampa nazionale, giunge all’interno di un percorso voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale in carica che punta in maniera decisa ad un’offerta turistica di qualità, individuata come strumento indispensabile per attrarre flussi di gente che necessariamente dovranno implementare quell’indotto necessario a trattenere sempre più famiglie e giovani in un piccolo borgo dell’entroterra come Oriolo. Su questo potenziale hanno creduto sin dall’inizio, oltre al sindaco, allo stesso modo il vice sindaco e assessore al Turismo, Vincenzo Diego che sta investendo su una politica di rilancio dei Beni Culturali e della Cultura in genere attraverso un incessante lavoro teso anche ad intercettare importanti finanziamenti utili alla causa. Così come il consigliere comunale Vincenzo Brancaccio, tra i promotori dell’ingresso di Oriolo sia nel Touring Club che nell’importante associazione dei “Borghi più belli d’Italia”. A margine della manifestazione di Genova per le Bandiere Arancioni, l’Amministrazione Comunale di Oriolo è stata raggiunta dal messaggio di congratulazioni del presidente della Provincia di Cosenza, Franco Iacucci, che ha espresso sincero apprezzamento per il percorso virtuoso che il Comune ha intrapreso nell’ottica di un turismo moderno e ricercato.

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

Oriolo-22/01/2018: Bandiera Arancione

Simona Colotta

ORIOLO

ORIOLO Altro ambito riconoscimento per Oriolo: insieme a Taverna di Montalto Oriolo Calabro è infatti stato annoverato tra “i borghi eccellenti” d’Italia. Il riconoscimento è riservato ai comuni con meno di 15mila abitanti ritenuti idonei alla valorizzazione del paesaggio dell’entroterra italiano perché si distinguono per un’offerta turistica di eccellenza e per un’accoglienza di qualità. La premiazione quest’anno è avvenuta a Palazzo Ducale di Genova alla presenza di oltre 150 sindaci provenienti da tutta Italia con la partecipazione del direttore generale del Touring Club Italiano Lamberto Mancini, il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino e nella carrellata dei comuni insigniti della “Bandiera Arancione” dal Touring Club Italiano per il triennio 2018/2020 ci sono appunto Oriolo e Taverna. Complessivamente i borghi italiani “eccellenti” sono 227. Oltre alle riconferme degli anni passati, sono 19 le “new entry” destinatarie quest’anno della “Bandiera Arancione”: Gressoney Saint Jean per la Valle d’Aosta, Agliè, Chiusa di Pesio, Gavi e Ozzano Monferrato per il Piemonte, Almenno San Bartolomeo, Bellano e Pizzighettone per la Lombardia, Maniago e San Vito al Tagliamento per il Friuli Venezia Giulia, Santa Fiora per la Toscana, Frontino e Serra San Quirico per le Marche, Fara San Martino, Lama dei Peligni e Opi per l’Abruzzo, Aliano per la Basilicata e, appunto, Oriolo e Taverna per la Calabria.

Pino La Rocca

 

Oriolo-21/01/2018: I Circoli pd dello Jonio Cosentino sono per le candidature territoriali

  Comunicato  stampa coordinamento circoli PD jonio cosentino

 

A seguito dei numerosi incontri che hanno registrato una cospicua partecipazione, i circoli del PD dello jonio cosentino, dopo aver alacremente lavorato e discusso sui temi fondamentali che riguardano il nostro territorio, hanno convenuto che sarà di fondamentale importanza dover esprimere delle candidature territoriali che possano rappresentare, sia alla Camera sia al Senato, lo jonio cosentino.

I risultati di questi incontri sono racchiusi nel documento che è stato redatto e inviato a tutti gli organismi di partito, di ogni ordine e grado.

Nella serata di giovedì, queste posizioni sono state ribadite e nuovamente discusse in una riunione ampiamente partecipata, tenutasi nella sede del PD di Corigliano alla presenza del segretario provinciale, Luigi Guglielmelli.

Si è rimarcata al segretario, come coordinamento territoriale dei circoli PD, la necessità di autodeterminarsi per le prossime politiche per quanto già esposto nel documento e già a conoscenza del partito.

 Il segretario ha interpretato al meglio le nostre istanze, si è impegnato a portare le nostre legittime richieste al segretario regionale, Ernesto Magorno, che potrà così formulare richiesta di candidatura territoriale al segretario nazionale, Matteo Renzi.

 

Circoli:

Oriolo, Trebisacce, Corigliano, Rossano, Villapiana, Cerchiara,  Amendolara, Albidona, Alessandria Del Carretto, Motegiordano, Rocca Imperiale, Roseto Capo Spulico, San Lorenzo Bellizzi, Spezzano Albanese, San Demetrio Corone, Vaccarizzo Albanese,  Pietrapaola,  Cariati.

 

 

     

 

Oriolo-18/01/2018: Rassegna teatrale tra i grandi eventi regionali e nazionali. E “La Portella” si rifà il look

teatro la portella

teatro la portella con sindaco

COMUNICATO STAMPA

 

Oriolo. Rassegna teatrale tra i grandi eventi regionali e nazionali.

E “La Portella” si rifà il look

 

L’Amministrazione Comunale di Oriolo punta decisa sulla cultura. E lo fa in maniera strutturata e programmatica, convinta che soltanto in questa maniera il settore potrà davvero offrire  un ritorno di immagine e occupazionale per il paese e per il territorio in genere. Prende forma, dunque, l’ambizioso progetto del “Polo museale e culturale”, vero fiore all’occhiello dell’azione amministrativa. Dopo aver recuperato gran parte dei beni culturali del comune, l’Amministrazione Comunale di Oriolo, guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa, rientra anche tra i beneficiari di un importante finanziamento per i grandi eventi di rilievo regionale e nazionale. Fondi europei, erogati dal Dipartimento Turismo, Beni Culturali, Istruzione e Cultura che contribuiranno per un triennio  a finanziare, con circa 30.000 euro annui, l’Oriolo Cult Festival, manifestazione che si svolge ad Oriolo nel periodo estivo ed incentrata maggiormente sul teatro, ma anche sulle arti, sul cinema e sulla cultura in genere, con rappresentazioni, spettacoli ed eventi che accolgono turisti e residenti nel magnifico scenario naturale del teatro La Portella. Grazie all’ingresso nel circuito dei grandi eventi, la kermesse di Oriolo, potrà ulteriormente impreziosirsi, consacrandosi come punto di riferimento per il teatro.

A proposito del teatro La Portella, inoltre, nell’ottica del miglioramento del confort per gli spettatori, sulle gradinate sono stati di recente installati dei comodi sedili. L’intervento rientra in una più vasta operazione di recupero dei beni culturali, finanziata con circa 700.000 euro di fondi Pisl (Progetti integrati di sviluppo locale) che comprende, tra altre cose, anche la realizzazione di una “Casa delle associazioni, delle arti e delle idee” da allocare in un antico edificio nel centro storico di Oriolo, adiacente al già recuperato Palazzo Giannettasio.  I lavori sono già iniziati con l’obiettivo di consegnare la struttura a primavera, che potrà così diventerà luogo di ritrovo e interscambio socio-culturale tra le realtà del comprensorio. Infatti, da come ci tiene a sottolineare il vicesindaco Vincenzo Diego, «tutte gli edifici storici che stiamo recuperano ad Oriolo, riconsegnandoli alla collettività, sono un bene comune e quindi a disposizione di tutti i nostri concittadini, ma anche di tutto l’Alto Jonio, e non solo, per la realizzazione di iniziative e progetti culturali».

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

 

Oriolo-04/01/2018: Con gli Ethnos la tradizione lucana in musica

COMUNICATO STAMPA

 

Oriolo. Con gli Ethnos la tradizione lucana in musica

Alla riscoperta delle antiche radici della cultura musicale lucana. Ad Oriolo continuano gli eventi di qualità in occasione delle feste natalizie con il concerto degli Ethnos – gruppo nato da un’idea di Graziano Accinni, chitarrista, compositore, arrangiatore di Moliterno (Pz) che, giovedì 4 gennaio, alle ore 19, allieteranno i presenti nel Castello di uno dei Borghi più Belli d’Italia. La formazione in trio è composta, inoltre, da Silvio De Filippo (alle chitarre con Accinni) e Giuseppe Forastiero (voce). La musica porterà in un mondo parallelo, lontano dagli stress della modernità. Fatto di calzoncini corti e antichi sapori, giochi e corse nei prati, fisarmoniche chitarre e tamburelli, di insegnamenti e valori trasmessi dai nonni.

Cinque i cd realizzati dagli Ethnos (Musica Antica di Basilicata – Omaggio alla Tradizione Religiosa delle Genti Lucane – Le Tre Sorelle – O Bannu – Brani Antichi della Basse e Alta Valle dell’Agri), tutti prodotti da Graziano Accinni, in cui si possono apprezzare i virtuosismi dei musicisti, ma anche riascoltare le sonorità e le voci di un tempo. Un tuffo nel passato, dunque, nel paese guidato dal sindaco, Giorgio Bonamassa, che insieme al suo vice e assessore alla Cultura Vincenzo Diego, hanno inteso che le mura del Castello vibrassero dei suoni di una volta per riassaporarne l’essenza. Tante le esperienze televisive e radiofoniche del gruppo: dalle principali reti nazionali a Rai International, sul canale satellitare “Marco Polo”, fino alle emittenti del Vaticano.

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

Oriolo-29/12/2017: Il Pd non condivide la scelta della maggioranza

Simona Colotta

 In merito al concerto del 29 Dicembre, che si terrà ad Oriolo in Piazza del Borgo, a cura dell’associazione di volontariato ‘Misericordia Oriolo’ e patrocinata dal Comune di Oriolo, del noto cantautore Povia, il Gruppo di Minoranza e il PD di Oriolo esprimono il loro disagio nel non poter condividere questa scelta.
 La nostra visione è portatrice di idee inclusive e solidali che siano esempi di rispetto verso tutti i diritti, verso tutte le minoranze, etniche, religiose, ecc. Siamo altresì convinti che l’amministrazione comunale che si è adoperata per l’organizzazione di questo evento e per dare voce al cantautore, non sia rappresentativa sicuramente dei sentimenti di accoglienza e alquanto progressisti che fanno parte della cultura socio-politica di Oriolo.  
 
Gruppo di Minoranza di Oriolo 
 
Partito Democratico Oriolo

Oriolo-19/12/2017: Nuovi bandi da intercettare. Rete di professionisti al servizio dei cittadini

oriolo – cantieri di imprese 2

oriolo – cantieri di imprese

COMUNICATO STAMPA

 

Oriolo. Nuovi bandi da intercettare.

Rete di professionisti al servizio dei cittadini

 

Il Comune di Oriolo ha stipulato una convenzione gratuita con un team di professionisti che si occupa di progettazione integrata offrendo assistenza a cittadini ed imprese per ogni tipo di agevolazione prevista con i vari bandi. La partnership con il Comune di Oriolo, guidato dal sindaco Giorgio Bonamassa, è stata presentata sabato sera al Teatro Valle alla presenza del project manager Pasquale Modaffari, in rappresentanza di “Cantieri di Imprese” e del vicesindaco del Comune di Oriolo, Vincenzo Diego. “Cantieri di Imprese” si presenta come una rete di professionisti, in questo caso a disposizione del Comune di Oriolo, che punta a garantire ai cittadini di uno dei “Borghi più belli d’Italia” una informazione costante sulle varie opportunità per fare impresa e quindi business sul territorio.

I giovani, le donne, le imprese già costituite, le famiglie possono recarsi in Comune (sul sito istituzionale sarà presto disponibile un banner per mettersi direttamente in contatto con “Cantieri di Imprese”) per reperire tutte le informazioni del caso sui bandi disponibili o di prossima pubblicazione. Qualora il cittadino intercettasse una reale opportunità, spetterà poi all’Amministrazione Comunale mettere in contatto il diretto interessato con i professionisti per una consulenza totalmente gratuita.

Dalla nuova Garanzia Giovani al bando Dote Lavoro e Inclusione Attiva; ma anche agevolazioni per il trasporto pubblico locale (ad esempio per quelle famiglie che hanno figli all’università), oppure gli incentivi del programma “Io Resto al Sud”. Senza dimenticare il nuovo provvedimento che riguarda il Reddito di Inclusione Sociale. Una serie di misure da valutare con attenzione per chi cerca un’opportunità di lavoro o comunque un sostegno concreto. Ed il Comune di Oriolo mette a disposizione dei suoi cittadini uno staff di professionisti pronti a garantire l’assistenza necessaria. «Fare impresa non deve spaventare i nostri giovani – ha commentato il vicesindaco, Vincenzo Diego -. Il Comune deve essere in grado di intercettare i bisogni di questo territorio per poi mettere a disposizione quelle competenze necessarie a trasformare una bella idea in un’impresa di successo».

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)

 

Oriolo-10/12/2017: Strada dei Cappuccini verso riapertura.

COMUNICATO STAMPA

Oriolo. Strada dei Cappuccini verso riapertura.

Continua impegno Esecutivo contro dissesto idrogeologico

La così detta strada dei Cappuccini che collega il centro abitato di Oriolo con la zona alta della “serra”, fondamentale per raggiungere numerose contrade ma anche i comuni di Nocara, Canna, Montegiordano, a breve sarà riaperta al traffico veicolare dopo importanti interventi di manutenzione. La strada comunale risultava interdetta per via di movimenti franosi che hanno interessato un tratto di circa 400 metri, minandone la stabilità. I lavori iniziati nel mese di novembre scorso ad opera della Carlig Costruzioni, una ditta locale, sono in fase di ultimazione per terminare, in tempi record, a ridosso del periodo natalizio.

Una carreggiata di oltre 5 metri di larghezza sostenuta, nei punti strategici, da pali metallici e piastre e protetta da gabbie per contenere il dissesto idrogeologico di cui la zona storicamente soffre, come ha dimostrato la frana di marzo 2015. il Comune, guidato dall’Amministrazione Bonamassa, si sta ormai rialzando dalla calamità, intervento dopo intervento, frutto di una programmazione che ha permesso di intercettare importanti finanziamenti per un totale, sino ad ora, di circa 6 milioni di euro.

I lavori sulla strada dei Cappuccini, sommati ad un’altra importante operazione di recupero che riguarda il vecchio cimitero all’entrata del paese, sono costati circa 800.000 euro di fondi Pisl. Il sindaco Giorgio Bonamassa e il suo vice, Vincenzo Diego, quotidianamente monitorano l’avanzamento dei lavori sia sulla strada in questione che presso lo storico cimitero devastato dalla frana del 1973 e che grazie a questi lavori di recupero diventerà cimitero monumentale.

Vincenzo La Camera, giornalista

Ufficio Stampa Comune di Oriolo (Cs)