Category Archives: Paola

Paola-06/11/2015: la Giornata mondiale della Polio la “Vela Rossa End Polio Now”

COMUNICATO STAMPA

Per celebrare la Giornata mondiale della Polio la “Vela Rossa End Polio Now” ha attraversato l’oceano Atlantico per arrivare nel centro di Toronto davanti alla sede dell’Assemblea Distrettuale del Distretto 7070.

Anche il Distretto 2100 – Campania Calabria e Lauria – hanno parlato di “Polio Plus” al Sant’Agostino di Paola.

Dopo l’apertura dei lavori del Presidente del Rotary Club di Paola, Ottavio Caparello, hanno portato i saluti il sindaco di Paola, Basilio Ferrai, il presidente Unicef di Cosenza, Paola Bianchi e Gianfranco Filippelli, commissario straordinario dell’Asp di Cosenza. Sono entrati nel vivo della discussione Francesco Socievole, Assistente coordinatore regionale per la Fondazione Rotary, Alfredo Focà, governatore emerito del Distretto 2100 parlando de “La malattia ed i vaccini”. “La Storia del progetto “Polio Plus” è stata tratteggiata da Antonio Amoruso, presidente della sottocommissione Polio Plus del Distretto. Sia Focà che Amoruso hanno esposto le esperienze dei volontari rotariani in India. Vincenzo Ferraro, invece, formatore distrettuale, ha sintetizzato il legame tra Polio ed i principi rotariani. A Guido Parlato, presidente della commissione Fondazione Rotary il compito di trarre le conclusioni di un progetto rotariano vincente per sconfiggere la Polio. In questi anni sono state numerose le attività a favore dei popoli in difficoltà economiche e sociali. Significativa la lotta alla poliomielite.

Grazie al Rotary, il numero di casi di poliomielite è diminuito del 99 percento in tutto il mondo. Dal 1988, più di due miliardi di bambini sono stati vaccinati in 122 Paesi.

La solidarietà continua ad essere al primo posto nei programmi rotariani accanto a significative iniziative legate al mondo della formazione di tutti i soci.

Domani continua, infatti, la formazione per i rotariani.

A San Giovanni in Fiore appuntamento con il “Programma per lo sviluppo della leadership nel Distretto 2100”

La sessione formativa tratterà gli argomenti su: la Struttura del Rotary, la Leadership: caratteristiche del leader e stili di leadership, la leadership nel Rotary, comunicazione e coinvolgimento dei soci, strategie per la scelta, la pianificazione e il raggiungimento degli obiettivi, i programmi della Fondazione Rotary e i progetti di servizio e il My Rotary e le nuove piattaforme comunicative del Rotary.

L’obiettivo è quello di consolidare le leadership in tutti i Club. A coordinare i lavori è il past governatore del Distretto 2100 Francesco Socievole, presidente della Sottocommissione distrettuale Leadership.  L’iniziativa è sostenuta con grande interesse dall’attuale governatore distrettuale Giorgio Botta e dai governatori distrettuali dei prossimi due anni: Gaetano de Donato e Luciano Lucania.

Socievole ha affermato: «Sappiamo bene che i Club, quando sono caratterizzati da una buona leadership, riescono a coinvolgere i soci in interessanti progetti di servizio, creano un’atmosfera di amicizia promuovendo uno spiccato senso di appartenenza, conducono riunioni interessanti con buoni programmi contribuendo, in tal modo, ad aumentare e a consolidare l’effettivo. Al contrario, i Club con mancanza di leadership o con una leadership non adatta al nostro modello di “governance” sono quelli che subiscono le maggiori perdite. Pertanto, per avere nei Club un avvicendamento di leader continuamente efficienti e preparati, si è ritenuto opportuno affrontare in maniera sistematica lo sviluppo della leadership a livello di Club e di Distretto, dando vita al “Programma Sperimentale Leadership” incentrato sul principio che più si conosce il Rotary, più un rotariano è entusiasta».

Ufficio Stampa

Rotary Distretto 2100

PAOLA, Lunedì 7 Aprile 2014 :PAPA FRANCESCO IN VISITA IN CALABRIA

COMUNICATO STAMPA N.27 – 7 APRILE 2014

PAPA FRANCESCO IN VISITA IN CALABRIA

PATRICIELLO: COMUNITÀ CASSANO È GENTE ONESTA CHE SUBISCE

ASCOLTARE PONTEFICE, HA POTERE DI CAMBIARE COSCIENZE

 

PAOLA, Lunedì 7 Aprile 2014 – Papa Francesco in Calabria. Cassano non è sola. La visita  del pontefice riempie di speranza i fedeli e i cittadini onesti che sono la maggioranza nel territorio dell’antica Sibari. Siamo tutti pronti ad ascoltare le parole del nostro Papa e seguire i suoi insegnamenti. BERGOGLIO ha il potere di cambiare le coscienze.

 

È quanto dichiara l’eurodeputato di Forza Italia, Aldo PATRICIELLO commentando l’annunciata visita di Papa Francesco a Cassano allo Jonio prevista per SABATO 21 GIUGNO.

 

BERGOGLIO – continua PATRICIELLO – ha il potere di spiazzare tutti e di trasformare la sua grande fede in azione, nel segnale che tutti i calabresi aspettavano. Cassano vive l’emergenza di una criminalità feroce e di un tessuto sociale che risente delle tante emergenze che affliggono la comunità. Il Papa restituirà la forza di andare avanti e costruire un futuro migliore per tutti in questa terra di confine dove sua Eccellenza Monsignor Nunzio GALANTINO costituisce un presidio di fede e forza per chi vuole opporsi alle logiche del crimine e della sopraffazione. Il vescovo di Cassano e segretario della CEI ha saputo edificare la cultura del bene e del rispetto. E non ha mai fatto mancare la sua presenza e il suo abbraccio da buon pastore alla comunità di Cassano ferita dagli ultimi episodi di sangue. La triste vicenda del piccolo Cocó è una piaga che la Calabria si porta dentro, così come l’uccisione a Sibari di un prete sempre attento alle ragioni degli ultimi. Ma non dimentichiamo che la maggior parte dei cittadini che abitano a Cassano è gente onesta, che subisce l’ombra funesta dei clan e i soprusi quotidiani di persone senza legge e senza morale. Per tutti questi cittadini onesti la  visita del Papa “venuto dalla fine del mondo” è un motivo in più per uscire allo scoperto e manifestare il proprio dissenso contro il malaffare imperante. Così come avvenuto nella fiaccolata notturna per non dimenticare l’orrore di tre corpi bruciati. Quando viene procurata la morte pure ai bambini in maniera così efferata, vuol dire che tutti devono fare la loro parte e la presenza del Papa ci richiama alla necessità dell’impegno”.