Category Archives: Rocca Imperiale

Rocca Imperiale-21/11/2017:GLI ALBERI PER ROCCA IMPERIALE ATTENDONO ANCORA DI ESSERE PIANTATI

GLI ALBERI PER ROCCA IMPERIALE ATTENDONO ANCORA DI ESSERE PIANTATI

La giornata della festa nazionale dell’albero ormai è passata, ma gli attivisti in movimento di Rocca imperiale non demordono e aspettano ancore risposte dall’amministrazione.

Gli “AttiVisti In MoVimento di Rocca Imperiale” ad inizio settembre, hanno chiesto una collaborazione al comune di Rocca imperiale per prendere parte a questo progetto avvenuto in tutta Italia il 19 novembre. Gli attivisti in accordo con Calabria Verde avevano ottenuto ben 200 piantine di alberi gratuiti per poter arricchire di verde il territorio di Rocca Imperiale. Servivano delle indicazioni su quale terreno comunale potesse avvenire la piantumazione di questi nuovi alberi. Il Consigliere Giuseppe Battafarano con delega all’ambiente, sembrava entusiasta e collaborativo per realizzare progetto.

Alle parole ovviamente devono seguire i fatti, dopo un incontro informale con Battafarano, il 14 settembre, gli attivisti decisero di protocollare la richiesta in cui si auspicava sinergia con l’Amministrazione Comunale. Nonostante la collaborazione proposta per poter superare qualsiasi tipo di ostacolo al fine di realizzare un progetto semplice, ma potentissimo nel suo messaggio. Purtroppo dopo ben 2 mesi di richieste nessuna risposta è stata data.

L’amministrazione ha rimandato di settimana in settimana, ed ha “dimenticato” di rispondere ai solleciti inviati dal Senatore del M5S, Nicola Morra, 19 ottobre il primo sollecito rivolto all’Amministrazione di Rocca Imperiale, al Sindaco Giuseppe Ranù e al consigliere Giuseppe Battafarano, il 6 novembre il secondo sollecito a cui, ovviamente, non è mai seguita alcuna risposta.

Se non dopo un sollecito fatto su un post di fb del sindaco Ranù a cui lui ha risposto dando appuntamento per incontrare gli attivisti; l’incontro è avvenuto il 16 novembre, presso l’ufficio del Sindaco e alla presenza anche del consigliere Giuseppe Battafarano e l’assessore Antonio Favoino, in cui il Sindaco ha individuato la villa comunale come luogo dove poter poter piantare alcuni alberi e altri sul lungomare, ma a parole, perché il giorno dopo dovevano farsi sentire per comunicare ufficialmente i terreni su cui poter piantare invece nulla.

Gli “AttiVisti in MoVimento di Rocca Imperiale”, visto il tema dell’iniziativa, non si aspettavano da parte dall’amministrazione di Rocca Imperiale questo metodo apatico.

Gli attivisti rimangono tutt’ora in attesa.

 

Maria Oriolo

P.S. L’Amministrazione Comunale risponde affermando che:”Si è tenuto l’incontro in Comune con gli attivisti m5 stelle con i quali avevamo concordato che avrebbero, unitamente a Battafarano Giuseppe, interessato il Sig. Pisilli per l’allocazione delle piante. Bene farebbero a coordinarsi con il Consigliere ed evitare polemiche inutili.-

Rocca Imperiale-20/11/2017: Caterina Pisilli,pittrice autodidatta. (di Antonella D’Armento)

 

Caterina Pisilli

Rocca Imperiale:20/11/2017

Caterina Pisilli,pittrice autodidatta.

 

Ciò che colpisce é la parola”autodidatta”,poiché fa riflettere,fa pensare a quanto sacrificio e dedizione questa artista abbia investito per portare avanti e far conoscere agli altri il suo talento artistico.Talento scoperto in momenti di serenità della sua infanzia,che man mano é venuto fuori eportato avanti grazie alle sue capacità a livelli più alti.É questo che ogni essere umano ha: un tesoro nascosto,che deve venir fuori se si ha il coraggio e la tenacia.Il tempo prima o poi ripaga (come un boomerang) che al suo ritorno non dá colpi in testa,ma riempie il cuore,lo spirito,di effetti benefici coltivandolo in maniera quasi totalizzante,se,non si avesse la forza,di tornare poi nel mondo reale con le nostre responsabilità quotidiane. Questa donna lo ha fatto, immergendosi nei paesaggi della Calabria, nella natura ispiratrice…..e quando si guarda un suo quadro,non ci si ferma solo al fiore,alla natura,fine a se stessi,ma a ció che essi trasmettono: serenità, armonia, pace interiore ,di importanza assai rilevante perché è solo così che si può star bene con gli altri e contagiarli positivamente. Non a caso i premi e i riconoscimenti da lei conseguiti sono innumerevoli, sia in Italia, che in Belgio ,Germania, Svizzera dove addirittura le sue opere sono in mano a collezionisti. In una natura che potrebbe sembrare anonima, si intravede la sua eterna armonia ,che sta a tutti noi preservare come un gioiello del nostro territorio che va valorizzato anche con l’arte. Con la mano di Caterina i colori prendono forma : la mobilità di un ruscello, é come fosse percepibile al tatto, un fiore che si scosta con il soffio del vento, quindi il “IL SUGGESTIVO PARCO DEL POLLINO”,suddiviso tra le province di Potenza, Matera e Cosenza. É il Parco Nazionale più grande d’Italia, quindi come non renderlo ancora più visibile e far innamorare i numerosi appassionati della pace e della natura? Traendone, perché no, anche un beneficio economico per la nostra Calabria che vanta suggestivi paesaggi incontaminati. Ben vengano artisti,poeti,o personaggi sempre più propensi a dare un contributo, una reale ventata di novità, di prerogative che rendano merito e attenzione alla cultura e tradizione anche al nostro borgo di Rocca Imperiale.

Antonella D’Armento

Rocca Imperiale-19/11/2017: Sì è concluso il quarto incontro sul corso di giornalismo di base

Rocca Imperiale:19/11/2017

Sì è concluso il quarto incontro sul corso di giornalismo di base

Protagonisti dell’incontro l’Intervista, la Carta di Treviso, la Privacy e dei cenni sul Codice deontologico. Tre interviste durante l’attività laboratoriale.  Si chiude così il corso di base con la speranza che possa aver interessato i corsisti. Domenica 26 novembre ci sarà l’incontro per la consegna degli attestati di partecipazione per tutti i corsisti che saranno impegnati, secondo coscienza, a diventare le sentinelle del territorio e perciò a scrivere e ad informare i cittadini, per come sapranno e potranno. Dopo il solito monologo iniziale sui contenuti esplicitati dal giornalista Franco Lofrano, tutor del Corso di Giornalismo di base: “Giornalista si diventa operando!”, iniziato lo scorso 29 ottobre,  giunto alla sua seconda edizione, si è consumato il quarto incontro, come da programma, che chiude sostanzialmente la seconda edizione, prima dell’ultimo incontro destinato alla consegna degli attestati da parte del primo cittadino Giuseppe Ranù. I 13 corsisti hanno seguito con interesse quanto è stato loro proposto e già i loro articoli appaiono sul web: www.francolofrano.it– e registrano diverse visualizzazioni. La divulgazione delle notizie aiuta a valorizzare un territorio che è in continuo fermento e con tanta voglia e necessità di crescere. Più persone sono disposte a operare, meglio sarà per tutti  apprendere  fatti, anche da assenti all’evento. La gestione della notizia rimane l’altro aspetto della coscienza personale. Per la parte laboratoriale come primo ospite è entrato in scena il Prof. Giovanni Di Serafino, residente in Trebisacce, già docente di Matematica e Vice preside del “Filangieri”, che con chiarezza espositiva ha presentato, tramite pc e lavagna luminosa, il software “Publisher” usato, tra gli altri sul mercato, per l’impaginazione del giornale. In particolare ha presentato delle pagine del mensile “La Palestra” di cui è Direttore. Passaggio dopo passaggio ha esposto le problematiche che si affrontano per riuscire a presentare un prodotto finale buono e utile al lettore interessato. Alla teoria informatica e riuscito ad inserire la pratica operativa, seppure in tempi stringenti. La nota artista Caterina Pisilli, originaria di Oriolo e residente nel Comune di Nocara, come seconda ospite, ha presentato ben quattro opere realizzate con la tecnica olio su tela e acrilico, raffiguranti paesaggi e scorci del nostro territorio. “Ero piccola e ricordo di aver disegnato, con naturale istinto, un gallo con la cenere del caminetto”, da qui si capisce che l’arte è un dono. Caterina Pisilli non ha studiato per diventare l’artista che è oggi, riconosciuta da tutti sul territorio e anche fuori regione dove espone le tele, ma dobbiamo riconoscerle un talento naturale, posseduto dalla nascita e che, da autodidatta, utilizza per presentarci le sue immagini pittoriche che ci trasportano nella magia delle nostre bellezze naturali e in paesaggi di rara bellezza e comunicano e valorizzano il nostro ambiente e nutrono il nostro spirito che chiede bellezza e pace. Terzo ospite Eliana Fabiano, imprenditrice apprezzata nella sua Erboristeria di Trebisacce, sita sulla centralissima Via A. Lutri, che ha disquisito con professionalità e competenza sull’utilizzo delle erbe officinali. Alle varie domande del giornalista e dei presenti ha risposto con chiarezza, naturalezza e spontaneità che sono i requisiti essenziali per rendere i concetti espressi efficaci per l’uditore. Ha anche parlato della sua esperienza acquisita e maturata in paesi orientali che hanno contribuito alla sua ottimale formazione. Appuntamento al 26 novembre per la consegna ufficiale dei meritati attestati.

Franco Lofrano

 

Rocca Imperiale-18/11/2017: Rocca tra “I Borghi più belli d’Italia”

Favoino

 

ROCCA IMPERIALE “Il Paese dei Limoni e della Poesia” entra ufficialmente tra “I Borghi più belli d’Italia” e, per quanto riguarda l’Alto Jonio, va a fare compagnia ad Oriolo ed a Roseto Capo Spulico e agli altri 11 comuni calabresi che fanno già parte dell’Associazione e che possono perciò fregiarsi di questo prestigioso marchio. La strada è stata lunga e lastricata di difficoltà, ma l’assessore al Turismo Antonio Favoino e l’esecutivo guidato dal sindaco Giuseppe Ranù non hanno lesinato energie per coronare questo sogno. Del resto Rocca Imperiale possiede tutti gli ingredienti e tutti i requisiti per ambire a questo riconoscimento. Nel corso dell’estate appena trascorsa, attraverso un sopralluogo congiunto, alcuni Ispettori dell’Associazione hanno verificato di persona i tratti caratteristici dell’antico borgo sovrastato dal monumentale Castello Medievale: le qualità architettoniche, l’igiene urbana, la raccolta differenziata spinta che, insieme al nuovo fronte-mare arricchito da uno splendido Lungomare e ad un paesaggio naturale ricco di verde e di un’agricoltura fiorente nella quale si produce il rinomato “Limone IGP di Rocca”, hanno convinto gli Ispettori ad esprimere un parere lusinghiero sull’ingresso di Rocca tra “I Borghi più belli d’Italia”. Quanto prima ci sarà la consegna ufficiale del vessillo che sarà consegnato alla presenza del Presidente Nazionale. «Con questo importante riconoscimento – ha esclamato l’assessore Favoino – Rocca è più forte e più conosciuta nella dimensione nazionale. Il nostro treno – ha aggiunto l’assessore al Turismo – continua a macinare chilometri e a raccontare una storia rimasta per troppi anni nel cassetto». «Con noi – ha aggiunto il sindaco Ranù rivolto ai propri concittadini – si cambia veramente: con lo sguardo rivolto al futuro ma rimanendo saldamente nella memoria del passato, stiamo realizzando una città a misura d’uomo che comincia ad essere apprezzata anche fuori dai confini regionali. Oggi – ha concluso il primo cittadino – abbiamo realizzato un sogno e compiuto il primo passo verso l’Unione dei Borghi Calabresi aderenti al Club dei “Borghi più belli d’Italia”, la cui associazione mette in campo tutte le azioni utili per salvaguardare e valorizzare il ricco patrimonio storico e culturale di cui dispongono gli 11 paesi calabresi che fanno già parte del circuito e che ambiscono ad un rilancio sociale, economico, culturale e soprattutto turistico».

Pino La Rocca

Rocca Imperiale-18/11/2017: Calcio a 5, campionato allievi : FCD Rocca Imperiale – Padre Albino Camp. 13 – 3

Calcio a 5, campionato allievi : FCD Rocca Imperiale – Padre Albino Camp. 13 – 3

 

La seconda giornata del campionato allievi di calcio a 5 è andata in archivio.

L’FCD travolge per 13 a 3 la squadra di Corigliano Padre Albino Camp.

Non passa neanche un minuto dall’inizio del fischio dell’arbitro, che la squadra dell’FCD passa in vantaggio con Martino Simone, il giocatore rocchese palla al piede si invola da solo verso la porta avversaria e deposita in rete.

Passano cinque minuti e  i ragazzi di mister Pirrone raddoppiano con Silvio Gjikoka.

Il pallino del gioco è sempre in mano dei padroni di casa, al 15′ arriva la terza rete autore Martino. La squadra avversaria non riesce mai ad impensierire la retroguardia rocchese, al 21′ e al 23′ il subentrato Bonavita Vincenzo cala una doppietta portando l’FCD sul 5 a 0.

Dopo un minuto la squadra avversaria accorcia con Coco Kawan.

Il primo tempo si chiude sul 5 a 1. All’inizio del secondo tempo arriva la sesta rete , sempre assegno Martino, passano due minuti e Gjikoka sigla la settima perla.

Neanche il tempo di annotare la marcatura che arriva l’ottava e la nona rete , realizzatore sempre Martino.

Al 36′ c’è gloria anche per la squadra del Padre Albino Camp che realizza la seconda rete, marcatore Kawan autore di una doppietta.

Un minuto più tardi arriva la terza rete personale di Silvio Gjikoka, palla a centro e il subentrato Simone Nardelli realizza l’undicesima rete.

La dodicesima suonata arriva grazie a Gjikoka che realizza  un poker.

La tredicesima sinfonia è opera di Simone Nardelli che realizza una doppietta personale.

Chiude mestamente la squadra avversaria con la terza rete sempre ad opera di Kawan, autore di una tripletta.

Buona prova di tutti gli elementi a disposizione di mister Pirrone, esordio positivo di Pio Francesco Violante, ma soprattutto un plauso va alle sorelle Troilo per il buon apporto dato alla squadra.

Tra una rete e l’altra da segnalare un palo dell’FCD ad opera di Martino e due legni colpiti dalla squadra avversaria.

 

FCD Rocca Imperiale:

Cannito Michelangelo ( Pitrelli Carmelo); Lungaretti Rocco ( Buongiorno Domenico), Gjikoka Silvio ( Masciali Francesco), Martino Simone ( Nardelli Simone), Bonavita Vincenzo ( Violante Pio Francesco), Troilo Alessia ( Troilo Lorena).

 

Padre Albino Camp.:

Madeo Marco; Raimondo Alex, Feraco Kevin, Cozzolino Alfonso, Pellegrino Cristian, Mollo Luca, Coco Kawan.

 

Arbitro: Falbo Giandomenico sez. di Rossano.

 

Marcatori: 1′ 15′ 26′ 30′ 35′ Martino Simone; 6′ 28′ 36′ 38′ Gjikoka Silvio; 21′ 23′ Bonavita Vincenzo; 38’40’ Nardelli Simone ( FCD Rocca Imperiale).

Marcatore: 24’36’42’ Coco Kawan ( Padre Albino Camp.)

 

Filippo Faraldi

Rocca Imperiale-18/11/2017: Approvati all’unanimità i punti dal consiglio. Minoranza assente.

Rocca Imperiale:18/11/2017

Approvati all’unanimità i punti dal consiglio. Minoranza assente.

 

Si è svolto il Consiglio Comunale con ben sette punti all’ordine del giorno, lo scorso sabato 18 novembre, e tutti approvati all’unanimità. Della maggioranza erano assenti Marco Pisilli e Antonio Pace. Assente la minoranza. Il 4° punto: Lottizzazione “Villa Claudia”-Approvazione è stato rinviato  per ulteriori approfondimenti sulla lottizzazione. Eccovi gli altri punti trattati e approvati. Lettura ed approvazione dei verbali della seduta precedente.- Riorganizzazione dell’assetto istituzionale del sistema integrato degli interventi in materia di servizi e politiche sociali ai sensi della legge n.328/2000 e legge regionale n. 23/2013.-Servizio distribuzione del gas metano sul territorio comunale e attivazione della proceduta per il nuovo affidamento del servizio su base dell’Atem “Cosenza” 2 –Est”- Approvazione della bozza di convenzione ex art. 30 del TUEL finalizzato a disciplinare i rapporti tra comuni concedenti e stazione appaltante individuata nella Provincia di Cosenza.- E ancora la variazione al bilancio di previsione finanziario 2017/2018 (Art. 175,comma 4, del D. Lgs n. 267/2000.-Approvazione dello schema di convenzione tra i comuni di Rossano (CS) e Rocca Imperiale (CS) per il servizio in forma associata della segreteria comunale.- Infine le determinazioni sul diritto di superficie del suolo dell’area PIP.-

Franco Lofrano

Rocca Imperiale-18/11/2017:Rocca Imperiale entra nell’Associazione “I Borghi più belli d Italia”

Giuseppe Ranù

Rocca Imperiale

Antonio Favoino

Rocca Imperiale: 18/11/2017

Rocca Imperiale entra nell’Associazione “I Borghi più belli d Italia”

“È ufficiale il 14 Novembre è stato deliberato l’ingresso del nostro Comune nell’ associazione: “I Borghi più belli d Italia”. Solo undici in Calabria e circa 271 Comuni in tutta Italia possono fregiarsi di questo prestigioso marchio. È stata una lunga e delicata operazione portata a risultato grazie all’ importantissimo lavoro dell’ assessore al Turismo Antonio Favoino ed alla tenacia della intera amministrazione. Non è stato facile, soprattutto per le caratteristiche e i requisiti sempre più stringenti che devono trattenere i borghi. Una visita ispettiva in estate, ad opera di Ispettori inviati dall’ Associazione, hanno acclarato ed apprezzato i tratti caratteristici del nostro borgo, le qualità architettoniche, la pulizia, la differenziata spinta che assieme al nostro nuovo lungomare e ad altri ulteriori elementi hanno consentito l’ingresso, anche a discapito di altri “agguerriti e legittimi concorrenti”. Presto la consegna della “bandiera” e la manifestazione alla presenza del Presidente Nazionale. Rocca con questo riconoscimento è più forte, più conosciuta e centrale nella dimensione Nazionale. Il nostro treno continua a macinare km e a raccontare di una bellezza rimasta per troppi anni nel cassetto. Con noi si cambia…! Un “tuffo nel passato” uno “sguardo al futuro” per portare lontano la nostra amata terra. W Rocca!”, è questo il messaggio inviato, con orgoglio, dal Sindaco Giuseppe Ranù ai cittadini che seguono sempre con interesse le strategie politiche messe in campo dall’amministrazione volte a raggiungere obiettivi nuovi e volti a valorizzare il territorio. Un primo e concreto passo in avanti verso l’unione dei Borghi calabresi aderenti al Club dei Borghi più belli d’Italia  dove la neo associazione mette in campo tutte le azioni utili per valorizzare e salvaguardare gli undici centri calabresi nell’ottica di un rilancio sociale, economico, culturale e soprattutto turistico. Il patrimonio storico e culturale dei piccoli borghi, si sa, rappresenta un valore inestimabile, una risorsa che l’Italia intera non può permettersi di perdere e che bisogna in tutti i modi preservare.

Franco Lofrano

Rocca Imperiale-17/11/2017: Rocca Imperiale entra a far parte de: “I Borghi più belli d Italia”


 

È ufficiale il 14 Novembre è stato deliberato l’ ingresso del nostro Comune nell’ associazione: “I Borghi più belli d Italia”. Solo undici in Calabria e circa 271 Comuni in tutta Italia possono fregiarsi di questo prestigioso marchio. È stata una lunga e delicata operazione portata a risultato grazie all’ importantissimo lavoro dell’ assessore al turismo Favoino ed alla tenacia della intera amministrazione. Non è stato facile, soprattutto per le caratteristiche e i requisiti sempre più stringenti che devono trattenere i borghi. Una visita ispettiva in estate, ad opera di ispettori inviati dall’ associazione, hanno acclarato ed apprezzato i tratti caratteristici del nostro borgo, le qualità architettoniche, la pulizia, la differenziata spinta che assieme al nostro nuovo lungomare e ad altri ulteriori elementi hanno consentito l’ ingresso, anche a discapito di altri “agguerriti e legittimi concorrenti”. Presto la consegna della “bandiera” e la manifestazione alla presenza del Presidente Nazionale. Rocca con questo riconoscimento è più forte, più conosciuta e centrale nella dimensione Nazionale. Il nostro treno continua a macinare km e a raccontare di una bellezza rimasta per troppi anni nel cassetto. Con noi si cambia…! Un “tuffo nel passato” uno “sguardo al futuro” per portare lontano la nostra amata terra. W Rocca

Giuseppe Ranù

Rocca Imperiale-15/16/17-12-2017: Mostra Concorso Presepi

ROCCA IMPERIALE-15/11/2017:“ Tra arte, sport e giornalismo si è concluso il terzo incontro di Giornalismo di Base”

“ Tra arte, sport e giornalismo si è concluso il terzo incontro di Giornalismo di Base”

 

ROCCA IMPERIALE:15/11/2017

Con ardore serafico,  e sempre, tra le secolari mura del convento francescano di Rocca Imperiale,si è concluso, domenica scorsa, anche il terzo incontro di Giornalismo di base, tenuto, come risaputo, dal Prof. Franco Lofrano.  Ore singolari, queste, che hanno destato  curiosità e interesse, da parte dei 13 corsisti, i quali con occhio attento e mano ferma hanno preso appunti sul sapere impartito dal tutor Lofrano, soffermatosi, nello specifico, sull’importanza dell’art. 21 della Costituzione Italiana.

Principio ineguagliabile, questo, “sulla libertà di pensiero”, il quale , come asseriva qualche anno addietro il grande Benigni, “ ci ha liberati dall’obbligo di avere paura”. E non è sicuramente poco, per chi intende fare della scrittura il suo punto di forza, in quanto “detto libero e senza alcun condizionamento”. Dopo aver analizzato a puntino tale articolo, contenuto nella legge suprema dello Stato, il prof.  Lofrano, ha dato il via all’apertura del laboratorio giornalistico, chiamando a sé  alcuni artisti/ professionisti, i quali con fare galante e sentimentale, si sono fatti porta-voce delle passioni che coltivano, sin dalla tenera età .

Prima fra tutti, Lena Gentile, artista di Montegiordano , specializzata in pittura e restauro, e conosciuta ai più, per le sue innate doti figurative e moderne, la quale, rappresenta su tela, con meticolosità e altrettanta tenacia,  il suo modo di vedere il mondo, dipingendo la natura, quel capolavoro, che già Dio ha disegnato alla perfezione.

A seguire, Raffaele Burgo, “Grandmaster” di Trebisacce,  il quale ha spiegato in maniera proficua  e articolata, le peculiarità delle Arti Marziali, pratiche fisiche e mentali, queste, legate al combattimento, che contribuiscono al miglioramento psico-fisico di ogni individuo, e di cui il “Maestro”, ne ha fatto, sin da giovanissimo, la colonna portante della sua vita.

E per finire, Rocco Gentile, giornalista di Amendolara, il quale ha esposto in modo chiaro ed esauriente la sua inclinazione per la scrittura e, nella fattispecie, per il giornalismo, come risaputo, il suo cavallo di battaglia, e l’iter seguito per diventare una personalità di spicco, qual è oggi.

Negli occhi di tutti, si è letto l’amore per la professione e soprattutto la bramosia di condividere il proprio talento con gli altri, perché consapevoli che solo così si potrà dare un senso alla propria individualità nella pluralità del mondo.

 

Francesca Immacolata Catera