Category Archives: San Lorenzo Bellizzi

SAN LORENZO BELLIZZI -03/07/2017:Si è conclusa la prima campagna di scavi nella Grotta di Pietra Sant’Angelo

Grotta Sant’Angelo

SAN LORENZO BELLIZZI Si è conclusa, con nuove e importanti scoperte, la prima campagna di scavi nella Grotta di Pietra Sant’Angelo, una delle tante grotte di origine carsica, tra cui “Abisso del Bifurto” e la più nota “Grotta delle Ninfe”, che si trovano nei comuni di Cerchiara di Calabria e San Lorenzo Bellizzi. Grotte nelle quali, secondo gli studiosi, hanno vissuto gli uomini primitivi prima costruire le proprie abitazioni sulle palafitte e dove, quindi, si sono svolte le prime forme di vita umana, ivi compresa la sepoltura dopo la morte. Nella Grotta di Pietra di Sant’Angelo, le importanti evidenze venute alla luce nella prima campagna di scavi hanno infatti confermato la presenza di un contesto funerario risalente dell’età neolitica appartenuto al più antico popolamento umano del versante orientale del massiccio montuoso del Pollino, che promette di fornire ulteriori testimonianze archeologiche sempre relative alla Età della Pietra Nuova.  La prima campagna di scavi, patrocinata e sostenuta dal comune di San Lorenzo Bellizzi guidato dal sindaco Antonio Cersosimo e autorizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è stata co-diretta dalla prof.ssa Antonella Minelli dell’Università degli Studi del Molise e dal Dottor Felice Larocca dell’Università degli Studi di Bari e si è avvalsa del prezioso supporto tecnico-operativo del Gruppo Speleologico “Sparviere” coordinato da Antonio Larocca e del Centro Regionale di Speleologia “Enzo dei Medici”. «Tutti insieme, unendo le energie positive di cui siamo portatori – ha dichiarato il sindaco ing. Antonio Cersosimo – per la prima volta nella storia della nostra piccola comunità, abbiamo concorso a scrivere una pagina importante su quelle che furono le prime forme di vita e le frequentazioni umane nel nostro territorio e lo abbiamo fatto fornendo elementi reali e scientificamente utilizzabili rappresentati dalle evidenze emerse nella prima campagna di scavi. Una prima pagina – ha aggiunto il primo cittadino dando appuntamento ai primi di settembre per la ripresa degli scavi – alla quale ne seguiranno sicuramente tante altre. Un grazie particolare – ha concluso l’ing. Cersosimo – al dinamico Nino Larocca, al consigliere Salvatore Restieri che ha ben supportato la squadra, all’ormai “mitico” Giacomo e a tutti quelli che hanno contribuito a far si che tutto si svolgesse in condizioni di estrema sicurezza».

Pino La Rocca

San Lorenzo Bellizzi-16/04/2017:Assegnate le deleghe a Consiglieri e assessori

Sindaco-A.-Cersosimo-

SAN LORENZO BELLIZZI Assegnate con qualche mese di ritardo le deleghe ad assessori e consiglieri comunali, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Cersosimo è entrata nel pieno delle sue funzioni dispiegando il massimo sforzo per corrispondere alle aspettative della comunità che le riassegnato ampia fiducia. Dopo aver comunicato al consiglio comunale la composizione della Giunta (vice-sindaco Pietro Pittelli – assessore Nicoletta Pittelli), il sindaco Antonio Cersosimo, nel rispetto dello Statuto comunale e con l’obiettivo di puntare sul gioco di squadra, ha ufficializzato le deleghe ad assessori e consiglieri: Pietro Pittelli, vice-sindaco e assessore con delega a Urbanistica, Commercio, Sanità, Foreste e Cultura; Nicoletta Pittelli, assessore con delega a Bilancio, Personale, Trasporti e Istruzione; Armentano Florangela consigliera con delega ad Agricoltura e Sviluppo Sostenibile e Attività Produttive; Angela Daniela Pesce delega ai Servizi Sociali; Lorenzo Cersosimo, delega ad Ambiente, Tutela e Valorizzazione del Patrimonio; Francesco Rago, delega alle Politiche Giovanili, Sport e Spettacolo; Giuseppe Sallorenzo, delega alla Viabilità Rurale; Piera Cerchiara, delega alle Politiche della Famiglia e Inclusione Sociale; Salvatore Restieri, delega al Turismo e Teresa Bruno, delega a Comunicazione, Attuazione del Programma e Rapporti con i cittadini. Tra i primi atti del proprio mandato amministrativo l’esecutivo ha confermato le aliquote tributarie dell’anno precedente, compresa, grazie alle entrate dell’investimento nel fotovoltaico, l’esenzione della TASI per tutti i cittadini di san Lorenzo Bellizzi.

Pino La Rocca

SAN LORENZO BELLIZZI-30/03/2017: Pronto un sistema di video-sorveglianza per rendere più sicura la vita della gente costituita per lo più da persone anziane.

SAN LORENZO BELLIZZI Pronto un sistema di video-sorveglianza per rendere più sicura la vita della gente costituita per lo più da persone anziane. Il paese è piccolo e all’esecutivo comunale guidato dal sindaco Antonio Cersosimo è perciò bastato un investimento di circa 20mila euro per installare una serie di video-camere di sorveglianza per assicurare ai suoi concittadini una vita più tranquilla e rendere così il paese più sicuro e vivibile. San Lorenzo Bellizzi è infatti un borgo dal sapore antico, incastonato tra i monti del Parco Nazionale del Pollino, che custodisce gelosamente la propria storia e la propria identità nel quale i suoi amministratori, al fine di arginare il più possibile lo spopolamento che caratterizza tutti i centri montani dell’Alto Jonio, provano a migliorare giorno per giorno la qualità della vita. Elevando infatti il livello dei servizi e migliorando la qualità della vita e la sicurezza, la popolazione, prevalentemente anziana, si sente più protetta e più sicura ed evita così di trasferirsi altrove. Si tratta insomma di un paese da prendere ad esempio. Provate infatti a trovare un altro paese di poche anime, come San Lorenzo Bellizzi, che offre ai propri cittadini un sistema WIFI gratuito, un impianto di video sorveglianza diffuso in tutto il centro abitato, una fiscalità comunale ridotta ai minimi termini perché i suoi amministratori hanno investito nel fotovoltaico grazie al quale incassano una bella cifra annuale con la quale limitano al minimo la pressione tributaria, che offre agli studenti delle Superiori uno sconto sugli abbonamenti degli autobus per recarsi a scuola ed ora anche la video-sorveglianza. Insomma uno spaccato di quella Calabria, bella e laboriosa, che piace! Si spiega anche così, forse, il fatto che alle Amministrative dell’anno scorso il sindaco Cersosinmo, che era in carica già nei precedenti cinque anni, non ha avuto competitor perché anche gli avversari politici sono passati dalla sua parte e non hanno inteso contrapporgli una lista antagonista.

Pino La Rocca

 

SAN LORENZO BELLIZZI-28/03/2017: A conclusione della sua generosa attività di Medico Condotto, l’amministrazione comunale e tutta la comunità sanlorenzana si è stretta attorno ed ha ringraziato il dottor Leonardo Larocca esprimendogli tutta la propria gratitudine per i circa 40 anni di “missione”

SAN LORENZO BELLIZZI A conclusione della sua generosa attività di Medico Condotto, l’amministrazione comunale e tutta la comunità sanlorenzana si è stretta attorno ed ha ringraziato il dottor Leonardo Larocca esprimendogli tutta la propria gratitudine per i circa 40 anni di “missione”, conferendogli la solenne onorificenza civica e consegnandogli le chiavi del paese. «A testimonianza dell’elevata capacità professionale, della profonda generosità, umanità e disponibilità, nonché dell’attaccamento e della dedizione alla comunità, dimostrata nell’esercizio della sua lunga “MISSIONE” di Medico. Con orgoglio e gratitudine». Queste le parole con cui il sindaco Antonio Cersosimo, interpretando il pensiero dei suoi concittadini, alla presenza dell’intera comunità e di ospiti venuti da fuori tra cui i sindaci-medici di Alessandria del Carretto Vincenzo Gaudio e di Cerchiara di Calabria Antonio Carlomagno, ha consegnato l’ambito riconoscimento al dottor Leonardo Larocca originario di Alessandria del Carretto ma ormai stabilmente integrato nella comunità sanlorenzana. Di umili origini in quanto figlio di un sarto e di una casalinga, il dottor Larocca è giunto a San Lorenzo Bellizzi il 27 febbraio 1979 e per circa 40 anni, immedesimandosi subito nei problemi e nelle difficoltà di quella gente di montagna che lo ha sempre amato come persona e come medico sempre bravo e disponibile, ha svolto la professione di medico sempre con “scienza e coscienza” e con una generosità non comune che gli hanno assicurato la stima e l’affetto di tutta la comunità. Uomo del fare, ma dotato anche di grande cultura umanistica, il dottor Larocca, instancabile studioso e ricercatore di storia, è stato sempre in prima linea anche come operatore culturale promuovendo iniziative e contribuendo ad elevare il livello culturale del suo paese adottivo, dove ha operato per tanti anni e dove ha scelto di vivere la sua serena terza età.

Luigi Martino

 

San Lorenzo Bellizzi-14/01/2017: Si sono svolti i funerali di Pietro Cersosimo

SAN LORENZO BELLIZZI Nonostante il freddo intenso, la pioggia e la neve, tutta la piccola comunità sanlorenzese e tantissime persone giunte dai paesi vicini hanno partecipato commossi ai funerali di Pietro Cersosimo il 38enne tifoso della Juventus, amante della natura che immortalava nelle sue bellissime foto, deceduto tragicamente mercoledì sera cadendo nel fuoco mentre assisteva alla partita della squadra del cuore. Il suo feretro, coperto da una gigantesca bandiera della Juventus, è stato accompagnato dal centro storico fino alla frazione “Sgrotto”, lungo la strada ancora innevata, da un corteo trabocchevole di gente verso la Chiesa Madre di San Lorenzo Martire dove il parroco del paese, alla presenza dei familiari e di tantissimi amici, è stato officiato il rito funebre preceduto dai toccanti discorsi commemorativi del sindaco Antonio Cersosimo che non ha potuto fare a meno di dichiarare il lutto cittadino, del Medico del paese, il dottor Leonardo Larocca e della giovane Piera Cerchiara che, tra le lacrime dei presenti, hanno tratteggiato la figura di un giovane “dalla faccia pulita”, affettuoso e  benvoluto dai suoi compaesani che lo ammiravano per il coraggio e la dignità con cui si confrontava quotidianamente con la sua malattia, amante del suo paese, componente convinto dell’associazione culturale “I Ragazzi di San Lorenzo Bellizzi” che si batte per la salvaguardia dell’ambiente, delle tradizioni e dell’identità storica del piccolo borgo montano issato tra le ultime propaggini del Pollino. Tra gli altri, sfidando le basse temperature e la neve, uno stuolo di bambini delle scuole dell’Obbligo con tantissimi palloncini bianchi che al termine delle esequie hanno fatto volare in alto accompagnando il caro amico verso il cielo.

Pino La Rocca

San Lorenzo Bellizzi-13/01/2017:Giovane del luogo, tifoso della Juventus, colto da malore cade nel fuoco e muore.

Pietro Cersosimo il giov di S. Lor. B.

SAN LORENZO BELLIZZI Giovane del luogo, tifoso della Juventus, colto da malore cade nel fuoco mentre assiste alla partita della squadra del cuore e muore senza essere soccorso perché al momento si trovava solo. All’origine della tragedia, che ha sconvolto la piccola comunità di San Lorenzo Bellizzi appollaiata ai piedi del massiccio del Pollino, una probabile crisi epilettica di cui il giovane P. C., 38 anni, purtroppo soffriva da tempo. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato il giorno dopo, attorno alle nove, da alcuni passanti attirati dal volume ancora alto del televisore. E’ successo mercoledì, in tarda serata, nel piccolo centro montano dell’Alto Jonio ancora alle prese con il freddo e il gelo di questi giorni, che molto probabilmente hanno avuto un ruolo determinante nella tragedia di cui è rimasto vittima il giovane tifoso juventino. Secondo notizie raccolte in paese il giovane, interessato a vedere la partita Juventus-Atalanta di Coppa Italia in calendario appunto mercoledì sera alle 20.45, sarebbe sceso nel locale sotto casa, una sorta di magazzino di sua proprietà adattato a piccolo Club della Juventus dove il giovane era solito assistere alle partire con gli amici e dove, forse, si aspettava di essere raggiunto da altri amici-tifosi della Vecchia Signora che invece, forse a causa del freddo intenso e del ghiaccio che rende difficoltosa la circolazione in paese, hanno preferito rimanere a casa propria lasciando da solo lo sfortunato giovane che, a causa di una probabile crisi, sarebbe caduto nel fuoco del caminetto che lui stesso aveva acceso per difendersi dal freddo intenso e sarebbe morto senza essere soccorso. Unanime, appena si è diffusa la notizia, la sorpresa e il cordoglio nella piccola comunità sanlorenzese dove lo sfortunato giovane, rimasto orfano di entrambi i genitori fin da piccolo, era conosciuto e benvoluto da tutti anche perché il fratello è assessore comunale, entrambi molto impegnati nel sociale come componenti dell’associazione culturale “I Ragazzi di San Lorenzo Bellizzi” che si batte da sempre per la salvaguardia dell’ambiente e dell’identità storico-culturale del paese. Sul posto, oltre ai Carabinieri di Cerchiara di Calabria per eseguire i rilievi si è portato il medico dottor Leonardo Larocca che non ha potuto fare altro che constatarne il decesso e riferire al Magistrato al Magistrato di turno presso il Tribunale di Castrovillari che ha disposto l’immediata restituzione della salma ai familiari. Ai funerali dello sfortunato giovane, di cui al momento non si conosce la data e l’ora, sicuramente parteciperà tutto il paese, anche perché è prevedibile da parte del sindaco la proclamazione del lutto cittadino.

Pino La Rocca

 

San Lorenzo Bellizzi-22/11/2016: Due manifesti a confronto sulla Fonte Giusy

SAN LORENZO BELLIZZI -29/10/2016: Al soccorso Alpino encomio solenne

soccorso-alpino

SAN LORENZO BELLIZZI Giornata di festa nel piccolo comune montano, la cui amministrazione comunale guidata dal giovane e dinamico sindaco ing. Antonio Cersosimo, riconoscente verso i Volontari del Soccorso Alpino, ha formalmente assegnato alla Stazione-Pollino del Soccorso Alpino e Speleologico della Calabria un encomio solenne per i salvataggi effettuati dal 1999 fino ad oggi nel territorio comunale e in particolare tra le straordinarie Gole del Raganello. Oltre alle donne e agli uomini del Soccorso Alpino ed a circa 70 tecnici provenienti da tutte le cinque Stazioni del Soccorso Alpino calabrese e dei Servizi Regionali del CNSAS di Puglia e Basilicata con i loro rispettivi presidenti regionali Domenico Ruggieri e Francesco Maturo, erano presenti autorità civili e rappresentanti delle istituzioni, tra cui  il vice-prefetto Grassia, il presidente della Commissione-Ambiente della regione Domenico Bevacqua, il presidente del Parco Nazionale del Pollino Domenico Pappaterra e il direttore generale della Protezione Civile regionale Carlo Tansi. A ritirare l’encomio solenne, Tonino Bonanata, responsabile della Stazione del Soccorso Alpino-Pollino. Numerosa anche la partecipazione dei cittadini di San Lorenzo. Si è trattato di un consiglio comunale straordinario e aperto che ha voluto rendere pubblica l’immensa gratitudine per la bella immagine regalata ai turisti-ospiti che si sono trovati in difficoltà e che sono stati soccorsi e portati in salvo dagli… angeli degli abissi.

Pino La Rocca

SAN LORENZO BELLIZZI-13/09/2016: Legambiente premia il sindaco Antonio Cersosimo

cersosimo-2

SAN LORENZO BELLIZZI Legambiente premia il sindaco Antonio Cersosimo «per aver puntato sulle fonti rinnovabili, sul risparmio energetico, su politiche locali a favore dell’ambiente e per aver assicurato vantaggi economici ai suoi cittadini e risparmi alle casse comunali». L’ambito premio, conferitogli da Legambiente-Calabria nell’ambito del “Premio CAraLABRIA – Itinerario delle qualità e delle bellezze” giunto alla sua III Edizione, è stato assegnato al primo cittadino di San Lorenzo Bellizzi nel corso del “Festival del peperoncino” che ogni anno di svolge a nella cittadina di Diamante. Continua così a collezionare apprezzamenti e premi il sindaco di San Lorenzo Bellizzi ing. Antonio Cersosimo, al suo secondo mandato da sindaco, per la sua spiccata vocazione alla salvaguardia ambientale di cui ha fatto il proprio cavallo di battaglia. In realtà l’ing. Cersosimo, come si ricorderà, è finito agli onori della cronaca nazionale per avere, come sindaco, avuto la brillante idea di acquistare con fondi di bilancio dei terreni nella Piana di Sibari su cui ha fatto realizzare un parco fotovoltaico con il cui ricavato ha ridotto la fiscalità comunale a vantaggio dei suoi cittadini. «É stato per me un onore  – ha scritto l’ing. Cersosimo – ritirare a Diamante il premio CAraLABRIA. Un premio che condivido con la mia comunità distintasi per le buone pratiche in tema di energie rinnovabili. Tale premio – ha concluso Cersosimo – oltre al comune di San Lorenzo Bellizzi, é stato infatti conferito a personalità che, attraverso storie personali o di comunità, si adoperano per la salvaguardia ambientale attraverso il problema dei rifiuti, delle energie rinnovabili, del turismo eco-sostenibile e a chi fa dell’affermazione della legalità una pratica quotidiana, come il Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, il Comandante Regionale del Corpo Forestale dello Stato Giampiero Costantini, il presidente dell’Ente-Parco Mimmo Pappaterra, il prof. Giuseppe Strangi, la giornalista Carla Monaco del TGR Calabria e la Coldiretti Calabria».

Pino La Rocca

 

San Lorenzo Bellizzi-26/06/2016:Il sindaco Cersosimo presenta l’esecutivo

Nuovo esecutivo S. Lorenzo B.

Sindaco A. Cersosimo

Sindaco A. Cersosimo

SAN LORENZO BELLIZZI Al lavoro, dopo la breve pausa destinata ai festeggiamenti e alla formazione dell’esecutivo, la rinnovata squadra di Antonio Cersosimo rieletto sindaco a urne ancora aperte perché gli avversari politici, apprezzandone l’operosità e l’equanimità, hanno deciso di non presentare la lista e di non frapporre ostacoli alla sua rielezione. Appena i votanti hanno superato il quorum del 50,1%, Antonio Cersosimo, a urne ancora aperte, è stato dunque rieletto sindaco del suo paese dove continuerà, a maggior ragione, a fare il sindaco di tutti ed a farsi apprezzare non solo in ambito locale ma addirittura in ambito nazionale. Antonio Cersosimo è infatti il sindaco di cui si è occupata la stampa nazionale perché, attraverso una trovata brillante, oltre a contribuire al consumo di energie rinnovabili, ha cancellato la TASI ai suoi cittadini. Due anni fa, infatti, sfruttando il Conto Energia il sindaco Cersosimo ha investito nel fotovoltaico installando tre impianti da 13 Megawatt in terreni situati nei comuni di Corigliano, Cassano e Francavilla, dove cioè vigeva l’autorizzazione per l’installazione del fotovoltaico su serra. Un’operazione, questa, che ha permesso di incassare 90mila euro all’anno, con cui ha portato in attivo il bilancio e cancellato la TASI ai suoi circa 700 concittadini, meritando così l’attenzione dei media nazionali. Altre notevoli iniziative il sindaco le ha attivate per rivitalizzare il centro storico e per valorizzare le enormi risorse naturali del suo comune situato, com’è noto, tra i monti del Parco Nazionale del Pollino e le Gole del Raganello con riserve naturali ricche di flora e fauna selvatica tra cui dove corrono e volano liberi cinghiali, grifoni, falchi, volpi e lupi. Questa comunque la squadra allestita dal sindaco Cersosimo per dare continuità al suo programma: l’incarico di vice-sindaco sarà diviso 2 anni e mezzo ciascuno tra Pietro Pittelli e Nicoletta Pittelli. Esecutivo: sindaco l’Ing. Cersosimo con delega a Lavori Pubblici e Servizi Manutentivi; Pietro Pittelli Assessore con delega a Sanità, Cultura, Urbanistica e Forestazione; Nicoletta Pittelli Assessore Bilancio, Personale, Trasporti, Istruzione. Delegati: Florangela Armentano (Agricoltura, Sviluppo Sostenibile e Attività Produttive); Lorenzo Cersosimo (Ambiente e Tutela del Patrimonio); Giuseppe Sallorenzo (Viabilità Rurale); Francesco Rago (Politiche Giovanili, Sport e Spettacolo); Teresa Bruno (Comunicazione, Attuazione del Programma e Rapporto con i cittadini); Angela Daniela Pesce (Servizi Sociali); Piera Cerchiara (Politiche della Famiglia e Coesione Sociale) e Salvatore Restieri (Turismo).

Pino La Rocca