Category Archives: Villapiana

Villapiana-18/05/2018: Leone: Basta sprechi! La misura è colma!

Leone

Lavori in corso

VILLAPIANA «La misura è ormai colma: basta con lo sperpero di denaro pubblico in inutili costituzioni in giudizio e in pareri legali altrettanto inutili. Gli amministratori in carica facciano il loro dovere assegnando i lavori subito dopo l’appalto, senza cincischiare, senza sperperare i soldi della comunità e senza incorrere nelle sanzioni (150mila euro) della Comunità Economica Europea». A rincarare la dose rispetto alle critiche mosse sullo stesso argomento dal Direttivo del PD è Giuseppe Leone, politico di lungo corso e già assessore negli esecutivi guidati dai sindaci Luigi Bria e Roberto Rizzuto il quale, parlando di un vero e proprio scandalo politico, si è scagliato contro l’esecutivo Montalti facendo, da ex assessore all’Ambiente e alle Attività Produttive, la cronistoria della bonifica dell’ex discarica di San Francesco per la quale, a suo dire, l’amministrazione comunale di cui lui stesso faceva parte aveva lasciato in eredità un progetto già finanziato per un importo complessivo di oltre 2milioni di euro. Progetto che, a distanza di ben quattro anni, l’esecutivo in carica non è stato in grado di far partire per essersi impelagato in una serie di cavilli giuridici e, di inutili pareri legali che, sempre a suo dire, «non hanno nessuna logica se non quella di sperperare senza ritegno danaro pubblico, rimediando una sanzione salatissima da parte della UE e senza sapere come la questione andrà a finire». Detto questo l’ex assessore Leone elenca dati e date di questo progetto, aggiudicato dopo ben due anni dall’inizio del mandato di questo esecutivo dopo la gara espletata dalla CUC (centrale unica di committenza) diretta dal dirigente pro-tempore dell’Area Tecnica dello stesso Comune di Villapiana finendo quindi, sempre secondo l’ex assessore Leone, per commettere uno sgarbo alla professionalità dello stesso Dirigente. Ma da allora il progetto è tuttora fermo perché in un primo momento le imprese concorrenti avevano  fatto ricorso al Tar, anche se poi si erano defilate. «Ciò nonostante, – scrive testualmente Giuseppe Leone – il Comune di Villapiana, inspiegabilmente, si è costituito in giudizio davanti al TAR che ha confermato la regolarità della gara dando ragione sia alla CUC che alla ditta aggiudicataria. A questo punto, però, il Comune di Villapiana, evidentemente non soddisfatto, chiede un parere all’Autorità Anti-corruzione e inoltre un altro parere “pro-veritate” al cattedratico Dott. Prof. Avv. Mauro Magnelli da Cosenza il quale emette il suo verdetto e dice che è tutto a posto. Nel frattempo però – continua la cronistoria di questa assurda vicenda – il dirigente del Comune di Villapiana che in qualità di Presidente della CUC ha espletato la gara di appalto, per ben 16 mesi non ha inteso firmare il Contratto con la ditta aggiudicatrice perché una delle imprese concorrenti aveva presentato una “irrituale” diffida, ma la realtà è che il suo operato professionale, a ragione dei pareri richiesti al prof. Magnelli e anche al Garante, è stato messo in discussione dallo stesso sindaco di cui, lo stesso Dirigente, dovrebbe essere fiduciario. Ma la tele-novela, – secondo il circostanziato racconto dell’ex assessore all’Ambiente – non finisce qui perché nel frattempo è arrivata la risposta del Garante che “sembrerebbe” essere discordante rispetto al parere del Prof. Avv. Magnelli. Allora che si fa? Questa volta – secondo quanto scrive Leone – si dà un ulteriore incarico allo Studio Legale D’Aloia di Roma ritenuto ancora più qualificato rispetto al parere espresso dal Dott. Prof. Avv. Magnelli di Cosenza, con il compito dunque di verificare se il parere di Magnelli è esatto e, addirittura, se ci sono gli estremi per un ricorso al TAR del Lazio rispetto al parere espresso dall’ANAC. Vi prego vivamente – conclude l’ex assessore Giuseppe Leone chiamando in causa i cittadini-contribuenti che fra meno di un anno dovranno esprimersi sull’operato dell’esecutivo in carica – dateci un segnale: pensate che siamo noi troppo ignoranti e non riusciamo a capire la finezza e la sottigliezza di queste perle giuridico-amministrative? Oppure si è superata ogni logica di quel sano buon senso che dovrebbe accompagnare una corretta azione amministrativa?».

Pino La Rocca  

 

La delibera di Giunta Comunale N. 101del 07/05/2018 mi ha sollecitato ad intervenire e denunciare con forza all’opinione pubblica lo scandalo che accompagna questa amministrazione nel produrre una serie di atti amministrativi . La precedente amministrazione ha lasciato un progetto finanziato per la bonifica dell’ex discarica in C.da S. Francesco, per oltre due milioni di Euro.  Ecco come è andata: 1) il lavoro viene aggiudicato dopo due anni dall’insediamento di questa amministrazione, (la celerità non è proprio il loro forte), 2)  la gara è stata espletata dalla CUC (centrale unica di committenza) con presidente, per questa occasione, il dirigente dell’ufficio tecnico del Comune di Villapiana, 3)  le ditte classificatesi dopo la prima hanno proposto ricorso al TAR e poi si sono ritirate, mentre il Comune di Villapiana, 3) Il Comune di Villapiana, evidentemente non soddisfatto, chiede un parere all’autorità anti corruzione ed anche il solito parere pro veritate al famigerato Dott. Prof. Avv. Magnelli da Cosenza, il quale esprime il suo parere e dice che è tutto a posto. 4) Nel frattempo il dirigente del Comune di Villapiana che in qualità di Presidente della CUC ha espletato questa gara, non firma il contratto con la ditta aggiudicatrice per ben 16 mesi perché una ditta non aggiudicatrice ha presentato una “irrituale” diffida, ma la realtà è che il suo operato viene messo in discussione, (con la richiesta di pareri all’ANAC ed all’ Avv. Magnelli), dalla stessa amministrazione (Sindaco) di cui, lo stesso dirigente, dovrebbe essere fiduciario.  Ma non finisce qui perché nel frattempo arriva la risposta dell’ANAC che “sembrerebbe” essere discordante con il parere dell’Avv. Magnelli, allora che si fa? Si da un altro incarico ad uno studio legale di Roma “D’ALOIA”, (a suo dire) ancora più qualificato del Dott. Prof. Avv. Magnelli da Cosenza,   che dovrà verificare quello che ha scritto Magnelli ed addirittura se ci sono gli estremi di un ricorso al TAR del Lazio alla risposta ANAC. Cari Cittadini di Villapiana Vi prego vivamente dateci un segnale, pensate che siamo noi troppo ignoranti e non capiamo la finezza e la sottigliezza di queste perle giuridico-amministrative ? oppure si è superata ogni logica di buon senso amministrativo? Non sarebbe stato meglio fare il proprio dovere di amministratori diligenti affidando i lavori subito dopo la gara e senza impelagarsi in beghe che riguardavano le ditte concorrenti e non mettendo in discussione l’operato del proprio dirigente, senza buttare via soldi della comunità ed evitando anche la multa d’infrazione dell’Unione Europea di oltre 150.000,00 (centocinquantamila) che dovremo pagare noi tutti?. Intanto sono passati quattro anni si sono spesi soldi per costituzioni in giudizio inutili e pareri altrettanto inutili  si è rimediata una multa salatissima e non si sa come andrà a finire. A Voi il giudizio.

Villapiana 16-05.-18                    Leone Giuseppe Rocco  

Villapiana-18/05/2018: Si fa bella in vista dell’estate

VILLAPIANA L’estate si avvicina e una cittadina a forte vocazione turistica come Villapiana scalda i motori e, pubblico e privati, si preparano ad accogliere nel migliore dei modi i turisti che ogni anno scelgono Villapiana come meta delle loro vacanze estive. Gli operatori turistici, da parte loro, fanno a gara ad abbellire ed a completare gli stabilimenti balneari e gli spazi a disposizione dell’utenza mentre il Comune, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Integrale di Trebisacce e con la municipalizzata BSV Service, si dedica all’opera di pulizia e messa in sicurezza dei canali di scolo, alla cura del sottobosco e del verde pubblico che riguarderà tutto il territorio comunale. Ma, prima ancora di dedicarsi alla immancabile preparazione degli arenili, cerca di migliorare la vivibilità del centro abitato asfaltando alcune strade interne. E’ difatti in corso, grazie ad un contributo regionale, la fresatura del vecchio asfalto e la nuova bitumazione di alcune strade, la qual cosa, secondo quanto dichiarato all’unisono dagli assessori Stefania Celeste e Rosa Falabella, contribuisce alla sicurezza e al decoro di importanti strade della cittadina come via Milite Ignoto, via delle Rose, via delle Viole, Via del Gerani e Via della Resistenza. Per la verità le immagini dei lavori stradali eseguiti a Villapiana-Lido hanno sollevato qualche mugugno da parte degli abitanti di Villapiana-Scalo che, da sempre, si sentono un po’ più figliastri rispetto ai più fortunati abitanti di Villapiana-Lido e dei residenti del Centro Storico.

Pino La Rocca

 

Villapiana-16/05/2018: Per il PD continua lo sperpero di denaro pubblico

Municipio Villapiana

VILLAPIANA Continua lo sperpero di denaro pubblico da parte dell’esecutivo comunale guidato dal sindaco Paolo Montalti. A ribadirlo, ancora una volta, è il Direttivo del Partito Democratico che, facendo le pulci all’azione amministrativa del governo cittadino, accusa «il sindaco Montalti e la sua fedele giunta di continuare ad affidare onerosi incarichi e consulenze, dopo aver già speso soldi pubblici per un parere legale “pro-veritate” affidato ad un avvocato di Cosenza sempre sullo stesso argomento». Nel caso in specie si trattava di verificare se tre degli stabilimenti balneari di Villapiana-Lido-114 (Aragosta, Calypso e I Tre Leoni) avessero le carte in regola per ottenere e mantenere la concessione demaniale. «Questa volta – scrivono i dirigenti locali del PD – facciamo i nostri migliori auguri allo Studio Legale D’Aloia di Roma per un altro incarico legale da parte del nostro Comune. Ci si prepara così – si legge ancora nella nota diffusa dal PD – a spendere altri soldi pubblici per, eventualmente, ricorrere al TAR nei confronti della Delibera n. 324 del 2018 emanata dall’Autorità Nazionale Anticorruzione a riguardo dei lavori di bonifica dell’area dell’ex Discarica di Contrada San Francesco». In pratica un’impresa che aveva partecipato alla gara d’appalto, la Ecology Green srl, pare abbia fatto ricorso per essere stata esclusa dalla gara d’appalto per un presunto cavillo procedurale, rispetto a cui era stato chiesto il parere consultivo dal Garante. «Il sindaco Montalti e la sua giunta comunale – si legge nella stessa nota del PD – non si fidano nemmeno dei pareri dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. Infatti – si legge ancora – da una disamina del parere  del Garante, questo pronunciamento sembrerebbe essere in contrasto con quanto dichiarato dall’esimio Prof. Avv. Mauro F. Magnelli trasmesso al Comune di Villapiana a distanza di oltre un anno dalla data di richiesta del parere, giusta Delibera di Giunta del Comune di Villapiana n. 101 del 7 maggio 2017)». In questo caso, secondo i dirigenti locali del PD, nonostante le recriminazioni evidenziate dall’impresa rimasta fuori dall’appalto, sarebbe stato stipulato un contratto di un 1milione240mila euro sulla base di un altro “parere pro-veritate” a favore di uno studio legale privato, piuttosto che attendere il parere dell’Autorità Nazionale Anti-corruzione. «Tanto – è l’amaro commento finale dei dirigenti del PD – a pagare sono sempre i poveri contribuenti villapianesi!».

Pino La Rocca

 

Villapiana-11/05/2018: In funzione nuovo Autovelox-Tutor

VILLAPIANA In funzione, da questa mattina alle 9.00, l’Autovelox-Tutor fatto installare dagli amministratori in carica, previa l’autorizzazione della Prefettura, della Polstrada e dell’Anas, sul tratto di S.S. 106 che attraversa il Comune di Villapiana. Si tratta di un Autovelox-Tutor di ultima generazione, che grazie alla tecnologia a raggi infrarossi resta in funzione anche col buio e che, tramite due dispositivi, controlla la velocità media (90 km orari) sul tratto di strada che, sulla carreggiata-nord inizia a metà del cavalcavia sul torrente Saraceno e finisce in località Torre della Signora per una distanza di circa 2 chilometri. E viceversa nella direzione opposta. Li ha commissionati e li ha fatti installare, affidandosi alla società “Beta Consulting” di Montalto Uffugo, l’esecutivo comunale guidato dal sindaco Paolo Montalti che ha ritenuto di investire una bella fetta di risorse comunali che, tra noleggio dei dispositivi, servizio di gestione delle procedure sanzionatorie e di riscossione dei crediti nei confronti degli automobilisti che violano il Codice della Strada, apposizione della segnaletica prevista dalla legge e canone di locazione da corrispondere annualmente all’Anas, superano i 200mila euro. Segno evidente, dicono in tanti, che gli Autovelox ormai diffusi in tutti i Comuni del Comprensorio a partire da Cassano Jonio (tranne Amendolara dove la procedura di installazione è in corso) si rivelano un sistema infallibile per obbligare gli automobilisti a ridurre la velocità che spesso è alla base degli incidenti stradali più gravi. Se poi gli stessi comuni, mediante i prolifici Autovelox riescono anche a fare cassa ed a puntellare i bilanci comunali, tanto meglio. Anche perché la S.S. 106 è corridoio di traffico interregionale ed a finire nelle maglie dei misuratori di velocità sono soprattutto gli automobilisti di fuori perché “i paesani” utilizzano per lo più la viabilità secondaria. Nonostante questo, però, la gente del luogo, nonostante i dati allarmanti sulla mattanza di vite umane, continua a divedersi tra chi ritiene gli autovelox un antidoto efficace per ridurre la pericolosità della strada e chi, invece, ritiene che essi siano per i Comuni solo un espediente per puntellare i bilanci comunali sempre più disastrati e una spada di Damocle sulla testa degli automobilisti. Fatto sta che, quando circola sul web la notizia di un nuovo rilevatore di velocità, come in questo caso, sono pochi a valutarne l’utilità come deterrenza contro il proliferare degli incidenti e sono la stragrande maggioranza quelli che li giudicano più severamente come una sorta di Bancomat a cielo aperto per raccattare, da parte dei Comuni che vi fanno ricorso, copiose risorse, magari da sperperare in mille inutili rivoli.

Pino La Rocca

VILLAPIANA-12 e 13/05/2018: IV Edizione “Triathlon Magna Grecia 2018”

VILLAPIANA Giunto alla sua IV Edizione, si svolgerà anche quest’anno, nelle giornate del 12 e 13 maggio 2018, la grande manifestazione sportiva intitolata “Triathlon Magna Grecia 2018”, che assegna ogni anno titoli sportivi regionali, individuali e di squadra ottenuti in competizioni che si svolgono sulla distanza-sprint. In vista di questo prestigioso evento Villapiana, cuore pulsante della Magna Grecia, anche quest’anno si prepara dunque ad ospitare due magnifiche giornate di sport nelle quali andrà in scena l’attesissimo “Triathlon”, uno sporto composito che unisce nuoto, ciclismo e corsa. La manifestazione sportiva è organizzata dalla Società Sportiva “Atlas Triathlon” di Cosenza in collaborazione con la locale amministrazione comunale e con la Polisportiva BSV di Villapiana. Sabato 12 ci sarà il “Terzo Triathlon-Sprint “Trofeo della Magna Grecia”, Campionato Regionale che si svolge sulla distanza sprint e domenica 13 maggio l’ormai consolidata gara giovanile del Circuito-Sud costituito dal “Quarto Triathlon della Sibaritide”, gara giovanile apprezzata dalla Federazione Italiana Triathlon per la qualità organizzativa e riconosciuta come gara valida per la qualificazione ai Campionati Italiani Giovanili. Per l’occasione sono attesi circa 200 atleti-partecipanti provenienti da tutta Italia, ma soprattutto dalle regioni del Centro-Sud. «Quest’anno – secondo quanto riferiscono gli organizzatori dell’evento sportivo – i percorsi saranno molto tecnici e impegnativi e le gare, effettuate su distanze diverse a seconda delle Categorie, si svolgeranno all’interno del Centro Sportivo “Polivalente” di Villapiana-Scalo cortesemente messo a disposizione dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Paolo Montalti e l’evento sarà, come sempre, ottimamente organizzato e curato dalla BSV Multiservizi e dal suo amministratore, nonché presidente della Polisportiva BSV Eduardo Lo Giudice ». Il nuoto si svolgerà in piscina, il ciclismo sulla pista ciclabile e sulle strade limitrofe al “Polivalente”, mentre la corsa sarà effettuata sulle strade interne del complesso sportivo e sulla pista di atletica dello stesso Centro Polisportivo. «Ci sono insomma – sempre secondo gli organizzatori – tutti gli ingredienti per vivere due giorni all’insegna dello sport puro, della natura, dell’enogastronomia, dello spettacolo e dell’intrattenimento». Moltissimi i premi in palio per questa gara che è valida come Campionato Regionale di Specialità ed i premi in natura rappresentati dai prodotti dell’enogastronomici e da articoli sportivi offerti dai partners della manifestazione. «Dopo la presenza di Giovanni Tocci presso il Centro Polivalente, – ha commentato l’assessore a Sport, Turismo e Ambiente Stefania Celeste – è la volta della IV Edizione “Triathlon della Sibaritide”. Due giorni di gare, con un’importante novità per quest’anno, ovvero che la Gara di Villapiana è stata scelta come unica gara del Centro-Sud quale preselezione per l’accesso alle competizioni nazionali. Lo sport – ha concluso la dr.ssa Celeste – si conferma veicolo importante per la cultura del vivere bene, che mira a coinvolgere giovani e meno giovani… ma anche come occasione per incontrarsi, socializzare e, perché no, promuovere Villapiana in chiave turistica».

Pino La Rocca

 

 

Villapiana Lido- 07/05/2018: Il gelato al Biondo

 

Il Duo creativo

 

Villapiana Lido: 07/05/2018

Il gelato al Biondo

I turisti da oggi possono gustare il nuovo gelato al Biondo di Trebisacce presso la nota gelateria Bianconero, in Villapiana Lido, dietro l’Hotel Corallo. Il nuovo gusto di gelato andrà a soddisfare il palato anche dei clienti più esigenti che potranno solo richiederne il bis. Il gustoso gelato nasce dalla creatività e condivisione di due persone che da sempre si spendono per valorizzare un prodotto di eccellenza del territorio. Piero Bianco, proprietario e gestore della gelateria Bianconero e Francesco Catera di Trebisacce, studente universitario e produttore in Trebisacce del famoso Biondo Tardivo. Il Duo creativo tifa per la Juve, tant’è che per molti il nuovo gusto è: ”Il gelato juventino!”. Per la cronaca “Il BIONDO TARDIVO DI TREBISACCE”, è un’arancia che si raccoglie da marzo a maggio e si può consumare tranquillamente d’estate con i suoi molteplici impieghi enogastronomici. È considerata l’arancia estiva. Matura da marzo a maggio, buccia sottile, polpa ricca di succo dal sapore intenso adatta ad essere consumata anche come spremuta fresca, o tagliata in insalata per dare un tocco rinfrescante alle tavole estive, o trasformata in marmellata. Sono queste le caratteristiche del frutto- prodotto a Trebisacce che viene raccolto anche a fine estate. La gelateria Bianconero ha al suo attivo una lunga storia che è passata dai nonni alle generazioni successive e l’esperienza maturata aggiunge un valore aggiunto alla già apprezzata qualità dei vari gusti del gelato artigianale. Allora proviamo questa gustosa innovazione che promuove e valorizza il nostro territorio e appaga il nostro palato.

Franco Lofrano

Villapiana-5-12/05/2018: 1° Edizione residenza artistica del MAVI

Villapiana-28/04/2018: Arriva “BergAmando” mandorla di Amendolara e fichi di Villapiana

BergAmandoFoto

TEAM ITALICO

Villapiana: arriva “BergAmando” mandorla di Amendolara e fichi di Villapiana in un nuovo gelato della famiglia ITALICO® dei Maestri Gelatieri Calabresi Vincenzi, Destefano e Monteleone, in prima linea nella valorizzazione e diffusione globale dei prodotti della nostra Regione.

 

 

A poco meno di un anno dalla realizzazione del terzo gusto di gelato in seno al PROGETTO ITALICO® nasce “BergAmando” ultima idea degli artigiani calabresi.

Il progetto ITALICO® ideato dai maestri Gaetano Vincenzi (gelateria Barbarossa) Villapiana CS, Davide Destefano (gelateria Cesare) RC e Pasquale Monteleone (bottega del gelato Pizzo) VV, ha come fine quello di valorizzare gli ingredienti della nostra regione portandoli alla ribalta nazionale e internazionale tramite la realizzazione di gusti di gelato artigianale Italiano.

Nasce così BergAmando, Il gusto inconfondibile del bergamotto di Reggio Calabria avvolto dalla cremosità della mandorla di Amendolara, la freschezza del   mandarino di Ciaculli, dei fichi di Villapiana addolciti dal miele della Sila e coccolati da un croccante di mandorle e pistacchio.

Una vera e propria armonia di sapori, nessun ingrediente prevale sugli altri, in un perfetto equilibrio dove il bergamotto di Reggio Calabria ė sempre protagonista delicato. BergAmando amplia la famiglia dei gusti di Progetto ITALICO® affiancando i suoi fratelli ITALICO®, Sole dello Stretto e Modigotto.

Il nuovissimo gelato verrà ora proposto e veicolato su scala nazionale e internazionale da tutti gli artigiani del circuito ITALICO® permettendo la diffusione della conoscenza delle nostre eccellenze e della nostra Calabria, perché solo uniti si va lontano.

 

 

Villapiana- 29/04/2018: Consegnati i Premi Letterari Macabor

dav

dav

dav

Villapiana: 29/04/2018

Consegnati i Premi Letterari Macabor

 

Prima edizione per il Premio Letterario Nazionale Macabor, svoltasi sabato pomeriggio, 28 aprile, presso la sala Conferenze dell’Hotel Corallo, in Villapiana Lido, organizzata dalla Casa Editrice “Macabor” di Francavilla Marittima (CS), con il patrocinio dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Paolo Montalti. Al tavolo dei relatori Paolo Montalti (Sindaco di Villapiana), Bonifacio Vincenzi (Direttore Editoriale Macabor) e per il Reading l’attrice Angela Micieli. Nel ruolo di coordinatore il prof. Giuseppe Costantino. Presente in sala la giuria, che ha avuto un bel da fare per selezionare i vincitori, sapendo che tutti avrebbero meritato il prestigioso premio, costituita da: Gianni Mazzei, Emilia Sirangelo, Angela Lo Passo, Giovanna Vecchio e Alba Mataponte. Ecco un parziale elenco dei vincitori: Benedetto Maggio (Pisa) con “Allegria dei miei figli”, Marta Celio (Padova) con ‘Istanti’, Marina Nasti (Roma) con “Il Grigio e l’azzurro”, Claudio Alvigini di Roma con “Il capitano di Bastur”, Rolando Perri (Cosenza), Ninni Matera (Valenzano-Ba). I premiati per la sezione Cultura: Mario Brunetti (Saggistica), Francesco Martino (Musica), Giuseppe Roma (Archeologia). A tutti è stata consegnata una pergamena-diploma e una targa ricordo. Molto facile è stato, in sala,  catturare lo sguardo e la curiosità degli intervenuti: un tavolo con tanti libri per viaggiare con la fantasia, una collana “Il volo della streghetta” dedicata al magico mondo della fiaba per bambini dai sette anni in su, curato da Maria Perrone e Teresa Cersosimo. Per continuare con i premiati della sezione poesia inedita Nicoletta Fazio di Lanciano (CH) con la poesia “Da una chiacchierata con Giuseppe Rosato”-terza classificata e Giorgia Spurio di Caselle di Maltignano –AP- con “Senza Asilo” al secondo posto. Al primo posto Benedetto Maggio di Pisa con “Allegria dei miei figli”. Il coordinatore ha colto nel segno e ha soddisfatto la curiosità dei presenti riservando a tutti i premiati una breve intervista allo scopo di far meglio conoscere e socializzare tra loro i tanti poeti e scrittori provenienti da varie località. Per la sezione “Romanzo inedito” sono stati meritevoli di segnalazione : Carmela Mantegna (Crotone) con ‘Album di famiglia’, Giulia Quaranta Provenzano (Diano Aretino-IM) con “La storia di Viola). Terza classificata Ivana Brigliadori (Bologna) con “Elogio al buio”, al 2° posto Giacomo Lucchesi (Monsummano Terme-PT- con “La musica salvifica”.- Al primo posto Claudio Alvigini (Roma) con il romanzo “Il Capitano Bastur”.- Per la sezione Silloge inedita i segnalati sono: Giuseppe Nigretti (Padova) con ‘Amare derive’ e Angela Curatolo (Cannovio-VB) con ‘Sprazzi di nemesi.-Terzo classificato Lorenzo Piccirillo di Pontinia-LT-con la silloge “L’Erpice..”, 2° classificata Giorgia Spurio con “Circus”. Prima classificata Marta Celio (Padova) con “Istanti”.- Per la sezione raccolta inedita di racconti i segnalati sono risultati: Pietro Rainero (Acqui Terme-AL) con ‘storie strampalate’ e Alessandro Cuppini (Bergamo) con ‘La virtù di Marina’. Terzo classificato Emanuele Silvestro (Cuneo) con ‘Scintille’, seconda Antonella Proietti (Otricoli-TR) con ‘Miscellanea’. Prima classificata Marina Nasti di Roma con “Il grigio e l’azzurro”.- Per la sezione Teatro inedito al terzo posto Nando Pietro Tommasoni di Spoleto con ‘Electrocast’; al 2° posto Patrizio Pacioni & Salvatore Buccafusca di Brescia con ‘ Di un vescovo sposato e di altri malanni’; primo classificato Ninni Matera con ‘Il weekend del professore’.- Per la sezione Libro inedito di Saggistica i segnalati: Maria Guelfa Vittori  di Farnese-VT- con ‘Suor Francesca di Gesù e Maria e le Clarisse farnesiane’. Terza classificata Teresa Regna di Pietramelara-CE-con ‘La didattica della lingua straniera, seconda classificata Maria Grazia Ferraris di Gavirate-VA con “Marina Cvetaeva-Ma non è forse anche l’amore un sogno?’; al primo posto Rolando Perri di Cosenza con ‘Un francese sotto il cielo di Thrinakia’. Per la sezione Cultura a personalità importanti: Francesco Martino (Musica), Giuseppe Roma (Archeologia) e a Mario Brunetti (Saggistica). Ecco la motivazione della giuria per il maestro Francesco Martino: “…nell’attività didattica, più che trentennale, dell’accademia G. Mahler, da lui fondata, ha creato una coscienza e cultura musicali, viste come esperienza del bello non solo come fruizione, ma anche come armonia interiore e impegno sociale.”- Per Giuseppe Roma: “…per aver fatto valere nel suo lavoro di archeologo un’indagine comparata, fatta dai suoi molteplici interessi, raggiungendo risultati importanti e intuizioni originalissime nonché, politicamente prospettando un meridionalismo più concreto.”- Per Mario Brunetti: “…in una prosa efficace, vigile, ma sempre motivata e imparziale, ha ripercorso nascita e crisi della sinistra in Italia, vissute da lui da protagonista, raccontando il Sud, con grande intuizione da meridionalista e rivendicando l’originalità e attualità di Antonio Gramsci.”- La serata di premiazione ha consentito a tutti la propria presentazione e socializzazione del lavoro e ora seguirà la valorizzazione dei lavori. Bonifacio, Motta e Mazzei meritano un riconoscimento per l’impegno culturale profuso da anni sul territorio-ha esternato Paolo Montalti-e ha aggiunto che Mazzei si è conquistato il titolo di ambasciatore della cultura. Bonifacio Vincenzi ha sottolineato che è appena un anno di attività di Macabor,ma la produzione è già tanta e continuerà a crescere. Per ogni persona la biblioteca è la casa del suo spirito a differenza della raccolta di libri che non è una biblioteca. E’ la passione che fa muovere questo mondo poetico e non altro, ha aggiunto l’editore Bonifacio Vincenzi. Per Gianni Mazzei la scrittura non la si può interrogare ed è priva di dialogo. La scrittura dev’essere aperta e invogliare il lettore verso l’indagine. La cultura è sapere e non dev’essere una minestra insipida, ma deve avere sapore e un po’ di piccante non guasta. Per Angela Lo Passo la Cultura è coltivare idee, anima e persone. E tutti abbiamo bisogno della cultura. In genere la massa delle persone non segue gli eventi, ma viene comunque illuminata da chi fa cultura. Ha sottolineato che l’editore Bonifacio Vincenzi non chiede soldi ma pubblica tanto e valorizza i lavori ecco perché questo è un concorso diverso dagli altri.

Franco Lofrano

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

Villapiana-25/04/2018: Si è concluso il Corso di Formazione per Guardie Eco-Zoofile

I Corsisti insieme ai Formatori

VILLAPIANA Ha riscosso una significativa partecipazione e si è concluso domenica scorsa 22 aprile 2018 con la consegna dell’Attestato di partecipazione, il Corso di Formazione per Guardie Eco-Zoofile organizzato dalla ANTA (associazione nazionale per la tutela dell’ambiente – presidente regionale Giovambattista De Lorenzo), con il patrocinio del Comune di Villapiana sempre disponibile, come ha sottolineato Giuseppe Capaldo presidente provinciale e responsabile della Sezione Villapiana dell’ANTA, a sostenere tutte le iniziative che mirano alla prevenzione e alla tutela dell’Ambiente, del Territorio, degli Animali, del Mare e delle Foreste. Diversi i formatori che, attraverso una serie di corsi teorico-pratici, hanno contribuito alla formazione degli iscritti e, tra questi, la dr.ssa Letizia Felicetti Biologa Marina, la dr.ssa Stefania Celeste anche nelle vesti di Assessore all’Ambiente del Comune di Villapiana, nonché i dottori Bruno Romanelli Veterinario, Antonio Gentile, Fabio Cuconato ed altri ancora. Il Corso è destinato alla formazione di un Corpo Volontario di Guardie Giurate destinate a svolgere questa funzione dopo aver prestato solenne giuramento nelle mani del Sig. Prefetto di Cosenza che emetterà un apposito Decreto attraverso il quale ai partecipanti al Corso (nella foto) verrà riconosciuta l’abilitazione a svolgere il compito di Guardie Eco-Zoofile non solo nel comune di Villapiana ma in tutta la Calabria. Questi i nominativi dei Corsisti che hanno superato il test finale: Maria Staglianò, Antonella Mingrone, Linda Gatto, Maria Francesca Tisci, Giuseppe Santagada, Giovanni Rescina, Samuele Di Vasto, Domenico Mastrota e Ugo Vulnera. «La “mission” riservata alle Guardie Eco-Zoofile, – come ha tenuto a precisare il presidente provinciale dell’ANTA  Giuseppe Capaldo – non è tanto quella di sanzionare chi commettere reati ambientali e contro gli animali, ma di prevenirli informando i cittadini sui comportamenti da tenere per il rispetto della natura, delle foreste e del mare, al fine di contribuire alla salvaguardia dell’eco-sistema ed a creare le condizioni ideali per far convivere, nel rispetto reciproco, la specie umana e gli animali».

Pino La Rocca