Category Archives: Sociale

Villapiana-19/09/2017: Porte serrate al Liceo Musicale

Liceo Music. Vill. 1

VILLAPIANA Il 14 settembre scorso in Calabria si sono aperte le scuole di ogni ordine e grado ma non si è aperto il tanto atteso Liceo Musicale di Villapiana perché l’Ufficio Scolastico Regionale ed il Ministero dell’Istruzione non hanno concesso il “nulla osta” richiesto in tempo debito dall’esecutivo comunale che, per la cronaca, lavora all’apertura di un istituto scolastico di 2° grado a Villapiana da oltre due anni. Il “palazzo” sicuramente c’è rimasto male, ma non ha comunicato finora le motivazioni ufficiali per cui non è stata concessa l’autorizzazione. Ma male ci sono rimasti soprattutto i tanti giovani talenti che sognavano di poter accedere nel loro paese a un corso di studio che, col passare del tempo, diventa sempre più gettonato. Il motivo? In attesa che si faccia chiarezza, c’è chi parla di incompatibilità zonale e di sovrapposizione con il Liceo Coreutico-Musicale “Dante Alighieri” di Trebisacce che ha lo stesso indirizzo. Del resto però lo stesso edificio scelto per accogliere la nuova scuola a indirizzo musicale (l’edificio dell’ex Scuola Materna di contrada Murata  -nella foto) per i cui lavori di adeguamento, che comunque dovevano terminare il 4 aprile 2017, l’esecutivo comunale ha acceso un mutuo di 280mila euro, non è ancora pronto, dando così adito alla Minoranza di parlare di spreco di denaro pubblico e al segretario del circolo cittadino del PD Domenico Filardi di ironizzare. «Inizia un nuovo anno scolastico, – ha scritto Filardi ricordando che un buon padre di famiglia di solito non spreca i soldi del bilancio familiare – un augurio ed un in bocca al lupo particolare a tutti i ragazzi che frequenteranno il primo anno del Liceo Musicale di Villapiana!». Non è detto comunque che il sogno lungamente accarezzato dal sindaco Montalti non debba avverarsi l’anno prossimo, proprio in coincidenza con l’ultimo anno di mandato amministrativo.

Pino La Rocca

Trebisacce-19/09/2017: Più luce più risparmio

 

TREBISACCE Sarà adeguato alla normativa vigente l’impianto di illuminazione pubblica al fine di garantire un servizio migliore ed un abbattimento dei costi energetici. Nei giorni scorsi la Giunta Comunale ha infatti approvato il progetto definitivo che è stato redatto dalla struttura tecnica dell’Area Ambiente diretta dall’Arch. Egino Orlando ed è stato ammesso a finanziamento dalla Regione Calabria per un importo di 167mila euro attraverso i fondi per gli interventi di efficientamento delle reti di illuminazione pubblica dei comuni. «Il progetto – si legge nella nota proveniente dal Comune – rientra nei programmi dell’amministrazione comunale che intende ammodernare gli impianti di illuminazione pubblica esistenti in quanto ormai obsoleti e non più in grado di garantire un’illuminazione adeguata alle soluzioni tecnologiche ad alta efficienza che producono la riduzione dei consumi delle reti di illuminazione pubblica». Nello specifico i lavori interesseranno gli impianti di pubblica illuminazione di proprietà comunale a servizio delle strade e delle aree pedonali  pubbliche ed a uso pubblico del centro storico,  di viale Kennedy e della parte Sud-Ovest di Trebisacce Marina. Il sindaco Franco Mundo ha espresso viva soddisfazione e ringraziato l’ufficio preposto. «Questo ulteriore progetto di ammodernamento della pubblica illuminazione – ha concluso il primo cittadino – conferma la visione politica e tecnica complessiva capace di guardare al futuro efficientando la rete elettrica, risparmiando energia e garantendo un servizio più efficace e più economico».

Pino La Rocca

 

Trebisacce-19/09/2017: Approvato il progetto definitivo di efficientamento energetico e adeguamento normativo degli impianti di illuminazione pubblica

COMUNICATO DI STAMPA

 

La Giunta Comunale con delibera di n. 206 del 07.06.2017, ha approvato il progetto definitivo di efficientamento energetico e adeguamento normativo degli impianti di illuminazione pubblica. Ciò è avvenuto nell’ambito della previsione di cui alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 303 dell’11.08.2015 con la quale è stato approvato il Programma Operativo Regionale Calabria FESR/FSE 2014-2020, a seguito della pubblicazione sul Burc il Decreto Numero 6868 del 27.06.2017 di approvazione dell’“Avviso pubblico per il finanziamento di interventi di efficientamento delle reti di illuminazione pubblica dei comuni” (già approvato con precedente D.D. n. 3917 del 12.04.2017).

Il progetto è stato approvato nell’ambito di quanto prevede l’Asse prioritario 4 del POR Calabria FESR FSE 2014-2020 che stabilisce la priorità di investimento 4.c); “Sostenere l’efficienza energetica, la gestione intelligente dell’energia e l’uso dell’energia rinnovabile nelle infrastrutture pubbliche, compresi gli edifici pubblici, e nel settore dell’edilizia abitativa” e l’obiettivo specifico 4.1 “Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche o ad uso pubblico, residenziali e non residenziali e integrazione di fonti rinnovabili”.

Ciò rientra nei programmi dell’Amministrazione comunale che intende ammodernare gli impianti di illuminazione pubblica esistenti in quanto ormai obsoleti e non più in grado di garantire adeguata illuminazione e ha inteso presentare domande di ammissione al contributo in ordine al progetto finalizzato all’adozione di soluzioni tecnologiche ad alta efficienza per la riduzione dei consumi delle reti di illuminazione pubblica;

La proposta  progettuale è stata redatta dall’ufficio tecnico, Area Ambiente diretta dall’Arch. Egino Orlando, di intesa con l’Ass. comunale ai LL.PP. Dott. Filippo Castrovillari.  Avrà un importo complessivo pari a € 167.000 di cui € 132.491,85 per lavori ed € 34.508,15 per somme a disposizione. Nello specifico i lavori interesseranno gli impianti di pubblica illuminazione di proprietà comunale a servizio delle strade e delle aree pedonali  pubbliche ed a uso pubblico del Centro Storico,  di Viale Kennedy  e della parte Sud-Ovest di Trebisacce Marina.

Il Sindaco ha espresso viva soddisfazione e ringraziato l’Ufficio Tecnico – Area Ambiente diretto dall’Arch. Orlando, che conferma la visione politica e tecnica complessiva capace di guardare al futuro ammodernando la rete elettrica, risparmiando energia e garantendo un servizio più efficiente e più economico attuando anche le previsioni programmatiche elettorali.

 

Dalla Residenza Municipale, lì 19.09.2017

 

                                                                                           L’Ufficio Stampa

 

 

 

Rocca Imperiale-19/09/2017:Seconda categoria, Calciomercato: nuove pedine per l’FCD Rocca Imperiale

Rocca Imperiale Marina, lì 19.09.2017

 

FCD 7


Seconda categoria, Calciomercato: nuove pedine per l’FCD Rocca Imperiale

 

In vista del campionato 2017/2018 il calciomercato dell’FCD non si ferma.

Ieri nelle fila granata del presidentissimo Giuseppe Santo sono arrivati due nuove pedine fondamentali per lo scacchiere del mister Cannataro, il terzino di spinta Carmine Sbordone  proveniente dal Cassano vincitore dello scorso campionato di 1^ categoria e il difensore centrale Venneri Giuseppe negli ultimi tre anni vincitore di due campionati di 2^ categoria con due squadre differenti ( S. Marco e Frascineto) .

Nel mercato rocchese a breve ci potrebbero essere novità, sia in entrata che in uscita.

Notizia dell’ultima ora, l’FCD ha ceduto a titolo definitivo il difensore Domenico D’Angelo all’AC

Filippo Amendolara.

Tra i vari movimenti  di mercato la squadra granata  continua la preparazione, la società ha chiesto nessuna distrazione inerente alle notizie di calciomercato.

 

Filippo Faraldi

ALTO JONIO-18/09/2017: Il giovane chef Michele Rizzo finalista a Verona


Michele-Rizzo-e-Valerio-Laino

ALTO JONIO Il giovane chef Michele Rizzo, originario di Albidona e quindi anche lui figlio dell’Alto Jonio, titolare del noto ristorante a base di pesce “Agorà” di Rende, è stato tra i cinque finalisti alla kermesse culinaria svoltasi a Isola della Scala in provincia di Verona nel corso della Fiera del Riso e del VII Concorso nazionale denominato “Il Risotto del Sommelier”. Assieme al collega-chef Valerio Laino di Cerchiara di Cerchiara, Michele Rizzo ha preparato in diretta la sua creazione: un risotto mantecato condito con pecorino Crotonese Dop, con gocce di ‘Nduja” e una spruzzata di succo di Limone di Rocca Imperiale. Il piatto, molto apprezzato, è stato quindi preparato con l’utilizzo di prodotti made in Calabria: oltre al rinomato riso di Sibari, il pecorino dell’arte casearia crotonese, la caratteristica e piccante ‘Nduja” originale di Spilinga (CZ) e il fragrante aroma del pregiato limone IGP di Rocca Imperiale e, per esaltare il piatto, Michele Rizzo ha scelto l’abbinamento con il Mantonico 2014 delle Cantine “Statti” di Lamezia Terme. “Aanche quest’anno – ha affermato Maria Rosaria Romano presidente dell’AIS (associazione italiana sommelier ) della Calabria – abbiamo colto l’occasione per sottolineare che nella nostra terra c’è una ricchezza  importante di prodotti tipici e una secolare tradizione di riso e di risaie che i sommelier dell’Ais da tempo sono impegnati a far conoscere e valorizzare”.

Pino La Rocca

VILLAPIANA -18/09/2017: La Regione aumenta le tariffe per il conferimento alle discariche regionali dei rifiuti solidi urbani

VILLAPIANA La Regione aumenta le tariffe per il conferimento alle discariche regionali dei rifiuti solidi urbani: protesta, perché si ritiene penalizzato, il comune di Villapiana che si è impegnato nell’avvio della raccolta differenziata col sistema del “porta a porta” investendo copiose risorse finanziarie. E’ per questo che l’esecutivo comunale guidato dal sindaco Paolo Montalti ha adottato una deliberazione di Giunta avversa al nuovo Piano Tariffario varato dalla Giunta Regionale con Delibera n. 344 del 25 luglio 2017 relativo al conferimento dei rifiuti a partire dall’annualità 2018. L’esecutivo comunale ha protestato in particolare contro l’aumento indiscriminato delle tariffe che, secondo la Delibera di Giunta, finisce per penalizzare i comuni virtuosi che hanno raggiunto una percentuale di raccolta differenziata pari al 65%. In base al nuovo Piano Tariffario varato dalla Regione dopo aver interrotto il lungo periodo di commissariamento del Dipartimento Ambiente e Territorio, la tariffa per la frazione differenziata passa da 107,00 euro a tonnellata del 2017 a 165,00 euro a tonnellata per il 2018, mentre la frazione umida passa da 92,61 euro a tonnellata per il 2017 a 104,00 euro per il 2018. Tutto questo, secondo gli amministratori di Villapiana, penalizza il comune di Villapiana che di recente si è dotato di attrezzature e automezzi oltre che di risorse umane per avviare sul proprio territorio la raccolta differenziata con il sistema del “porta a porta” affidata alla partecipata comunale BSV e avviata prima dell’estate e che avrebbe già raggiunto risultati ottimali. Ma il nuovo Piano Tariffario, rispetto a cui sarebbe stato forse più opportuna una presa di posizione unitaria di tutti i Comuni dell’Alto Jonio che differenziano con lo stesso sistema tra cui Trebisacce, secondo l’esecutivo-Montalti finisce per penalizzare i cittadini che si sono impegnati a collaborare con il Comune attraverso pratiche virtuose e che, invece di ricevere incentivi e sgravi, saranno assoggettati all’aumento delle tariffe. Alla legittima protesta la Giunta ha fatto seguire la proposta di ripensare il Piano Tariffario e di prevedere un adeguato ristoro per i Comuni virtuosi.

Pino La Rocca  

TREBISACCE -18/09/2017:Prosegue, da parte degli amministratori in carica, l’impegno a favore degli edifici scolastici

TREBISACCE Prosegue, da parte degli amministratori in carica, l’impegno a favore degli edifici scolastici e così, dopo la riqualificazione e messa in sicurezza degli altri padiglioni è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di “messa in sicurezza – adeguamento sismico ed efficientamento energetico del I° Padiglione del Plesso materno ed elementare “San Giovanni Bosco” finanziato con Delibera C.I.P.E. 26/2016 – Decreto D.G. n° 3 del 04/04/2017, “Patto per lo sviluppo della Regione Calabria”. L’importo complessivo del progetto redatto dai tecnici Ing. Pietro Golia e Arch. Michele Calvosa, è pari a 800mila euro e prevede una quota-parte del Comune. Il I° padiglione, sede anche della Scuola dell’Infanzia, era infatti rimasto l’unico senza intervento e necessitava lavori di ripristino e messa in sicurezza. Soddisfatto per il risultato conseguito l’assessore ai LL.PP. Filippo Castrovillari impegnato a migliorare e modernizzare le strutture scolastiche. Il sindaco Franco Mundo, a nome di tutta l’amministrazione comunale, ha voluto ringraziare i tecnici progettisti, il responsabile dell’ufficio tecnico comunale Arch. Antonio Brunacci e l’Assessore Castrovillari per l’impegno profuso e per il risultato conseguito, «che conferma ancora una volta – ha dichiarato il primo cittadino – la centralità della scuola e l’attenzione per la sicurezza ed il confort dei bambini, dei docenti e del personale ATA. Un risultato importante – ha aggiunto l’avv. Mundo che non ha mancato di ringraziare il presidente Oliverio per aver inserito le scuole di Trebisacce nel “Patto per la Calabria” – conseguito anche grazie e collaborazione continua con la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Laura Gioia, a conferma della sinergia operativa che dimostra l’unità di intenti per il bene e la crescita di Trebisacce».

Pino La Rocca

 

Rocca Imperiale-18/09/2017:Sul sequestro del depuratore comunale interviene il sindaco Giuseppe Ranù.

Rocco Gentile
ROCCA IMPERIALE
Sul sequestro del depuratore comunale interviene il sindaco Giuseppe Ranù. “È
stato un sabotaggio che ho denunciato alla Procura della Repubblica”.E racconta
la verità dei fatti. Rispondendo per le rime anche ai denigratori.”Le
considerazioni da parte di taluni movimentisti, sulla vicenda del sequestro
preventivo del depuratore, mi spingono a fare chiarezza” scrive il primo
cittadino del Paese del limone, del cinema e della poesia. Che va oltre nel suo
dire. A seguito di una ostruzione della tubazione di collegamento tra l’
ossidazione e il sedimentatore causata da ignoti, regolarmente denunciata alla
Procura della Repubblica, si verificavano disagi all’impianto di depurazione.
L’ accaduto procurava, con ogni probabilità, giorno 17 Agosto l’intervento dell’
Arpacal (che ringrazio in ogni caso per la professionalità e la correttezza)
che con appositi prelievi d’acqua riscontrava anomalie. Successivamente-
prosegue il capo dell’esecutivo rocchese- in data 23 Agosto scorso a seguito
di nuovi prelievi sempre da parte dell’Arpacal venivano riscontrati regolari
valori delle acque. Il tutto sempre alla foce del Torrente Canna in prossimità
del depuratore, non essendovi in ogni caso nessun tipo di problema per il resto
delle nostre acque limpide ed assolutamente in linea con i parametri di legge.
Nel mese di Settembre, e precisamente giorno 6, anche a seguito di quanto
accaduto veniva disposto, da parte delle autorità intervenute, sequestro
preventivo. Ad oggi non conosciamo gli esiti dei campionamenti ma restiamo
particolarmente fiduciosi anche a fronte dei report da parte della società che
gestisce l’impianto. Mi preme evidenziare comunque che la mia amministrazione è
intervenuta sull’impianto di depurazione con finanziamento di 98mila euro
ottenuto dalla giunta regionale guidata dal presidente Mario Oliverio, a cui si
aggiungeranno ulteriori interventi per 27mila in corso di appalto. Sempre nell’
ottica dell’ammodernamento e del contrasto all’inquinamento sono previsti
interventi per un importo di 100 mila già finanziati dalla Regione, per la
riqualificazione della rete fognaria lungo il litorale. Tanto a dimostrazione
dell’attenzione mostrata nei confronti di questo delicatissimo tema. Il nostro
è un depuratore idoneo- ci tiene a precisare l’ avvocato Ranù- e gli esiti dei
prelievi daranno conferma di ciò. Il disagio è stato purtroppo causato da un
sabotaggio e spero, anzi sono convinto, che verranno assicurati alla giustizia
i maldestri attentatori, ispirati dall’ignobile tentativo di procurare disagio
e rovina al turismo. In ogni caso gli interventi praticati da parte delle
autorità rientrano in una più complessiva azione di contrasto e tutela da parte
della Procura della Repubblica di Castrovillari e della Regione Calabria che va
sostenuta ed incoraggiata. La sfida è migliorare la qualità delle nostre acque
al fine di assicurare ai nostri concittadini e turisti “un mare da bere”. L’
anno che verrà sarò fermo protagonista di questa battaglia.

Trebisacce-18/09/2017: Approvato il progetto esecutivo lavori di “messa in sicurezza – adeguamento sismico ed efficientamento energetico del plesso materno ed elementare S.G. Bosco – 1° Padiglione.

COMUNICATO DI STAMPA

 

Con delibera di G.M. n. 205 del 07.06.2017, il Comune di Trebisacce ha approvato: progetto esecutivo lavori di “messa in sicurezza – adeguamento sismico ed efficientamento energetico del plesso materno ed elementare S.G. Bosco – 1° Padiglione.

L’approvazione è avvenuta a seguito del finanziamento relativo all’intervento di “Messa in sicurezza – adeguamento sismico ed efficientamento energetico del plesso materno ed elementare – S.G. Bosco -1° padiglione“, finanziato con Delibera C.I.P.E. 26/2016 – Decreto D.G. n° 3 del 04/04/2017, “Patto per lo sviluppo della Regione Calabria”.

L’importo complessivo già finanziato è di € 800.000,00, di cui € 550.126,00 per lavori e sicurezza, relativo ai lavori di: “Messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico del plesso materno ed elementare del “San Giovanni Bosco” – 1° Padiglione, redatto dai tecnici Ing. Golia Pietro e Arch. Calvosa Michele, con compartecipazione finanziaria anche del Comune di Trebisacce.

In data 21.06.2017, il Sindaco ha trasmesso la scheda relativa all’intervento con l’indicazione della tempistica prevista per l’esecuzione delle opere nel quale si comunica di approvare il progetto esecutivo entro il 30/08/17.

Il 1° Padiglione, sede anche di Scuola materna, era rimasto l’unico senza intervento  e necessitava lavori  di ripristino e messa in sicurezza.

L’assessore ai LL.PP. Filippo Castrovillari,ha espresso viva soddisfazione per il risultato conseguito a comprova di un continuo,  costante e appassionato impegno,diretto a migliorare  e modernizzare le strutture scolastiche.

Ciò rappresenta un ulteriore passo avanti per il completamento e ammodernamento delle strutture scolastiche.

Il sindaco avv. Francesco Mundo,a nome di tutta l’amministrazione comunale, ha voluto ringraziare i tecnici progettisti, il responsabile dell’ufficio tecnico comunale arch. Brunacci  e all’Ass. Castrovillari, per l’impegno profuso e il risultato conseguito ,che conferma ancora una volta la centralità della Scuola e l’attenzione per i bambini nelle attività e iniziative politiche .

Un importante risultato conseguito anche grazie e collaborazione continua con la dirigente dell’Istituto comprensivo prof. Laura Gioia,a conferma sia della sinergia ma soprattutto dell’unità di intenti per il bene e la crescita di Trebisacce

In sindaco Mundo ha infine voluto pubblicamente ringraziare il Presidente Mario Oliverio, che ha consentito così di completare tutte le strutture scolastiche della scuola accogliendo la richiesta del comune di Trebisacce ed inserendo la scuola  nelle opere da finanziare nel Patto per la Calabria..

Dalla Residenza Municipale, lì 18.09.2017

 

                                                                                           L’Ufficio Stampa

 

 

 

Vibo Valentia-22/09/2017:Mostra di Arte contemporanea Incontri con gli artisti Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia Dal 22 settembre 2017

Adele Bonofiglio – Direttore Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia

Angela Acordon – Direttore Polo Museale della Calabria –

Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia –

Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia

COMUNICATO STAMPA

 

Artificialia

Mostra di Arte contemporanea

Incontri con gli artisti

Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia

Dal 22 settembre 2017

 

Il Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia, diretto da Adele Bonofiglio, promuove un ciclo di incontri dedicati all’arte contemporanea, nell’ambito dell’esposizione Artificialia, che dal 29 luglio del 2017 è posta in dialogo con la collezione permanente del Museo.

Il primo incontro è previsto il 22 settembre 2017 (ore 10.30) ed è rivolto principalmente alle scuole medie e/o superiori; durante l’incontro gli studenti potranno confrontarsi direttamente con il curatore Simona Caramia e con gli artisti Giuseppe Negro e Fabio Nicotera.

Il 23 settembre 2017 (ore 11.00 e 17.00) sono previsti due incontri; il pubblico potrà dialogare con alcuni artisti che racconteranno delle loro ricerche.

Il 1° ottobre (ore 11.00 e 17.00), in occasione della prima domenica d’ottobre con ingresso gratuito nei musei, si propone una visita guidata dell’esposizione della durata di circa un’ora, a cura di Simona Caramia.

 

Info sull’esposizione

Per la III ª edizione di FRAC Festival (29 – 30 luglio 2017), è stata allestita una sezione di arti visive negli spazi del Castello Normanno Svevo – Museo Nazionale Archeologico di Vibo Valentia. Intitolata Artificialia, a cura di Simona Caramia, l’esposizione vede coinvolti sedici artisti: Andreco, Mattia Casalegno, Carmela Cosco, Francesca De Fazio, Alessandro Donato, Raffaele Fiorella, Marco G. Ferrari, Salvatore Insana, Denise Melfi, Giuseppe Negro, Fabio Nicotera, Tommaso Palaia, Maria Pia Picozza, Carlo Michele Schirinzi, Antonio Tolomeo, Zeroottouno. Con le loro opere, gli artisti hanno ricreato all’interno della collezione permanente del Museo, ed in dialogo serrato con essa, l’atmosfera suggestiva delle Camere delle Meraviglie italiane, unendo scienza e natura, i due poli del sapere antico, rileggendoli attraverso la materia e i materiali dell’arte; accostando “oggetti stravaganti” come reperti archeologici, cimeli di viaggio, elementi naturali modificati, atomi di spazio, scorci di galassie, pregevoli manufatti, elementi organici e non, intrappolati sotto vetro o dentro colle.

 

L’esposizione, fruibile sino al 24 settembre 2017, è inclusa nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

 

Il Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia è afferente al Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon     

 

——————————————————————————————————————–

Artificialia

Mostra di Arte contemporanea

Incontri con gli artisti

Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia

Dal 22  settembre 2017

 

Polo Museale della Calabria

Direttore: Angela Acordon

Ufficio stampa: Silvio Rubens Vivone (responsabile)

Tel.:  0984 795639 fax  0984 71246

pm-cal.ufficiostampa@beniculturali.it