Category Archives: Sport – Spettacolo – Cultura

Trebisacce-03/11/2016: Oggi parliamo del calciatore Leonardo Torsitano

img-20160727-wa0009

Oggi parliamo di Leonardo Torsitano, nato a Firenze nell’anno 2000. Studente del terzo anno del Corso AFM del “G. Filangieri” di Trebisacce. Sin da piccolo ha avuto la passione per il calcio con il ruolo di difensore centrale. Inizialmente ha giocato con la Geos, di Franco Gallotta, nel ruolo di attaccante. Notato dal mister Biagio Falabella e Franco Russo ha deciso di andare nella categoria degli allievi provinciali del Trebicalcio. Alla rappresentativa giovanissimi ha frequentato qualche allenamento ma successivamente sempre come ruolo di difensore centrale, è entrato a far parte della categoria degli allievi regionali con il mister Giuseppe Falbo. Durante l’anno disputa 24 partite scontrandosi con gli altri paesi della regione Calabria. In campo ha sempre dimostrato di essere un giocatore all’altezza ed è bravo sull’anticipio e a staccare di testa. Questo ragazzo anche se ha ancora  molta strada da percorrere, ha un grande talento. È un tifoso della squadra Juventus e il suo sogno è quello di entrarvi a farne parte.

Delia Flavia

Trebisacce-20/03/2016: I bambini e i giovani i protagonisti della Domenica delle Palme.

20160320_104330

Trebisacce:20/03/2016

I bambini e i giovani i protagonisti della Domenica delle Palme.

E’ iniziata oggi la settimana santa  che celebra il mistero della morte e risurrezione di nostro Signore Gesù. Oggi però la liturgia ha posto l’accento sulla passione, come per la prossima domenica sulla risurrezione. La celebrazione della Santa Messa della Passione è stata preceduta dalla processione delle Palme che è partita dalla Parrocchia Madonna della Pietà e ha percorso le strade attorno alla Parrocchia per farvi poi ritorno. Con la processione è Gesù stesso che presenta già la sua morte in un clima trionfale di vittoria. La nostra partecipazione a questa liturgia ci impegna a seguire Gesù Cristo lungo il suo cammino. I fedeli sono tutti radunati nella piazza Matteotti, ai piedi della gradinata della Parrocchia, in attesa della benedizione dei rami di ulivo o di palma. Il Parroco Mons. Gaetano Santagada, con accanto il Diacono Sebastiano Indraccolo, attorniati da numerosi giovanissimi chierichetti, ha dato il via all’antifona con il canto:” Osanna al Figlio di Davide. Benedetto colui che viene nel nome del Signore: è il Re d’Israele. Osanna nell’alto dei celi”. Il sacerdote benedice le Palme, che, dopo la processione, saranno portate nelle case come segno di Fede e di Pace. La domanda di Mons. Santagada all’inizio della sua coinvolgente omelia: “Sapete chi ha voluto la benedizione delle Palme?”, e poi il parroco ha dato subito  la risposta: “I giovani!”. E da qui ha poi spiegato la celebrazione della settimana santa, il passo del Vangelo secondo Luca dove Gesù entra in Gerusalemme acclamato dalla folla, cavalcando il “Puledro”, per dare compimento alla sua passione, morte e risurrezione, In sostanza ha spiegato il passaggio che ha visto la folla passare dagli “Osanna” al “Sia Crocifisso”. In conclusione la riflessione ci porterebbe a dire che l’iniziativa divina di scendere in mezzo alle sue creature avrebbe meritato ben diversa ricompensa che solitudine, passione e morte.

Franco Lofrano

20160320_10435520160320_10490620160320_10492220160320_10562820160320_10581820160320_110857

Trebisacce-30/01/2016: Inaugurata la palestra di CrossFit e altre discipline sportive.

10154147_616196495203934_8755987539394254849_n20160130_18223520160130_182246

Vincenzo Gatto

Vincenzo Gatto

20160130_18232920160130_18212320160130_18234720160130_182415

Vincenzo e Daniela

Vincenzo e Daniela

20160130_18292120160130_18214920160130_182926

Trebisacce:30/01/2016

Inaugurata la palestra di CrossFit e altre discipline sportive.

E’ stata inaugurata la nuova palestra di CrossFit e di tante altre discipline del maestro-istruttore Vincenzo Gatto, sabato sera, 30/01/2016, sita in Via P. Mancini (di fianco il Ristorante da Pasquale), in zona 104. Locali ampi e luminosi e con attrezzi vari e per diverse discipline, in modo da rispondere alla più variegata domanda che si registra in aumento per le diverse pratiche sportive. La A.S.D. Hard Body Fitness “3B Cross Gym” ha voluto investire sul territorio per rispondere alle esigenze legittime della sua clientela ormai fidelizzata che nella precedente struttura si sentiva alle strette e voleva più spazio. Il maestro Vincenzo Gatto e la sua sportiva moglie Daniela hanno pensato di dare una risposta adeguata alle numerose richieste. Oggi hanno, con l’inaugurazione, aperto le porte ad una bella realtà sportiva cosa forse che anche città importanti vorrebbero imitare. Si respira aria di innata e salutare passione per lo sport all’interno della struttura e l’accoglienza e la solarità sono a portata di mano. La professionalità dell’istruttore è ormai conosciuta ed apprezzata per cui siamo certi che la palestra sarà molto frequentata e al proprietario e allo staff inviamo gli auguri più sinceri e sentiti. All’appuntamento non sono mancati i numerosi appassionati praticanti di pratiche sportive e i complimenti sono giunti anche dal primo cittadino Franco Mundo e dal dirigente medico Rocco Soldato e da una lunga coda di amici che hanno affollato gli spazi della palestra e consumato all’abbondante buffet quanto preparato dallo staff organizzativo. ll CrossFit è un programma di rafforzamento e condizionamento fisico, gli atleti di CrossFit si esercitano con corsa, vogatore, salto della corda, arrampicata e utilizzano attrezzi non convenzionali; spesso muovono carichi pesanti velocemente e per lunghe distanze e usano le tecniche del powerlifting e della pesistica olimpica. Utilizzano inoltre palle mediche, anelli da ginnastica, sbarre per trazioni, kettlebell e praticano molti esercizi a corpo libero. Da oggi quindi è disponibile questo nuovo spazio dove poter allenarsi e praticare dello sport e mantenersi in salute. Lo scopo principale ha dichiarato Vincenzo Gatto è quello di trasmettere passione per lo sport ed educare i giovani al rispetto di se stessi e degli altri attraverso il rispetto delle regole che ogni disciplina sportiva impone.

Auguri!!

Franco Lofrano

Montepaone-21/01/2015:Concorso Nazionale Letterario-Artistico

 

 

 

Concorso Nazionale Letterario-Artistico

sull’amore, nell’accezione più ampia del termine,

La Voce del Cuore/Città di Montepaone

(VI edizione)

 

 

 Il 9 maggio 2009, nella sala della Delegazione Comunale di Montepaone Lido (CZ) si svolgeva la cerimonia di premiazione della quinta edizione del Concorso Nazionale Letterario – Artistico La Voce del Cuore – Città di Montepaone, dedicato al tema dell’amore nell’accezione più ampia del termine. Da allora, per diverse ragioni, il concorso non è stato più indetto. A distanza di qualche anno ora il premio ritorna e lo fa grazie all’affettuosa insistenza dei tanti scrittori, artisti e poeti che questo concorso non l’hanno mai dimenticato.

 

La Libera Associazione L’A.R.C.A. di Montepaone (CZ), in collaborazione con il C.S.V. (Centro Servizi al Volontariato) della provincia di Catanzaro, indice la sesta edizione del Concorso Nazionale Letterario/Artistico sull’amore, nell’accezione più ampia del termine,

 

La Voce del Cuore/Città di Montepaone  

 

Tre sono le sezioni a concorso:

 

SEZ.  A       POESIA INEDITA SULL’AMORE

Inviare da 1 a 3 liriche (max 50 versi ciascuna) con indirizzo, numero telefonico ed e-mail del poeta.

 

SEZ.  B       LETTERA D’AMORE

Inviare da 1 a 3 lettere d’amore (max 3 pagine di 32 righe ciascuna) con indirizzo, numero telefonico ed e-mail dello scrittore.

 

SEZ.  C       OPERA ARTISTICA ISPIRATA ALL’AMORE

Inviare la riproduzione fotografica a colori di una o più opere corredate dalle indicazioni del titolo, della misura e della tecnica, con indirizzo, numero telefonico ed e-mail dell’artista.

 

 

 

Le opere dovranno essere inviate esclusivamente per posta elettronica a concorsolarca@tiscali.it entro e non oltre la mezzanotte del 14 febbraio 2015.

E’ richiesto un contributo di partecipazione di Euro 15,00  per ogni sezione, da versarsi tramite bonifico bancario sul conto corrente :

Libera Associazione Culturale L’ARCA 

Banca  Credito Cooperativo Montepaone

IBAN : IT18  O0 81  2642  9300  0100  0012  596

Causale: Quota Partecipazione Concorso La Voce del Cuore – Città di Montepaone

REGOLAMENTO

 

Le opere ritenute migliori da una speciale commissione saranno pubblicate in un volume antologico, che sarà presentato ufficialmente nel corso della Cerimonia di Premiazione dell’edizione dell’anno successivo.

Una  Giuria assegnerà ai primi classificati di ogni sezione un’artistica targa e un diploma.

Targhe, coppe e diplomi a tutti gli altri premiati.

 

Per la SEZ. C, l’opera che risulterà vincitrice del primo premio verrà pubblicata sulla copertina del volume.

All’artista andranno 30 copie del libro.

 

La Giuria, inoltre, assegnerà un premio di €. 300,00 all’opera letteraria o artistica che sarà ritenuta vincitrice assoluta del Concorso.

 

Ogni autore è responsabile di quanto contenuto nei propri elaborati e in caso di plagio ne risponderà personalmente.

 

Gli autori inseriti nell’antologia riceveranno due copie in omaggio del volume.

 

Gli autori inseriti, pur conservando la possibilità di utilizzare liberamente le loro opere in un momento successivo, non potranno vantare alcun diritto sulla prima edizione del volume.

 

La Cerimonia di premiazione si terrà a Montepaone (CZ) nel mese di giugno 2015.

 

La partecipazione al Premio implica la piena e incondizionata accettazione del presente regolamento.

 

Le opere inviate non saranno restituite.

 

ALBO D’ORO

 

 

Edizione 2004

 

Poesia inedita sull’amore:

Giuseppe Muscetta (Oriolo – Cosenza)

 

Lettera d’amore:

Angela Rizzo (Mazara del Vallo – Trapani)

 

Opera artistica ispirata all’amore:

Carla Sautto Malfatto (Denore – Ferrara)

 

Vincitore assoluto Edizione 2004: Angela Rizzo

 

 

Edizione 2005

 

Poesia inedita sull’amore:

Stefania Compagnoni (Montanara di Curtatone – Mantova)

 

Lettera d’amore:

ex-aequo  

Paola Cenedese (Carbonera -Treviso)

Pasquale Bonanni (Castrovillari – Cosenza)

 

Opera artistica ispirata all’amore:

Luciana Bertorelli (Savona)

 

Vincitore assoluto Edizione 2005: Luciana Bertorelli

 

 

Edizione 2006

 

Poesia inedita sull’amore:

Anna Maria Cardillo (Roma)

 

Lettera d’amore:

Sebastiana Piccione (Catanzaro Lido)

 

Opera artistica ispirata all’amore:

Luciano Cencioni (Porano – Terni)

 

Vincitore assoluto Edizione 2006: Anna Maria Cardillo

 

 

Edizione 2007

 

Poesia inedita sull’amore:

Ida Cecchi (Barberino di Mugello – Firenze)

 

Lettera d’amore:

Rosa Tuccio (Montepaone – Catanzaro)

 

Opera artistica ispirata all’amore:

Francesca Rizzuto (Castrovillari – Cosenza)

 

Vincitore assoluto Edizione 2007: Ida Cecchi

 

 

 

Edizione 2008

 

Poesia inedita sull’amore:

Ida Cecchi (Barberino di Mugello – Firenze)

 

Lettera d’amore:

Marisa Provenzano (Catanzaro)

 

Opera artistica ispirata all’amore:

Francesco Rubino (Catanzaro)

 

Vincitore assoluto Edizione 2008: Marisa Provenzano

 

Trebisacce- 29/10/2014:Viaggio studio a Berlino degli studenti del Filangieri

Berlino 3Trebisacce: 29/10/2014

1016470_868399919837266_4757322601253096148_n10411816_734986273242688_7574724207172949149_n10678849_734986086576040_52905450900036790_n

 

Sorridenti e stanchi per il lungo viaggio, ma con l’animo soddisfatto, sono rientrati da Berlino gli studenti del Filangieri, lo scorso 28 ottobre. Il gruppo dei 16 studenti meritevoli del corso per il turismo del “G. Filangieri”, di cui è dirigente scolastica Domenica Franca Staffa, accompagnati dai docenti Marchianò Giuseppina (docente di madre lingua tedesca) e da Vincenzo Pesce (docente di Geografia Economica),è partito alla conquista di Berlino lo scorso sette ottobre, alle ore 9,00, dal piazzale della stazione ferroviaria di Trebisacce a bordo del pullman della ditta ‘Chiappetta bus’ per il trasferimento all’aeroporto di Bari Palese. Una breve sosta e pratiche per l’imbarco e alle 14,25 partenza per Berlino con volo Airberlin AB 8413. Un mix di entusiasmo e di emozioni ha invaso  il gruppo di giovani studenti durante le due ore di volo. Alle 16,35 il gruppo è a Berlino e ad attenderli l’autista del pullman della ditta ‘Vip bus service’ per il trasferimento in Hotel Agas’S, RhinstraBe 42. Prima di salire, per prudenza, i docenti accompagnatori hanno pensato all’appello ed ecco il gruppo di studenti modello: Claudio Michelangelo, De Franco Adriana, De Stefano Giuseppina, Guarino Marika, Guzzo Filomena, Lizzano Domenica Marta, Lucente Giuseppe, Lungaretti Carmen, Montilli Anna, Motta Giovanna, Muscetta Isa Laura, Russo Federica, Sposato Maria Teresa, Staffa Eugenia, Zaccaro Chiara e Rosanna. Tutti presenti e con tanta voglia di usare le competenze linguistiche acquisite durante il corso di studi. Un viaggio di studio in Germania previsto da un progetto PON-2007/2013 che si avvale dei fondi strutturali europei e che mira a rafforzare la formazione e l’istruzione volte al miglioramento dei livelli di conoscenze e competenze dei giovani. Difatti già alle 9,00 dei giorni 8-9 e 10 i giovani di mattina e di pomeriggio sono a lezione di tedesco e lo studio occupa buona parte della giornata. Ecco però che in programma per l’11 c’è una bella escursione a  Postdam e Castello San Souci. Sono trascorsi solo pochi giorni ma per gli studenti, nonostante i pasti al ristorante, comincia a farsi spazio il naturale desiderio di un bel piatto di spaghetti preparato dalla mamma. E ancora si riprende con le lezioni di lingua tedesca per i giorni a seguire, ma finalmente c’è la visita guidata al Museo Ebraico il 17 e il 20 la visita al Parlamento (Deutscher Bundestag/Platz der Republik). Tra ore di studio intenso e visite guidate ci viene da chiederci se questi giovani sono riusciti a visitare qualche discoteca? Personalmente ritengo che i giovani sanno ben usare la furbizia e la testa per soddisfare i loro sogni e bisogni e quindi? Ci sono riusciti sicuramente perché anche il sano divertimento li aiuta a crescere e a formarsi. E anche questa esperienza di studio a Berlino farà parte dei ricordi belli di questi giovani che si porteranno dentro negli anni e che racconteranno con allegria ai loro amici, magari in lingua tedesca.

Franco Lofrano

Trebisacce-27/10/2014: L’Altra Cultura-quaderno Don Giulio (Pdf) -( di Giuseppe Rizzo)

Trebisacce-25/10/2014: Bollettino dell’Altra Cultura (Pdf) -di Giuseppe Rizzo

Bollettino dell’Altra Cultura (Pdf)

Trebisacce-28/09/2014: Scuola:Sotto i riflettori i Bes e Dsa

Trebisacce:28/09/2014

Scuola:

Laino,Policastro,Lofrano, Pesce

Laino,Policastro,Lofrano, Pesce

20140927_093411

Sotto i riflettori i Bes e Dsa

Si sono conclusi i primi tre giorni di corso di formazione per i docenti sul tema : ”Didattica inclusiva e speciale: dalle competenze alla didattica inclusiva. Uno sguardo attento ai BES”, svoltosi, di pomeriggio, nei giorni 25, 26 e di mattina il 27 settembre nell’auditorium dell’I.T.E.S. “V. Cosentino” di Rende, organizzato dal liceo scientifico-linguistico “Pitagora”, quale centro Territoriale di Supporto per i Bes per la Provincia di Cosenza, presente la Dirigente scolastica  Elisa Policicchio. E’ solo la prima parte perché la seconda tornata d’incontri è prevista il 16, 17 e 18 ottobre. Relatrice la professoressa (del Veneto) Caterina Scapin. Tanti i docenti che hanno partecipato da tutte le scuole della provincia e anche diversi dirigenti scolastici. Dal Filangieri di Trebisacce sono stati incaricati dalla dirigente scolastica, Franca Domenica Staffa, i docenti: Policastro Rosetta (Matematica), Pesce Vincenzo (Geografia Economica), Laino Leonardo (Costruzioni) e Lofrano Francesco (Economia Aziendale). Il 27.12.2012 è stata emanata la Direttiva Ministeriale “Strumenti d’intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”. In essa sono contenute alcune indicazioni e strategie precise che sono proprie della scuola italiana in ottica inclusiva, volte a consentire a tutti gli alunni, qualsiasi siano le loro difficoltà, il pieno accesso all’apprendimento. L’attenzione viene quindi estesa ai Bisogni Educativi Speciali nella loro totalità, andando oltre la certificazione di disabilità, per abbracciare il campo dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, lo svantaggio sociale e culturale, le difficoltà linguistiche per gli alunni stranieri, ecc. La direttiva sancisce quindi il diritto per tutti gli alunni che presentano queste tipologie di difficoltà/svantaggio di avere accesso a una didattica individualizzata e personalizzata. Le strategie, le indicazioni operative, l’impostazione delle attività di lavoro, i criteri di valutazione degli apprendimenti e i criteri minimi attesi trovano definizione all’interno del PDP – Piano Didattico Personalizzato dell’alunno, se deciso dal Consiglio di Classe, perché non sempre è obbligatorio. Durante i lavori di gruppo sono stati proposti, attraverso i contributi dei massimi esperti di didattica inclusiva: suggerimenti utili per impostare percorsi educativo-didattici realmente inclusivi e volti a promuovere il pieno apprendimento di tutti gli alunni; riflessioni di carattere teorico;  numerosi spunti di lavoro (anche inerenti la rilevazione dei BES e gli aspetti più strettamente legati alla valutazione alle competenze in uscita); proposte specifiche per alunni con Bisogni Educativi Speciali. Il nucleo centrale del corso è stata la stesura del PDP (Piano Didattico Personalizzato), che parte innanzi tutto da una visione di «classe inclusiva» per spostarsi solo successivamente sul singolo alunno, avendo sempre come cornice di riferimento la necessità di collocarsi all’interno di un ben preciso Piano Annuale per l’Inclusività. Si è parlato di competenze, di curricolo, di conoscenze e di abilità, delle otto competenze chiave, del metodo di studio, di verifica, di valutazione, di griglie di rilevazione, di indicatori, delle difficoltà nelle attività di recupero, della legge 104, della legge 170 e dei BES a carico della scuola, di linee guide obbligatorie, di misure dispensative che vanno calibrate, ecc. Di particolare interesse, tra le mille problematiche affrontate, è stata la parte riguardante la Creazione e gestione dei Piani Didattici Personalizzati degli alunni con BES seguendo la procedura per  esportare le informazioni immesse, realizzando così un documento sottoscrivibile dagli insegnanti, dal Dirigente e dalla famiglia. Si è parlato del Patto Educativo: senza una diagnosi la scuola non può attivarsi per redigere il Pdp. La scuola non può fare la diagnosi. E’ stato anche chiarito che per il PDP decide il Consiglio di classe anche in presenza di una diagnosi e di una formale richiesta dei genitori. Si è discusso sull’obbligatorietà del monitoraggio finalizzato ad una più adeguata valutazione complessiva. Si opera da tempo sui BES, ma le criticità non mancano, così come sono presenti i punti di forza. I docenti coinvolti, insieme con i dirigenti scolastici, si confrontano quotidianamente in rete, nella consapevolezza che le conoscenze e le esperienze condivise in questo campo delicato portano ad una maggiore ed efficiente offerta scolastica con relativo successo di didattica inclusiva.

Franco Lofrano

 

Trebisacce-26/09/2014: I docenti al loro secondo giorno del corso di formazione con i lavori di gruppo sui “BES”al “V. Cosentino” di Rende

Acri-09/10/2014: alle ore 19,00 Presentazione del libro di Anna Maria Algieri “La Voce del Cuore”