Trebisacce-05/12/2012: Il consigliere d’opposizione comunica di aver protocollato tre interrogazioni al Sindaco Franco Mundo

“Nei giorni scorsi, nello svolgimento dell’attività ispettiva riconosciuta ai consiglieri comunali e nell’esercizio delle funzioni connesse alla carica elettiva ricoperta, ho inteso inoltrare al Sindaco di Trebisacce, tre interrogazioni a risposta scritta afferenti argomenti diversi.

La prima avente un connotazione preminentemente critica rispetto ad una grave omissione della Maggioranza; omissione che lede il principio di partecipazione e controllo della Minoranza rispetto all’operato dell’Amministrazione Comunale e consistente nella mancato avvio dell’iter necessario alla costituzione delle Commissioni Consiliari previste dall’art. 11 dello Statuto Comunale e dall’art. 7 del Regolamento del Consiglio.

Trattasi delle Commissioni “Bilancio e Programmazione” e “ Ambiente e Territorio”, organi la cui composizione (5 consiglieri di cui: 2/3 Maggioranza e 1/3 Minoranza) garantisce ai consiglieri di minoranza di conoscere le questioni più importanti, di poter dare il proprio apporto alla valutazione delle stesse e di poter partecipare alla loro definizione.

Tutto ciò a dispetto della tanto declamata intenzione dell’A.C di voler condividere un percorso di collaborazione costruttiva con la minoranza consiliare.

La seconda interrogazione, invece, muove le mosse dalla rimodulazione del sistema di raccolta attuato dall’Amministrazione attraverso una riorganizzazione dei giorni e delle modalità di conferimento da parte dei cittadini, ma rappresenta semplicemente un’indagine conoscitiva rispetto alla programmazione ed al lavoro che l’A.C. intende svolgere nel campo dell’ambiente ed in particolare del Servizio di raccolta, smaltimento, trasporto dei rifiuti e pulizia del territorio comunale; con particolare attenzione alle misura messe in campo al fine di garantire i livelli minimi di differenziata imposti dalla normativa vigente in materia.

Come la seconda, anche la terza, è finalizzata esclusivamente ad avere contezza dei costi sostenuti, e delle somme impegnate, per la programmazione della stagione estiva 2012.

Aspetto adesso di avere risposta dal Sindaco entro il termine di trenta giorni previsto dall’art 43, comma 3, del T. U. Enti Locali e dall’art. 14 dello Statuto Comunale”.

 

Allego copia delle interrogazioni protocollate.

 

Davide Cavallo

 

124total visits,1visits today