Trebisacce-21/12/2012: IDV e LA POLITICA DISCRIMINATORIA DEL SINDACO EREDITARIO DI TREBISACCE

LA POLITICA DISCRIMINATORIA DEL SINDACO EREDITARIO DI TREBISACCE

Solidarieta’ al responsabile del CENTRO DI SALUTE MENTALE  DI TREBISACCE Dott. Fedele De Novellis, da parte del circolo IDV del comune di Trebisacce, per l’accusa di negligenza  ricevuta dal sindaco di Trebisacce ,in merito al mancato ricovero coatto  dell’aggressore della consigliera comunale Capraro. Dopo avere discriminato l’intero  rione” SAN MARTINO” per lo scippo coatto della terza farmacia a favore del rione “PAGLIARA”, Dopo avere discriminato la categoria degli architetti e degli ingegneri per la scelta personale del responsabile dell’area tecnica (LA RICHIESTA DEI CURRICULA DEGLI ALTRI PROFESSIONISTI E’ STATA SOLO UNA FARSA COME AVEVA GIA’ FATTO LA PASSATA AMMINISTRAZIONE BIANCHI), dopo avere fatto pagare ai cittadini di Trebisacce L’IMU con aliquote altissime per agevolare la mobilità di alcuni suoi protetti (AL COMUNE DI PAOLA, IN DISSESTO FINANZIARIO, GRAZIE AD UN REGOLAMENTO OCULATO ED ATTENTO ALLE ESIGENZE ATTUALI DEI PROPRI CITTADINI, COMPLESSIVAMENTE SI PAGA MENO IMU CHE A TREBISACCE) , l’attenzione del nostro egregio sindaco si è concentrata su di un figlio di Trebisacce tra i più sfortunati e fragili : il cittadino R.R. da sottoporre a TSO, ovvero trattamento sanitario obbligatorio, nonostante lo stesso R.R. abbia accettato volontariamente le cure disposte dal CSM come riferisce il responsabile del centro medesimo.

Il sindaco ereditario di Trebisacce pur di raggiungere il suo scopo ha indirizzato al Dott. De Novellis una lettera dai toni arroganti e supponenti nonché in totale disaccordo di quanto disposto dalla legge 180/78. Esplicitando il pensiero DELLA PRIMA AUTORITA’ SANITARIA COMUNALE (l’egregio sindaco di Trebisacce), l’autore dell’insano gesto ai danni della consigliera comunale ,alla quale va comunque la nostra solidarietà personale e non politica, deve essere braccato e catturato come un cane randagio, per evitare che morda qualcuno, e sottoposto a trattamento sanitario  obbligatorio (TSO) o peggio a detenzione coatta presso qualche  ospedale psichiatrico (O.P.G.),  anche in spregio alla citata legge di settore 180/78 .Non ci sembra questo il modo di gestire le politiche sanitarie di una comunità che dovrebbero invece proteggere e difendere le fasce sociali più deboli e disagiate. IL CIRCOLO IDV DI TREBISACCE RINNOVA LA SOLIDARIETA’ AL DOTT. DE NOVELLIS CHE NON SI E’ LASCIATO INTIMORIRE DAGLI ATTACCHI DI UN SINDACO ARROGANTE E SUPPONENTE.

Trebisacce 21/12/2012

                                         IL PRESIDENTE DEL CIRCOLO IDV DI TREBISACCE

                                                              Ing. Nicola Aloia

 

214total visits,3visits today