Cosenza-20/02/2013:“Quella che Pierluigi Bersani ha trascorso ieri in Calabria è stata davvero una bella giornata ricca di partecipazione e democrazia che ha lasciato un segno indelebile nella mente e negli occhi di ognuno di noi”.

Nuova immagineNuova immagine1Nuova immagine3

Provincia di Cosenza

 

                                                               Comunicato Stampa

 

“Quella che Pierluigi Bersani ha trascorso ieri in Calabria è stata davvero una bella giornata ricca di partecipazione e democrazia che ha lasciato un segno indelebile nella mente e negli occhi di ognuno di noi”.

E’ quanto ha affermato il presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio, parlando in un convegno promosso dai Giovani Democratici calabresi e commentando la venuta di Pierluigi Bersani, candidato a premier del centrosinistra, nella nostra regione.

“La grande, vera novità di questa campagna elettorale –ha aggiunto Oliverio- è rappresentata dal fatto che c’è un uomo candidato a guidare il Paese con la coalizione di centrosinistra che parla il linguaggio della verità e della sincerità, al Sud come al Nord. La grande partecipazione che si è registrata prima a Vibo Valentia e poi a Cosenza, dove si sono ritrovate migliaia di persone di cui gran parte erano ragazzi e ragazze, è il segno che i calabresi si fidano di un leader come Bersani che ha posto fra gli obiettivi principali del proprio programma la ripresa di un’attenzione concreta ai problemi del Mezzogiorno e della nostra regione a partire dagli investimenti a sostegno delle piccole e medie imprese, alla creazione di nuove opportunità di lavoro soprattutto per i giovani, alla garanzia della legalità a sostegno di progetti innovativi, capaci di determinare crescita economica e sociale.

“Il Patto di governo che Bersani ha proposto alla Calabria e alla sua gente –ha proseguito il presidente della Provincia di Cosenza- costituisce l’unica proposta credibile per aprire realmente una prospettiva nuova per questa terra. C’è ormai una consapevolezza diffusa che il Mezzogiorno e la Calabria, dimenticati e penalizzati per anni dai governi di centrodestra guidati da Berlusconi e dalla Lega, potranno avere finalmente un ruolo ed un posto importante nell’agenda del nuovo governo. Lo sviluppo di questa terra passa attraverso un atteggiamento di rinnovata serietà e responsabilità, mettendo definitivamente al bando populismi e demagogie. Soprattutto i giovani calabresi hanno capito che è necessario un vero e proprio cambiamento di rotta e di mentalità, riprendendo in mano il proprio destino e disegnando un futuro diverso e migliore per questa regione e per le generazioni che verranno”.

“L’impegno che ognuno di noi dovrà assumere e concretizzare, quindi –ha concluso Oliverio- è quello di mettere in piedi una nuova idea di Calabria, un progetto di crescita e di sviluppo che tutt’insieme dovremo concorrere a disegnare e costruire, elaborando da subito una proposta complessiva che sappia mettere chiaramente in evidenza il fatto che lo sviluppo del Mezzogiorno e del Paese non passa solo tramite l’erogazione di nuove risorse, ma attraverso una serie di riforme radicali, nella piena consapevolezza che l’Italia non si salva se, come ha detto Bersani, non si affrontano e risolvono innanzitutto i problemi del Mezzogiorno e della Calabria”.

Cosenza, 19.02.2013

L’Ufficio Stampa

 

 

 

 

220total visits,1visits today