Amendolara-10/11/2013: Il Partito della Rifondazione Comunista esprime piena solidarietà e il proprio appoggio ai lavoratori precari LSU/LPU

Il Partito della Rifondazione Comunista di Amendolara Circolo “G. levato e
L.
Ciminelli”, esprime piena solidarietà e il proprio appoggio ai lavoratori
precari LSU/LPU di Amendolara e di tutta la Regione Calabria.
Lavoratori che in questi giorni stanno protestando per il salario che non
percepiscono da mesi e contro la totale indifferenza sulla loro questione
da
parte del Governo Regionale, presieduto dal Presidente Scopelliti,
dell’attuale
Assessore al Lavoro Nazzareno e del Governo nazionale, a guida PD-PdL.
Questi lavoratori, che danno il loro contributo indispensabile nei Comuni
di
tutta la Regione, vivono in una condizione d’indescrivibile disagio.
Lavoratori che sono stati volutamente lasciati in una situazione di
incertezza
e non possono far valere i loro diritti e sono quindi ricattabili. Si è
preferito intervenire con provvedimenti che coprono il breve periodo,
proprio
come ha dimostrato la Giunta Regionale deliberando la copertura di sole due
mensilità, in modo che puntualmente questi lavoratori si ritrovino a dover
dipendere dalle decisioni del governo o a sperare nelle promesse del
candidato
di turno. Sulla stessa linea sembrano essere le intenzioni dell’attuale
governo
di larghe intese che prevede di introdurre nella manovra di fine anno un
milione di euro come contributo per la stabilizzazione, da dividere ai
comuni
con meno di 50.000 abitanti.
Considerando questi provvedimenti auspicabili ma assolutamente non
sufficienti, ritenendo essere più che legittima la decisione di entrare in
stato di mobilitazione, i compagni di Rifondazione Comunista di Amendolara
riaffermano la loro vicinanza e assicurano il loro sostegno invitando tutti
i
lavoratori a non abbandonare la lotta fino al raggiungimento di risultati
concreti.

il segretario del PRC di Amendolara Elena Roma

338total visits,1visits today