Trebisacce-29/01/2014: Il consigliere di minoranza Davide Cavallo scrive a S.E. il Prefetto sull’omessa costituzione delle Commissioni Consiliari da parte del Sindaco

A Sua Eccellenza Il Prefetto di Cosenza

Dott. Gianfranco Tomao

Piazza XI Settembre

87100 – COSENZA

 

Racc. A/R

Trebisacce, lì 28.01.2014

OGGETTO: comunicazione violazione artt. 39 e 43 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; artt. 7, 11 e 14 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale ed art. 11 dello Statuto comunale.

Nella qualità di consigliere comunale di minoranza del Comune di Trebisacce, intendo mettere al corrente S.E. il Prefetto che il Sindaco di Trebisacce si è reso responsabile di un comportamento lesivo del diritto di esercizio della funzione di controllo dell’attività amministrativa riservata ai consiglieri comunali e delle norme che regolano il rapporto democratico tra Consiglio Comunale, Sindaco e organo esecutivo.

Lo stesso, infatti, nonostante abbia ricevuto una interrogazione a risposta scritta, presentata in data 05.12.2012 ed avente ad oggetto l’omessa costituzione delle Commissioni Consiliari previste dall’art. 7 del Regolamento del Consiglio, non ha fornito alcuna risposta, in aperta violazione dell’art. 43 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e dell’art. 14 dello Statuto del Comune di Trebisacce, secondo cui il Sindaco deve rispondere entro 30 giorni alle interrogazioni e ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri.

Successivamente, stante il protrarsi della mancata costituzione delle Commissioni, la minoranza tutta, in data 12.11.2013,  ha inoltrato al Presidente del Consiglio Comunale, al Segretario comunale ed al Sindaco una richiesta di convocazione del Consiglio Comunale con all’ordine del giorno la costituzione delle suddette Commissioni, organi la cui presenza garantisce ai consiglieri di conoscere delle questioni più importanti, di poter dare il proprio apporto alla valutazione delle stesse e di poter partecipare alla loro definizione.

Richiesta che, nonostante il decorso del termine di cui all’art. 29 del T.U.E.L., è rimasta a tutt’oggi inevasa con conseguente lesione del principio di partecipazione e controllo della minoranza rispetto all’operato dell’Amministrazione Comunale.

In ragione di quanto accaduto, con la presente vengo a sollecitare un Suo intervento risolutivo al fine di ripristinare i principi di democrazia che sono venuti meno all’interno dell’attività politico – amministrativa del Comune di Trebisacce.

Le porgo deferenti saluti.

 

 

______________________________

Davide Cavallo

 

 

Si allegano:

–         copia interrogazione del 05.12.2012;

–         copia richiesta convocazione Consiglio del 12.11.2013;

217total visits,1visits today