Category Archives: Altre Regioni

Trani-11/06/2017:gara internazionale di karate

Sabato 10 e domenica 11 giugno 2017 il palazzetto dello sport della splendida città di Trani ha ospitato il seminario e una importante gara internazionale di karate nelle discipline delle forme e del combattimento.
Il seminario si è sviluppato dalle ore 10 alle ore 13 con oltre 60 atleti alla presenza del Direttore Tecnico della WTKA KARATE EUROPA Shihan Enver Eni Cakiqi 8° Dan di Francoforte (D), del Presidente wtka karate Europa Shihan Daniele Angileri 8°Dan e di Shihan Mitia Nardelli 5°Dan Direttore Tecnico del settore (karate full contact). Oltre alla partecipazione dei Maestri e degli atleti del Kossovo, Albania e Bosnia Erzigovina, la manifestazione sportiva organizzata sotto l’effige del WTKA dal Maestro Sebastiano Mastrulli, ha visto la partecipazione di associazioni sportive dilettantistiche della provincia di Cosenza,  quali la “Olimpia 2000” di Castrovillari, la “Danza e Fitness” di Mormanno e la “A.P.S.S.D. Equilibrium” di Laino Borgo. Le associazioni, tecnicamente dirette dai sensei Claudia Cardamone, Giuseppe Cruscomagno,  Alvaro Romano & Yusneisy Ramos Luis, rispettivamente sotto il  coordinamento magistrale dal Maestro 8° dan Dino Gagliardi di Morano Calabro, sono state premiate grazie alla performance dei piccoli atleti che nella competizione “Kata” hanno conquistato le seguenti medaglie:

per la A.S.D. l’Olimpia 2000 nei kata individuale 1° posto – nelle rispettive categorie – Di Vasto David, Qokaj Christian, Pugliese Giuseppe, Thana Joele; 2 ° posto – nelle rispettive categorie – Armentano Giuseppe, Bonanno Vincenzo, Manfredi Diego , Recchia Samuel; 3° posto Nicoletti Alessandra. Nei Kata a squadra 2° posto per il trial: Armentano – Pugliese – Nicoletti; 2° posto per il dual: Manfredi  – Thana e per il dual Recchia – Rosito.

Per la A.S.D. Danza e Fitness nei kata individuale 1° posto a Gabriele Bloise; 2° posto Maradei Gianluca e 3° posto per Pandolfi Antonio; nei kata a squadre 1° posto al trial: Bloise – Maradei – Pandolfi.

Per la A.p.s.s.d. Equilibrium nei kata individuale: 1° posto DE Tommaso Erika, Papa Pedro, 2° posto De Tommaso Vincenzo, De Tommaso Erika, 3° posto: Laino Andrea e Bloise Jessica. Per il kata a squadre 1° posto al dual: DE Tommaso Vincenzo – Laino Andrea; per il kata a squadre 3 ° posto al dual Bloise Jessica –Papa Pedro.

Un grazie agli organizzatori della manifestazione, il team del  maestro Sebastiano Mastrulli, agli atleti  e soprattutto ai loro genitori che con entusiasmo supportano ogni attività volta alla promozione dello sport e della pratica dell’arte del karate e della filosofia che esso sottintende.

Caterina La Banca

 

Nova Siri-09/08/2016: Incontri con l’Arte

Roma-02/06/2016:IL CARO LEADER ED OLIVERIO IN BATTAGLIA

Dichiarazione di guerra al No

Dichiarazione di guerra al No

IL CARO LEADER ED OLIVERIO IN BATTAGLIA

Nella splendida cornice di Piazza Venezia a Roma, il caro Leader, dal balcone delle grandi occasioni, con a fianco la statua di sale del presidente Oliverio ed il fido Verdini, si è rivolto all’oceanica folla assiepata a ginocchioni per l’occasione.

«Comitati di terra, di mare e dell’aria! Anime nere della rivoluzione delle banane, delle regioni e dei comuni d’Italia! Ascoltate!

Un’ora segnata dal destino batte nel cielo tempestoso della nostra patria.

L’ora delle decisioni irrevocabili.

La dichiarazione di guerra è già stata consegnata a tutti gli sciagurati parrucconi che si sono dichiarati contrari alla modifica della Costituzione che noje, con il qui presente Verdini, in valorosa attesa di giudizio, abbiamo faticosamente e meritoriamente elaborato.

Scendiamo in campo contro i democratici plutocrati e reazionari, che, in ogni tempo, hanno ostacolato la marcia, e spesso insidiato l’esistenza medesima del nostro valoroso governo.

Alcuni recenti mesi della storia più recente, si possono riassumere in queste frasi: promesse, minacce, ricatti e blandizie. Tutte elargite generosamente dal nostro governo, malgrado l’ignobile assedio perpetrato da più parti.

Oramai tutto questo appartiene al passato.

Se noi oggi siamo decisi ad affrontare i rischi di una guerra, gli è che l’onore, i nostri interessi (personali) ed il nostro avvenire (personale) fermamente lo impongono.

Ora che i dadi (anche se truccati) sono stati gettati e la nostra volontà ha bruciato alle nostre spalle i vascelli, io dichiaro solennemente che tutti i Presidenti delle regioni, come in rappresentanza qui vedete la statua di sale di Oliverio, dovranno attivare in tutti i Comuni le necessarie operazioni militari per sconfiggere il nemico.

In una memorabile adunata, quella di Berlino, io dissi che, secondo le leggi della casta, quando si ha un amico si marcia (e se magna) con lui sino in fondo.

L’Italia obbediente al potere è, ancora in ginocchio (mentale e fisico), compatta come non mai.

La parola d’ordine è una sola, categorica ed impegnativa per tutti i sottomessi.  Essa già trasvola ed accende i cuori dalle Alpi a Lampedusa: Vincere!

E vinceremo!

Per dare finalmente un lungo periodo di riposo a questa stanca nazione, in un lungo sonno della ragione.».

La statua di sale di Oliverio, dopo la dichiarazione di guerra, è stata riportata con un vascello fantasma in Calabria, dove, gli addetti alla scultura hanno prontamente sostituito il disco vocale delle inaugurazioni farlocche con quello nuovo della chiamata alle armi dei comuni calabresi (“Disponiamo di decine di marionette!”). #tuttigiùperterra

Maurizio Silenzi Viselli

Pioltello-13/05/2016: Mirko Giordanelli candidato al consiglio comunale

Calabria-11/05/2016:CLASS ACTION / Vitelli Altroconsumo Calabria Class action contro FCA.Molti calabresi hanno aderito

COMUNICATO STAMPA

 

CLASS ACTION

Vitelli Altroconsumo Calabria Class action contro FCA.Molti calabresi hanno aderito

10 mag 2016

Pietro Vitelli responsabile Altroconsumo  Regione Calabria rende noto il bilancio sulle adesioni formali alla class action contro FCA (Fiat), ammessa dal Tribunale di Torino e depositate presso la cancelleria del tribunale nei giorni scorsi. Gli iscritti online all’azione risarcitoria sono stati 27789 e le domande formali depositate dai legali di Altroconsumo sono state 21031.

 

Le domande sono giunte da possessori del modello Fiat Panda 1.2 benzina 51 kw di tutta Italia: in un’analisi per territorio, anche la calabria ha risposto egregiamente all’appello fa sapere Vitelli . Alle domande raccolte dall’organizzazione di consumatori, sin dalla fine del 2014, quando la class action è stata annunciata, si devono aggiungere le richieste depositate direttamente dai singoli automobilisti presso la cancelleria nel capoluogo piemontese – il Tribunale di Torino ha ritenuto di non comunicare la cifra.

 

Oggi arrivano nuove evidenze a supporto di quanto scoperto e denunciato da Altroconsumo. L’ICCTInternational Council on Clean Transportation, ha condotto uno studio che rafforza quanto già provato da Altroconsumo sui consumi bugiardi di Panda e Golf: l’istituto ha determinato quanto si possa sottostimare il consumo di carburante sui rulli nel ciclo ufficiale di omologazione partendo da dati di attrito alquanto favorevoli. I risultati così costruiti sono poi presentati al consumatore finale via informazioni pubblicitarie e attraverso i concessionari, in tutta Europa.

 

Un’auto ha bisogno di benzina per  vincere l’attrito delle gomme e dell’aria, un dato ricavato in modo unilaterale dai produttori e utilizzato per programmare l’attrito dei rulli, influenzando i risultati in modo determinante.

 

 

 

Dallo studio di ICCT, è risultato che mediamente circa un terzo della differenza tra consumi dichiarati e consumi su strada è dovuta proprio all’utilizzo da parte dei produttori di parametri che non rappresentano verosimilmente la guida nel mondo reale.

 

I produttori hanno sfruttato conclude Pietro Vitelli responsabile Altroconsumo Calabria lacune nella regolamentazione dei test dai quali si ricavano i dati da applicare sul banco prova dei rulli (cosiddetto coastdown). ICCT ha testato 29 vetture. E’ risultato che in 19 casi, per i quali è stato possibile ottenere i parametri utilizzati per l’omologazione, questi erano inferiori a quelli reali misurati da ICCT; i consumi in realtà sono mediamente del 7,2% inferiori di quelli che si otterrebbero utilizzando i corretti parametri di coastdown.

 

 

fonte: Altroconsumo maggio 2016
 

Pietro VITELLI
Associazione Indipendente Consumatori
Sito Web  http :  //
www.altroconsumo.it  mail: rappresentantecalabria@altroconsumo.it
Tel. 0984.22750 –  Mobile : 333.9766666

 

 

Scanzano Ionico-29/04/2016: IDS – Italian Dance System un nuova grande realtà

IDS

IDS

presidente-VMauro

presidente-VMauro

IDS – Italian Dance System un nuova grande realtà

L’ “Italian Dance System” (IDS) è oramai una realtà che nel Mondo della Danza, del Fitness e dello Sport riceve sempre maggiori consensi per l’impegno profuso dai Dirigenti della stessa Organizzazione Sportiva e da tutti i Tecnici Sportivi e Maestri che con il proprio impegno ed il proprio lavoro ne incrementano la notorietà e lo sviluppo su tutto il territorio nazionale. L’Italian Dance System, meglio conosciuta come IDS, nasce dalla volontà dei suoi Dirigenti, dopo anni di esperienza in diverse Associazioni Sportive, Enti di Promozione Sportiva e Federazioni Nazionali ed Internazionali, di costituire una nuova realtà sportiva che essenzialmente si pone come obiettivo principale quello di “eliminare e contrastare i meccanismi mafiosi che oramai hanno preso piede da anni in tutte le organizzazioni e manifestazioni sportive, in maniera preponderante nel settore Danza Sportiva”, così come ribadito dal Presidente Nazionale IDS M° Vincenzo Mauro all’Ultima Manifestazione Sportiva organizzata a Scanzano Jonico (MT) in data 10 Aprile 2016; contestualmente alla medesima Manifestazione il Segretario Nazionale e Responsabile Regione Puglia M° Valerio Gattulli ha aggiunto: “ Dal nuovo anno associativo, 2016/2017 verranno organizzate formazioni REALI per divenire Istruttori, Maestri o Giudici di Gara con Formatori abilitati e riconosciuti dal CONI, con l’ausilio dell’Ente di Promozione Sportiva ASC. La nostra Organizzazione non è e mai sarà un “diplomificio” per cui basta pagare e senza competenze si viene abilitati all’insegnamento perché vogliamo Pulizia, Competenza e Professionalità ed in questo modo potremo avere nelle nostre competizioni un vero e proprio Spettacolo di Danza Sportiva dove ci sia competenza da parte di Maestri e Competitori e dove l’unico fine è quello di far vincere il migliore e creare uno stimolo per ogni Scuola tendente non al pretendere una posizione sui tre scalini bensì alla sana competizione e al rispetto tra chi condivide la stessa Passione. Siamo consapevoli che la realtà da cambiare non è semplice ed è per questo che ringraziamo Maestri, Scuole, Tecnici e Genitori che sempre più numerosi si affidano ad IDS”. Numerose sono le associazioni sportive e i Maestri che si sono affiliati a questa “Organizzazione meritocratica” della Danza e dello Sport enumerando già un Direttivo in ogni regione dal Nord al  Sud Italia, dallo stesso Presidente Maestro Vincenzo Mauro, al Vicepresidente IDS Maestra Barbara Carbone, il Segretario Nazionale Maestro Valerio Gattulli, i Consiglieri Nazionale Maestro Maurizio Finizio ed il Dottor Cicchetti Ivan. Una nuova realtà che porta nel mondo della danza un aria nuova, freschezza e dinamicità per chi ama questa arte nel senso puro della parola.

Roma-05/03/2016:Pietro VITELLI ALTROCONSUMO nuove regole europee sui mutui. Inadempimento consumatore, lettera a Padoan

 

Cosenza- tel. e fax 0984.22750

 

COMUNICATO STAMPA

05 mar 2016

 

Pietro VITELLI ALTROCONSUMO nuove regole europee sui mutui. Inadempimento consumatore, lettera a Padoan

Pietro Vitelli  Altroconsumo Regione Calabria interviene nel dibattito, con tutto lo staff  nazionale  , con una lettera al ministro dell’Economia Padoan e alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati.
Chiarezza e attenzione chiede Altroconsumo per i passaggi sensibili nell’attuazione della Direttiva 2014/17 , c’è in gioco l’occasione di regolare il settore e innalzare il livello di garanzia per i consumatori.
In caso di inadempimento del consumatore è previsto che le parti possano accordarsi al momento della conclusione del contratto o anche dopo.
La banca per estinguere il debito ottiene il trasferimento della casa oppure può metterla in vendita. Se la valutazione della casa supera il valore del debito verso la banca il cliente avrà diritto all’eccedenza. Il bene è stimato da un perito scelto dalle parti.
Per Altroconsumo dovrà essere chiaro che l’accordo possa essere utilizzato solo nei casi di inadempimento indicati dal Testo Unico Bancario e che possa essere validato solo al momento della stipula e non dopo come ora è previsto. Se fatto dopo la stipula, il consumatore potrebbe essere infatti già in difficoltà nel pagamento delle rate e dunque più debole e potenzialmente ricattabile.
Inoltre dovrà essere chiaro che il perito scelto per la valutazione sia un professionista terzo che dunque valuti l’immobile secondo standard affidabili e a prezzi di mercato.
Si prevede che la banca debba adottare procedure per gestire i rapporti con i consumatori in difficoltà nei pagamenti sotto la supervisione della Banca d’Italia; ora ci auguriamo, prosegue Pietro Vitelli  che, l’istituto adotti al più presto misure di attuazione in termini di correttezza e obblighi informativi della banca. Il consumatore deve avere la possibilità di accedere, prima di arrivare alla risoluzione del mutuo per grave inadempimento, a misure che gli permettano di rendere sostenibili le rate nel caso si trovi in difficoltà.

 

Gli aspetti positivi conclude Vitelli sono rappresentati da:

  •  maggiore informativa precontrattuale per tutti;
  • vietata l’offerta di un contratto di credito che comprenda l’obbligo di apertura del conto corrente o l’acquisto di prodotti assicurativi o servizi finanziari;
  • l’estinzione anticipata sarà sempre senza spese e la surroga gratuita, come introdotto dal decreto Bersani del 2007;
  • la perizia deve essere svolta da persone competenti sotto il profilo professionale e indipendenti dal processo di commercializzazione del credito in modo che la valutazione sia imparziale ed obiettiva;
  • finanziatori e intermediari del credito dovranno dimostrare specchiata indipendenza e agire nell’interesse del consumatore, senza conflitti d’interesse.

Altroconsumo Calabria è sempre disponibile a qualsiasi chiarimento nelle sedi Istituzionali e Calabresi o sul sito www.altroconsumo.it.

 

Pietro VITELLI
Associazione Indipendente Consumatori
Sito Web  http :  //
www.altroconsumo.it  mail: rappresentantecalabria@altroconsumo.it
Tel. 0984.22750 –  Mobile : 333.976666

Rotondella-20/02/2016:Convegno”Sybaris e gli alleati”

Mondo-18/01/2016:FESTEGGIATA LA “GIORNATA MONDIALE DEI MIGRANTI”

Studio dell'Onu. In Italia nel 2050 ci saranno 120 milioni d'immigrati

Studio dell’Onu. In Italia nel 2050 ci saranno 120 milioni d’immigrati

FESTEGGIATA LA “GIORNATA MONDIALE DEI MIGRANTI”

 

La “Giornata Mondiale dei Migranti” è stata notoriamente istituita per esaltare il fenomeno positivo della migrazione. Infatti, lo spostamento in massa di tutte le popolazioni disagiate verso le nazioni più “fortunate”, permetterà di raggiungere l’alta sfida della vera uguaglianza mondiale: il disagio totale.

Anche i feroci conflitti tra tribù, oppure tra diverse interpretazioni religiose, attualmente ingiustamente relegate solo in alcune zone del mondo, saranno finalmente diffuse su tutto l’intero pianeta.

Anche da un punto di vista ambientale ci saranno notevoli vantaggi. L’Africa, ad esempio, svuotata del suo miliardo di abitanti, tornerà ad essere quel paradiso naturale di foreste incontaminate ed animali selvaggi (Hic sunt leones).

Nell’ambito delle manifestazioni della giornata, il professor Mario Benvenuti (cittadino dell’Azerbaijan), ha tenuto una interessante conferenza. Il ricercatore, sulla base dello studio effettuato dall’ONU, nel quale si è previsto che in Italia nel 2050 ci saranno 120 milioni di migranti, dopo aver calcolato che, di conseguenza, i cittadini italiani in totale saranno circa 200 milioni, ha dimostrato, rispondendo a chi si chiedeva dove li avremmo ficcati, la sua tesi sulla possibile compenetrazione dei corpi. In poche parole, ha detto il professore, ciascuno di noi potrà vivere, come già avviene nel caso dei gemelli siamesi, compenetrato nel corpo di altri individui. Ci saranno, ha proseguito lo scienziato, individui a sei braccia, sei gambe e tre teste, anche se con un solo sedere.

Il multiculturalismo sarà molto ben rappresentato, come anche l’attuazione della vera integrazione, col fatto che potrà esserci una testa bianca, una nera ed una araba, su un singolo tronco, bianco o nero a seconda della pura casualità.

Grande sollievo si è registrato tra il numeroso pubblico assiepato nella sala della conferenza, infatti, hanno tutti pensato, avere in un prossimo futuro, politici a due teste permetterà, secondo il noto proverbio che recita “due teste ragionano meglio di una sola”, un miglioramento delle politiche nazionali.

Anche il gioco del calcio subirà dei miglioramenti, lo stesso giocatore potrà essere, con due gambe terzino, con altre due mediano e con le ultime due attaccante.

La Borsa, dopo la conferenza, ha reagito in due modi: musi lunghi e ribasso verticale per i titoli dei fabbricanti di mutande e carta igienica (per via dell’ipotizzato unico sedere), mentre Champagne  e grandi rialzi per fabbricanti di scarpe e guanti.

Insomma, la scoperta del professor Benvenuti, apre la strada alla conferma della tesi preconizzata da Leibniz, e scioccamente parodiata da Voltaire nel suo “Candido”: vivremo veramente nel “migliore dei mondi possibili”.

Naturalmente restiamo in attesa della prossima grande migrazione dell’umanità su Plutone (ancora completamente sgombro di uomini, cose e case). Ci sarà la “Giornata Cosmica dei Migranti”.

Maurizio Silenzi Viselli

 

Bari-16/10/2015:Il Presidente Oliverio a Bari ad un convegno della Cisl sul Mezzogiorno.

DUEQUATTROTREUNO

16.10.2015

Presidenza

 

Il Presidente Oliverio a Bari ad un convegno della Cisl sul Mezzogiorno.

 

“E’ presto per valutarla e per dare un giudizio di merito poiché ancora non se ne conosce compiutamente il testo, ma quello che mi sembra emergere dalla legge di stabilità del governo è una chiara inversione di tendenza, un segnale di allentamento della pressione fiscale”.

E’ quanto ha affermato, tra l’altro, il Presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio intervenendo oggi a Bari ad un convegno nazionale della Cisl sul tema: “Ripartire dal Mezzogiorno per far crescere il Paese”, concluso dalla segretaria Generale Annamaria Furlan.

“Vedremo -ha detto il Governatore della Calabria- quali strumenti saranno attivati per determinare una politica di accelerazione e di crescita dell’intero Paese e quali saranno le iniziative a favore del Mezzogiorno. Questa parte del Paese ha bisogno di una spinta unitaria delle Regioni e delle forze sociali. L’iniziativa di questa mattina è importante perché ci permette di mettere in campo attraverso un confronto ed una proposta per costruire una strategia comune. La nostra deve essere una iniziativa positiva perché il Mezzogiorno può e deve essere il motore per accelerare la crescita e determinare condizioni di ripresa in tutto il Paese”.

“Oggi –ha proseguito Oliverio- c’è un treno che non possiamo assolutamente perdere ed è quello delle infrastrutture come possibilità di disegnare una nuova mappa interna ed esterna alla nostra regione di mobilità e scambio. Abbiamo bisogno di creare una condizione di pari opportunità tra tutte le regioni del Paese. Se da Roma a Milano si impiegano due ore e mezzo, non è più concepibile che con la Frecciarossa da Reggio Calabria a Roma si continui ad impiegare tre volte questo tempo. Se questa situazione permane è chiaro che non ci sarà mai nessun futuro per il Sud e nessuna coesione per il Paese.

In secondo luogo abbiamo bisogno di valorizzare al massimo la proiezione mediterranea che il Mezzogiorno offre al Paese e all’Europa. Un grande porto come quello di Gioia Tauro deve essere messo nelle condizioni di intercettare ed attirare i nuovi traffici che si determineranno con il raddoppio del Canale di Suez. Penso all’istituzione della Zona Economica Speciale e al recupero dell’intera area portuale. In terzo luogo c’è la necessità di attivare politiche di sostegno all’economia e al lavoro. In questo quadro penso, per esempio, che bisogna  pensare a forme di fiscalità di vantaggio da destinare alle imprese che insediano nel Mezzogiorno, recuperare e rafforzare il credito d’imposta e lavorare sull’area della contribuzione”.

“Questi ultimi – ha concluso il presidente della Giunta regionale calabrese- sono solo alcuni degli strumenti più urgenti da attivare perché si possa non solo aiutare il Mezzogiorno a uscire dalle secche  dall’emarginazione in cui è stato ridotto da venti anni di politiche di dimenticanza e abbandono, ma anche per mettere a disposizione del Paese e dell’Europa una realtà che da problema aspira a diventare una risorsa per la crescita”. f.d.