Villapiana Lido-23/07/2017: Antonio U con donne e motori

Villapiana Lido:23/07/2017 Antonio U con donne e motori   Antonio U si è esibito con il suo gruppo, domenica 23 luglio, nella sala del locale “La Pineta” di Villapiana Lido. I  fans leggi »

ALTO JONIO-23/07/2017: L’Alto Jonio nella morsa della siccità: è emergenza sia negli acquedotti comunali che in agricoltura.

ALTO JONIO L’Alto Jonio nella morsa della siccità: è emergenza sia negli acquedotti comunali che in agricoltura. Succede così che, mentre la gente boccheggia per il caldo torrido ma se non altro leggi »

TREBISACCE-23/07/2017: Retata di ombrelloni sulla spiaggia della cittadina jonica:

TREBISACCE Retata di ombrelloni sulla spiaggia della cittadina jonica: fallito infatti il tentativo bonario esperito nei giorni precedenti dagli uomini del Locamare di Trebisacce di convincere “i bagnanti” che il demanio è leggi »

Villapiana-27/07/2017: Sfilata di moda: Romanticismo ed eleganza che ci porteranno nell’ epoca Vittoriana e Rinascimentale…

–LE NOBIL DAME,  invitano tutti  alla  prossima sfilata che si svolgerà al LIDO VERDE di Villapiana (lido 114) giovedì sera  27 luglio… stampa-pdf leggi »

Trebisacce-23/07/2017:QUATTRO PRESIDENTI DI CONSORZI DI BONIFICA CALABRESI ELETTI NEL CONSIGLIO NAZIONALE DELL’ANBI

QUATTRO PRESIDENTI DI CONSORZI DI BONIFICA CALABRESI ELETTI NEL CONSIGLIO NAZIONALE DELL’ANBI Molinaro: un grande riconoscimento ai Consorzi di Bonifica calabresi Passa da tre a quattro la presenza della rappresentanza calabrese nel leggi »

Trebisacce-23/07/2017: DALLA PIAZZA DEL “ VAFFA “ AL “ CONFRONTO- DAY “

         DALLA PIAZZA DEL “ VAFFA “ AL  “ CONFRONTO- DAY “   Prendiamo le mosse da alcuni articoli dello Statuto del Comune di Trebisacce, approvato nel 1991. Si tratta degli articoli leggi »

Sibari-22/07/2017:Grande attesa per il tour calabrese dell’Orchestra Tzigana di Budapest

Grande attesa per il tour calabrese dell’Orchestra Tzigana di Budapest   Lamezia Terme – Nuova grande proposta per l’estate presentata da AMA Calabria che presenta in esclusiva per la regione il tour leggi »

 

Rocca Imperiale-22/07/2017:Al via le iscrizioni all’Istituto Paritario Alberghiero

Rocca Imperiale-30/07/2017: Essere è Benessere

Trebisacce-22/07/2017:Preghiera di lode al Signore (di Pino Cozzo)

Pino Cozzo

Preghiera di lode al Signore

di Pino Cozzo

 

Se puoi parlare al Signore, parlagli, lodalo; rimarrai consolato, quando egli ti prenderà per mano,  parlerà con te, farà  cento passeggiate in tua compagnia per i viali del suo giardino di orazione. Sia… (Dio) sempre benedetto in tutte le nostre miserie e in tutti i nostri dolori, nelle umiliazioni e nei disprezzi dei quali siamo fatti segno. Lodino Dio ad una voce tutte le creature, e le lodi siano eterne, come eterno è Lui medesimo… per nostro mezzo sia grandemente lodato e benedetto il suo santo nome. Il palazzo del tuo cuore sia Gesù. Voglia Egli eternamente abitarvi.  Gesù regni sempre sovrano sul tuo cuore e ti renda sempre a sé più caro! Gesù regni sempre sovrano in cima a tutte le tue aspirazioni e nel centro del tuo cuore. Continua ad operare non con altra mira che la gloria di Dio ed il bene delle anime,  ed i frutti saranno sempre sovrabbondanti. Si faccia sempre di me ed intorno a me in tutto e per tutto la santissima e l’amabilissima volontà di Dio, poiché questo è quello che mi ha retto. Gesù ci dia la forza di fare sempre la sua volontà! Disponiamoci sempre a riconoscere in tutti gli eventi della vita l’ordine sapientissimo della divina provvidenza, adoriamone e disponiamone la nostra volontà a sempre ed in tutto uniformarla a quella di Dio, e così glorificheremo il Padre Celeste ed il tutto ci sarà vantaggioso per la vita eterna. Iddio, dopo tanti benefici elargitici senza alcun nostro merito, si contenta di un sì tenuissimo dono, qual è la nostra volontà. Offriamogliela con il medesimo divin Maestro in quella sublimissima preghiera  del  

 

CREDO – CHE PUO’ ESSERE COSI’ COMMENTATA

 

Non dire: “ Credo in un solo Dio”,

se poi ti costruisci idoli effimeri, se hai come riferimento ogni sorta di cosa superflua e passeggera, se il tuo unico scopo è quello di possedere incertezze e vanità.

Non dire.”Padre onnipotente”,

se non pensi che Dio sia il progenitore di tutti gli esseri, viventi e non, che è da sempre, vivrà in eterno e a Lui tutto è possibile.

Non dire: “ Creatore del cielo e della terra”,

se non sei convinto che tutte le stelle e tutti gli astri che brillano nelle notti e le illuminano siano stati da Lui voluti per splendere sull’umanità.

Non dire:”Di tutte le cose visibili e invisibili”,

se non ritieni che tutto ciò che esiste, tutte le cose belle, tutto l’universo sia frutto della mirabile opera del Signore, che ha voluto così offrire all’uomo una varietà infinita e colorata di esseri e cose che arricchiscono la sua vita.

Non dire:”Credo in un solo Signore, Gesù Cristo”,

se non pensi che il Signore sia il solo nato da Dio, che si è incarnato per noi e ha dato la Sua vita per la nostra redenzione e la nostra salvezza e noi siamo tutti fratelli nel Suo nome.

Non dire:”Unigenito Figlio di Dio”,

se non rifletti sul fatto che il Cristo sia l’unico erede del Padre, sceso sulla terra per riscattare il peccato e riportarci alla Gloria celeste.

Non dire:”Nato dal Padre prima di tutti i secoli”,

se non pensi che Gesù,il Messia, è da sempre e vivrà nella nostra esistenza per l’eternità.

Non dire:”Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero”,

se non ritieni che il Signore sia l’unica luce delle genti, il vero punto di partenza e d’arrivo di ogni nostra azione e pensiero, e la nostra unica fonte di gioia e di sollievo.

Non dire:”Generato, non creato, della stessa sostanza del Padre”,

se non sei convinto che Gesù Cristo conservi nella Sua natura lo stesso Spirito di eternità e onnipotenza di Dio e ne costituisca l’essenza primordiale.

Non dire:”Per mezzo di Lui tutte le cose sono state create”,

se non pensi che ogni creatura, ogni essere, ogni volontà discenda da Lui e sia in Suo potere per tutti i secoli a venire.

Non dire:”Per noi uomini e per la nostra salvezza discese dal cielo”,

se non rifletti sul fatto che il Cristo si sia fatto uomo tra gli uomini e per gli uomini, sia venuto sulla terra per riportali alla salvezza eterna.

Non dire:”E per opera dello Spirito Santo si è incarnato nel seno della Vergine Maria  e si è fatto uomo”,

se non ritieni che solo per divino volere sia nato, come ogni altro fratello, da una fanciulla, prescelta per dare la vita al Salvatore del mondo, perché si attuasse il compimento dell’eccelso progetto di redenzione.

Non dire.”Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto”,

se non pensi che la crudeltà umana non abbia riconosciuto il Cristo come Divina creatura, e lo abbia invece voluto crudelmente uccidere, con strazi e sofferenze, senza accoglienza ed onori.

Non dire:” Il terzo giorno è risuscitato, secondo le Scritture”,

se non dai ascolto alle Sacre scritture che ci narrano che Lui è veramente risuscitato, e assurto alla Gloria del Padre e lì ci attende per ricongiungersi a noi.

Non dire:” E’ salito al cielo, siede alla destra del Padre”,

se non pensi che il figlio di Dio sia stato elevato nell’alto dei Cieli, per ricostituire la Sacra Famiglia, insieme al Padre e a Maria.

Non dire:”E di nuovo verrà, nella gloria, per giudicare i vivi e i morti”,

se non sei convinto che il Signore ritornerà tra l’umanità, che ha tanto bisogno della Sua presenza e del Suo aiuto, e si esprimerà sull’operato di ciascuno di noi, per attribuirci meriti e disonori.

Non dire:” E il suo regno non avrà fine”,

se non pensi che il Regno dei Cieli non sia eterno, fatto di beltà e beatitudini, di sollievo e di ricompense di tutto ciò che non abbiamo ottenuto sulla terra.

Non dire:”Credo nello Spirito Santo, che è Signore e dà la vita e procede dal Padre e dal Figlio”,

se non sai che lo Spirito del Signore muove ogni cosa e dispone di tutto, che premia ed affossa, che addolora e consola, che offre la vita e il riscatto.

Non dire:”Con il Padre e il Figlio è adorato e glorificato”,

se non sei disposto ad onorare il Signore con la tua vita e con le tue opere, o non sai pronunciare preghiera.

Non dire:”E ha parlato per mezzo dei profeti”,

se non rifletti sul fatto che l’opera e la venuta del Messia era già stata scritta e annunciata da persone che ne hanno magnificato l’attività e gli insegnamenti.

Non dire:”Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica”,

se non pensi che la comunità cattolica sia formata da tutti coloro che si sentono fratelli in Cristo, che agiscono nel Suo nome e ne attuano la parola.

Non dire:”Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati”,

se non sai che il rito del battesimo è di iniziazione alla vita cristiana, fatta di impegno, e di testimonianza vera ed autentica, e che solo così possiamo essere inseriti nella comunione dei santi.

Non dire:”Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà”,

se non sei disposto, con evangelica rassegnazione, ad attendere che la vita eterna si faccia manifesta nella nostra esistenza e ci assimili alla potenza divina.

Non dire:”Amen”,

se non sei convinto che quelle quattro lettere indichino una totale dedizione ed una completa donazione alla volontà divina.

 

Trebisacce-22/07/2017: Orientamento e valutazione (di Pino Cozzo)

Pino Cozzo

Orientamento e valutazione

di Pino Cozzo

 

 

La storia della riforma degli istituti di istruzione secondaria di II grado è un elemento connotativo del sistema scolastico italiano. Ne sono stati protagonisti e spettatori uomini politici di diversa estrazione e  generazioni di studenti e di docenti, senza che, tuttavia, questa vicenda arrivasse mai ad una conclusione definitiva che comprendesse anche una fase attuativa ordinaria. Per decenni non si è andati al di là di progetti e di proposte di legge, senza che il Parlamento nazionale potesse varare l’attesa e annunciata riforma. Negli anni ’80, per supplire a quel prolungato vuoto di riforma e anche per preparare e sollecitare il cambiamento, hanno avuto sostegno, da parte dell’Amministrazione scolastica, diversi processi di sperimentazione strutturale che, oltre a modificare di fatto curricoli e profili significativi del sistema di istruzione secondaria, hanno creato le condizioni per il passaggio di taluni istituti da assetti sperimentali a nuovi ordinamenti. Dopo quegli anni, contraddistinti da sperimentazioni di vario genere che hanno consentito agli istituti di istruzione secondaria di corrispondere, in qualche modo, al mutato quadro culturale e sociale del Paese, introducendo innovazioni ai curricoli di studio, modificandone gli assetti organizzativi e andando a costituire i presupposti per la riforma organica degli ordinamenti della secondaria, vi è stata una fase di assestamento e di consolidamento delle sperimentazioni, durante la quale, non più per via amministrativa, ma con taluni interventi legislativi, sono state definite nuove misure di accompagnamento del sistema, funzionali anche all’attesa innovazione. La scuola secondaria superiore attuale ha mantenuto sostanzialmente invariato l’assetto organizzativo e curricolare raggiunto agli inizi degli anni novanta, quando, dopo ripetuti fallimenti dei tentativi di fare la riforma per via legislativa, furono messe in ordinamento per via amministrativa le sperimentazioni nazionali assistite dell’istruzione tecnica. Gli istituti tecnici sono nati, tra la fine dell’800 e i primi decenni del ‘900, per fornire una preparazione e un titolo di studio idonei a consentire ai diplomati di entrare direttamente nel mercato del lavoro o in quello delle professioni (ragioniere, perito, geometra, agronomo ecc.). Questa funzione degli istituti organizzati nell’istruzione tecnica, che per molti anni hanno procurato al nostro Paese la maggior parte dei quadri intermedi di medio e medio-alto livello nei diversi settori produttivi, a partire dagli anni settanta, è progressivamente venuta meno, in corrispondenza di due fenomeni: la minore disponibilità di posti di lavoro e l’aumento dei tassi di passaggio all’università da parte dei diplomati provenienti dagli istituti tecnici sia nel settore economico-commerciale che in quello industriale. La tendenza verso la prosecuzione di studi, che ha coinvolto anche l’istruzione tecnica, ha peraltro trovato un certo riscontro anche nelle modifiche che sono state apportate ai piani di studio in direzione del rafforzamento della formazione, soprattutto nei suoi aspetti applicativi (laboratori, esercitazioni pratiche, alternanza). Ciò ha reso la scelta degli istituti tecnici meno legata alle singole attività e professioni di riferimento.

 

Villapiana Lido-23/07/2017: Antonio U

Albidona-21/07/2017:Bollettino periodico “L’Altra Cultura” di Giuseppe Rizzo

Giuseppe Rizzo

Bollettino lug.2017 (Pdf)

Rossano-01/08/2017: presentazione del nuovo libro di Franco Emilio Carlino dal titolo: Il Codex Purpureus Rossanensis

COMUNICATO STAMPA

 

ROSSANO 21 luglio 2017

 

Nell’ambito delle molteplici proposte tese a promuovere la conoscenza del Codex Purpureus Rossanensis patrimonio dell’Unesco, Martedì, 1° Agosto 2017, alle ore 19,00 nel “Chiostro del Museo Diocesano e del Codex”, in Rossano Centro Storico sarà presentato il nuovo libro di Franco Emilio Carlino dal titolo: Il Codex Purpureus Rossanensis Patrimonio dell’UNESCO nella Bibliografia. Da Bisanzio allo scrigno del Museo Diocesano di Rossano e della Letteratura mondiale.

L’opera dedicata alla Città di Rossano e a mons. Ciro Santoro, primo Direttore del Museo Diocesano si giova del Saluto di Presentazione di S.E. mons. G. Satriano, Arcivescovo di Rossano-Cariati e della Prefazione dello storico Mario Falanga.

Il programma della serata prevede i saluti di don Pino Straface Direttore del Museo Diocesano e del Codex, di Stefano Mascaro, Sindaco di Rossano, di Serena Flotta, Assessore alla Cultura del Comune di Rossano e di Ivan Porto, Editore Imago Artis. Seguirà la Relazione del prof. Mario Falanga, storico e prefatore dell’opera.

Il coordinamento dei lavori è affidato a Cecilia Perri, Vicedirettrice del Museo Diocesano e del Codex, cui faranno seguito l’intervento dell’Autore Franco Emilio Carlino e le conclusioni di S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo della Diocesi di Rossano-Cariati che a riguardo, nel saluto di presentazione al libro così scrive: “Saluto con gioia il pregevole lavoro del professore Franco Emilio Carlino che in un contesto di rinascita delle pubblicazioni sul Codex Purpureus Rossanensis, tende a mettere ordine tra quanto è già stato pubblicato offrendo a chi si accosta al prezioso Evangeliario uno strumento utile per solcare cammini già approfonditi nel tempo trascorso. Esprimo gratitudine per questo rinnovato impegno, foriero di nuovi sviluppi che ci auguriamo non tardino nella ricerca storica, artistica e culturale. Il Codex, segno luminoso della storia di questa antica terra, giorno dopo giorno, si attesta sempre più come una porta spalancata su di un passato da scrutare, di cui cogliere la ricchezza e la bellezza. Oggi più che mai, esso coinvolge in maniera crescente realtà e persone interessate alla sua straordinaria tipicità, ricca di secoli di storia. Pagine di spiritualità, finemente arricchite da immagini stupende, sono la testimonianza palpitante della presenza del Cristo, che cammina e parla al cuore delle genti di ogni tempo e di ogni cultura. Carlino, ancora una volta, manifesta sincera passione per lo studio e la ricerca, che da sempre anima il suo percorso professionale segnato da un grande amore per il territorio a cui appartiene”.

 

 

Rocca Imperiale-23/07/2017: I fuochi fatui

Vaccarizzo-20/07/2017:PESCE, COSA SI NASCONDE NEI MENÙ ESTIVI?

COMUNICATO STAMPA N.9 – 20 LUGLIO 2017

 

PESCE, COSA SI NASCONDE NEI MENÙ ESTIVI?

IL TURISTA DEVE SAPERE COSA MANGIA

PROVOCAZIONE FLAG E SLOW FOOD A VACCARIZZO

 

SABATO 22 CONFERENZA STAMPA ORE 19,30

 

VACCARIZZO A. (Cs), Giovedì 20 Luglio 2017 – SEI IN VACANZA IN CALABRIA? OCCHIO AI MENÙ ESTIVI! – Si chiama così e parte non a caso da VACCARIZZO Albanese, comune  dell’entroterra della Sibaritide una forte provocazione ed al tempo stesso una mirata campagna di sensibilizzazione sul consumo consapevole del pesce, soprattutto in questo periodo.

 

QUALI SONO I PIATTI DI PESCE SICURAMENTE NON DEI NOSTRI MARI E QUELLI SICURAMENTE SÌ? – Il turista, a tavola, deve quanto meno saperlo, prima di scegliere tra le diverse proposte culinarie, spesso purtroppo ingannevoli proprio sulla provenienza del pesce.

 

Promossa dal FLAG BORGHI MARINARI DELLO JONIO insieme all’Amministrazione Comunale ed al Convivium SLOW FOOD Pollino Sibaritide Arberia la campagna di comunicazione turistica, ditrasparenza verso il consumatore, di tutela della sovranità alimentare e, quindi, di rilancio economico territoriale è rivolta anzi tutto ai turisti che in queste e nelle prossime settimane scelgono e sceglieranno la nostra regione proprio per il mare e per essere emozionati dalla migliore tradizione gastronomica marinara delle nostre coste. Non certo da pesce oceanico o di dubbia provenienza!!

 

Desinata ad avere portata e diffusione regionali, i contenuti della campagna (con una chiara proposta dei piatti SÌ E dei piatti NO) saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa ad hoc che si terrà SABATO 22 LUGLIO, alle ORE 19.30, nel Comune di VACCARIZZO, in apertura della seconda edizione di quella che è nata ed ambisce a consolidarsi come una vera e propria provocazione socio-culturale: il 2° FISH FESTIVAL ARBËRESHË con la degustazione, in collina, affacciati sullo Jonio, di quel pesce cosiddetto povero che spesso latita proprio nella proposta commerciale della ristorazione sulla costa. 

 

All’incontro con gli operatori dell’informazione interverranno il Sindaco Antonio POMILLO, il Presidente del FLAG Cataldo MINÒ ed il Presidente del Convivium Lenin MONTESANTO con Giuseppe GATTO, responsabile presìdi Slow Food della Condotta.

 

DALLE ORE 20,30, PESCE, VINO E MUSICA AMARCORD. –  Nell’organizzazione di questa seconda edizione del FISH FESTIVAL ARBËRESHË che si arricchisce di contenuti e spunti di riflessione, l’Amministrazione Comunale POMILLO, reduce dal successo dell’evento identitario dedicato ai VINI ARBËRESHË, sarà affiancata dall’associazione culturale POSEIDONE di Corigliano e dal FLAG. L’atteso evento sarà ospitato in piazza Pasquale SCURA, nel centro storico.

 

Frittura di paranza e pesce spada alla piastra. Sono, queste le ricette, che sarà possibile degustare insieme ad un buon bicchiere di vino.

 

Si esibiranno i LATOZETA, live band formata da Maddalena GENTILE, Daniele BASILE, Fabio ROSSIN, Roberto CHIAPPETTA Gianpaolo NOCE. – (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying – 345.9401195)

Albidona-21/07/2017: Programma Estate 2017

 

COMUNICATO STAMPA N.11 – FONTE: COMUNE DI ALBIDONA – 20 LUGLIO 2017

 

CULTURA, IDENTITÀ E MUSICA AD ALBIDONA

DI PALMA:CENTRO STORICO PROTAGONISTA

NUMEROSI EVENTI DAL 3 AL 26 AGOSTO

 

ALBIDONA (Cs), Giovedì 20 Luglio 2017 – Cultura e letteratura, identità enogastronomica e musica. Sono, questi, i principali ingredienti della programmazione socio-culturale estiva 2017 di ALBIDONA. – Il centro storico farà da scenografia ai diversi appuntamenti in calendario. – Si partiràGIOVEDÌ 3 AGOSTO con il CONCORSO ALBIDONESE DI POESIA.

 

A darne notizia è il Sindaco Filomena DI PALMA ringraziando il gruppo che lavorato ad organizzare e confezionare la proposta, coordinati dal consigliere comunale delegato alla programmazione estiva Gennaro FORTUNATO e dal consigliere delegato allo sport spettacolo e turismo Carlo LEONETTI

 

Gli eventi saranno realizzati in sinergia con la Biblioteca SANDRO PERTINIIMPRESE CONSAPEVOLI DI SVILUPPO, la CONSULTA GIOVANILE e la PROLOCO.

 

GIOVEDÌ 3, alle ORE 21, in PIAZZA CONVENTO si terrà il CONCORSO ALBIDONESE DI POESIA Pino AURELIO dedicato a tutti i poeti a partire da 6 anni di età. Per partecipare bisogna presentare da 1 a 3 componimenti inediti, in qualsiasi lingua, anche in dialetto. I versi devono essere minimo 3 e massimo 30. È possibile iscriversi entro LUNEDÌ 31 LUGLIO tramite email all’indirizzo poesia.pinoaurelio@gmail.cominviando i file contenenti la poesia e i dati personali. Per maggiori info è possibile chiamare al 3466167526. –VENERDÌ 4, alle ORE 18, in PIAZZA CASTELLO i bambini potranno divertirsi pasticciando con il CAKE DESIGNinsieme alla pasticcera Mimma ADUCI. Alle ORE 21, inizierà il momento dedicato allo street food DAL CAFAROcon IL VILLAGGIO DEGLI ELFI. – DOMENICA 6, alle ORE 21.30, in PIAZZA CONVENTO si esibirà Rita COMISI del talent show Mediaset AMICI. – MARTEDÌ 8 e MERCOLEDÌ 9 nel centro storico ci sarà LA FABBRICA DEL TEMPO. – VENERDÌ 11, alle ORE 17.30, PARTITA DEL CUORE per il Memorial del DottorMimmo PALADINO. Alle ORE 21, SERATA KEBAB e arrosti vari da LUCY. – SABATO 12, alle ORE 21, in VIA CIRCONVALLAZIONE (ufficio postale) TUTTI SOTTO LE STELLE SAGRA DELLA SALSICCIA con varie degustazioni di carni a cura della macelleria Aurelio FRANCESCO. – DOMENICA 13, alle ORE 21.30, in PIAZZA CASTELLO si potrà assistere allo spettacolo di Ciro GIUSTINIANI dal programma MADE IN SUD e per l’occasione street food GATTOMATTO. – LUNEDÌ 14, alle ORE 21, in PIAZZA CONVENTO ARTISTI IN ERBA. – SABATO 12DOMENICA 13 e LUNEDÌ 14 si svolgerà la II edizione del CALCIO BALILLA UMANO. –GIOVEDÌ 17, alle ORE 21, in PIAZZA CASTELLO, concerto live FARRAGONIA dei TARANTA NERA sagra dei prodotti tipici promossa dalla PROLOCO. – SABATO 19 arriva POMPIEROPOLI e alle ORE 21, SAGRA DELLO STUFATO promossa da LA TANA DEI GUCO. – SABATO 26, alle ORE 21, in PAZZA CASTELLO karaoke, musica popolare e street food da ZIO TONINO per l’evento SALUTANDO L’ESTATE. – (Fonte: Lenin MONTESANTO – Comunicazione & Lobbying – 345.9401195).