Trebisacce-13/06/2013:Il caso della “Riapertura dell’Ospedale di Trebisacce” è entrato ufficialmente nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.

Listener

Giandomenico Amodeo ha pubblicato una foto sul tuo diario.
Promessa mantenuta: Il caso della "Riapertura dell'Ospedale di Trebisacce" è entrato ufficialmente nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.</p>
<p>Apprare chiaro che il diritto alla salute in Calabria soffra di un gravissimo deficit di effettività, le cui cause sono certamente legate alla mancanza di una convinta volontà politica rispetto alla concreta attuazione di tale diritto ed ai condizionamenti esercitati da una certa miopia nelle decisioni economiche.<br />
Tuttavia davanti ad un isolamento dai servizi di prima assistenza sanitaria, alcuni membri della cittadinanza dell'Alto Jonio Cosentino hanno deciso di presentare una petizione al Parlamento Europeo, per la riapertura dell'Ospedale di Trebisacce, depositata dalla sottoscritta nella giornata di ieri in data 12 Giugno 2013.</p>
<p>Essendo la petizione uno dei diritti fondamentali dei cittadini europei, la cittadinanza dell’Alto Jonio Cosentino ha richiesto attraverso questo strumento che il Parlamento europeo apra un’indagine e si pronunci sulla questione, richiamando l'attenzione su eventuali violazioni dei diritti dei cittadini europei da parte dello Stato membro, di autorità locali o di un'istituzione.</p>
<p>Una inziativa nata sottovoce qualche settimana fà e chiusa in tempi record, un ringraziamento particolare va a Giandomenico Amodeo ed al Vice Sindaco di Trebisacce Andrea Petta, che hanno supportato l'inziativa sul territorio per rendere effettiva la mia proposta e Luca D'alba che ha collaborato, fornendo la parte di testo relativa alla questione locale.<br />
L'azione è stata sostenuta dai rappresentanti delle organizzazioni locali ed amminisrazioni comunali di: Amm.ne Comunale di Trebisacce, Plataci, Cerchiara di Calabria, Castroregio, Canna, Alessandria del Carretto, Oriolo, Nocara, Albidona, Villapiana, Rocca Imperiale, Amendolara, San Lorenzo Bellizzi, Francavilla Marittima, Cassano allo Jonio, Montegiordano, Roseto Capo Spulico, Pro Loco Trebisacce, Misericordia di Trebisacce, On. Franchino (Consigliere Regionale).</p>
<p>È un azione di grossa portata per gli abitanti che intendono percepirsi parte integrante di un' Europa dei doveri ma anche dei diritti. Tuttavia questa è solo la fase iniziale, seguiranno altri lavori per completare e rendere effettivi i risultati. Intanto bisognerà restare uniti e continuare a sostenere iniziative positive, ricordo il coraggioso progetto della traversata dello stretto di Messina da parte di Gaetano Napoli, che avrà luogo il 14 Luglio. La questione è delicata e merita il sostegno di tutti! R. Ciacci

Promessa mantenuta: Il caso della “Riapertura dell’Ospedale di Trebisacce” è entrato ufficialmente nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles.

Apprare chiaro che il diritto alla salute in Calabria soffra di un gravissimo deficit di effettività, le cui cause sono certamente legate alla mancanza di una convinta volontà politica rispetto alla concreta attuazione di tale diritto ed ai condizionamenti esercitati da una certa miopia nelle decisioni economiche.
Tuttavia davanti ad un isolamento dai servizi di prima assistenza sanitaria, alcuni membri della cittadinanza dell’Alto Jonio Cosentino hanno deciso di presentare una petizione al Parlamento Europeo, per la riapertura dell’Ospedale di Trebisacce, depositata dalla sottoscritta nella giornata di ieri in data 12 Giugno 2013.

Essendo la petizione uno dei diritti fondamentali dei cittadini europei, la cittadinanza dell’Alto Jonio Cosentino ha richiesto attraverso questo strumento che il Parlamento europeo apra un’indagine e si pronunci sulla questione, richiamando l’attenzione su eventuali violazioni dei diritti dei cittadini europei da parte dello Stato membro, di autorità locali o di un’istituzione.

Una inziativa nata sottovoce qualche settimana fà e chiusa in tempi record, un ringraziamento particolare va a Giandomenico Amodeo ed al Vice Sindaco di Trebisacce Andrea Petta, che hanno supportato l’inziativa sul territorio per rendere effettiva la mia proposta e Luca D’alba che ha collaborato, fornendo la parte di testo relativa alla questione locale.
L’azione è stata sostenuta dai rappresentanti delle organizzazioni locali ed amminisrazioni comunali di: Amm.ne Comunale di Trebisacce, Plataci, Cerchiara di Calabria, Castroregio, Canna, Alessandria del Carretto, Oriolo, Nocara, Albidona, Villapiana, Rocca Imperiale, Amendolara, San Lorenzo Bellizzi, Francavilla Marittima, Cassano allo Jonio, Montegiordano, Roseto Capo Spulico, Pro Loco Trebisacce, Misericordia di Trebisacce, On. Franchino (Consigliere Regionale).

È un azione di grossa portata per gli abitanti che intendono percepirsi parte integrante di un’ Europa dei doveri ma anche dei diritti. Tuttavia questa è solo la fase iniziale, seguiranno altri lavori per completare e rendere effettivi i risultati. Intanto bisognerà restare uniti e continuare a sostenere iniziative positive, ricordo il coraggioso progetto della traversata dello stretto di Messina da parte di Gaetano Napoli, che avrà luogo il 14 Luglio. La questione è delicata e merita il sostegno di tutti!

R. Ciacci

215total visits,1visits today