Trebisacce-11/12/2013: “Forse era meglio il carbone” di Davide Cavallo

………IN TANTI AVREBBERO PREFERITO IL CARBONE!!!!!!

 

A molti cittadini sembrerà strano, date le tante occasioni in cui il primo cittadino ha decantato le proprie qualità di amministratore parsimonioso ed oculato, ma, con provvedimento della Giunta Comunale n. 222 del 03.12.2013, l’esecutivo in carica ha deliberato di chiedere al Tesoriere comunale, Banca Carime S.p.A., un’anticipazione di cassa di € 1.748.569,41 per far fronte alle spese del prossimo esercizio.

La notizia desta maggiore stupore se si considera che quest’anno, evento mai verificatosi in passato, l’Amministrazione comunale ha richiesto ai cittadini il pagamento in acconto del servizio idrico per l’anno 2013 sulla base di consumi presunti e salvo conguaglio; pagamento che di norma si effettua l’anno successivo.

A ciò si aggiunga che, nonostante l’annullamento da parte del Governo della seconda rata IMU, stante le aliquote applicate con deliberazione n. 25 del 29.10.2012 (la maggioranza ha tenuto ferma l’aliquota sulla prima casa al 0,40% ed aumentato quella sulla seconda quasi al massimo e cioè 1,00 %, quando invece sarebbe stato giusto aumentare l’aliquota della seconda casa a fronte di una riduzione sulla prima) molti trebisaccesi si vedranno costretti a pagare la rata a saldo entro il 16 dicembre, stessa scadenza dell’acconto delle utenze idriche.

Probabilmente il capo dell’amministrazione, attento ai bisogni di tutti, non ha voluto essere da meno a Babbo Natale ed ha recapitato ai propri concittadini un “dono natalizio”……..…..FORSE ERA MEGLIO IL CARBONE!!!!

225total visits,1visits today